La quarta tappa dell’Italia Cup organizzata dal Circolo Vela Torbole

La quarta tappa dell’Italia Cup organizzata dal Circolo Vela Torbole

Quarta tappa dell’Italia Cup: a Napoli regate da incorniciare

Sport

06/05/2019 - 19:34

Regate da incorniciare nella quarta tappa dell’Italia Cup conclusa oggi e ospitata dal Circolo Vela Torbole

Si è conclusa oggi la quarta tappa dell’Italia Cup ospitata dal Circolo Vela Torbole. Oltre 300 i laseristi che hanno invaso le acque antistanti Torbole, di cui circa venti stranieri tra i quali spiccava il nome del supercampione Robert Scheidt che ha colto l’occasione per ritornare sul laser prima di iniziare, la prossima settimana, la stagione con il Tp52 brasiliano Onda.

Due i campi di regata disposti, uno dedicato ai 4.7 davanti Torbole, coordinato da Roberta Righetti e l’altro, verso Riva, per Laser Standard e Radial gestito da Luciano Cosentino.

Le regate sono iniziate venerdì, in condizioni inusuali per il lago. L’”Ora”, il vento tipico da sud che arriva nel pomeriggio, non si è steso come al solito e già verso le quattro ha iniziato a diminuire. Non è stato facile per il comitato portare a termine le regate previste: due regate concluse per gli Standard, di cui una ridotta al cancello di poppa, stesso discorso per i 4.7, mentre nella flotta Radial è stata completata solo la prima prova della batteria gialla.

Diverse le condizioni di sabato e domenica. Il Garda si è trasformato nel vero paradiso della vela, regalando due giornate di grande vela, con regate disputate con vento da sud sempre sopra i 14-15 nodi.

Sei prove concluse per la classe Standard, dove domina il nome di Robert Scheidt, primo in quasi tutte le regate ad esclusione della seconda, vinta da Davide Domeneghetti (Circolo Nautico Livorno) e la quarta vinta da Gianmarco Planchestainer (Sez.Vela Guardia di Finanza), secondo in classifica generale.

I Laser Radial, divisi in due batterie, sono riusciti a disputare solo cinque regate, tutte molto combattute. Vince Federico Tocchi (Circolo Nautico Livorno), con ottimi risultati parziali (2-1-1-1- 1), seguito, ad un punto, dal campione europeo in carica Radial Youth Guido Gallinaro (Fraglia Vela Riva).

Anche i Laser 4.7 sono riusciti a terminare il programma. Già sabato erano state concluse cinque prove, per cui questa mattina le flotte sono scese in acqua divise in Gold e Silver. Nella classifica maschile sale sul gradino più alto Cesare Barabino (Yacht Club Olbia), che solo due settimane fa si è laureato campione all’Europeo Laser 4.7 di Patras (Grecia). Nella classifica femminile è una lotta tutta gardesana dove la spunta Chiara Floriani Benini (Fraglia Vela Riva) su Alessia Palanti e Giorgia Cingolani (Circolo Vela Torbole) anche lei neo vincitrice del titolo europeo femminile.

Roberta Righetti, presidente del Comitato di Regata

“Il primo giorno è stato un po’ più difficoltoso. Avevamo poco vento e instabile, per cui abbiamo dovuto ridurre alcune prove. Purtroppo, qui sul Garda, quando c’è vento debole capita che giri, quindi bisogna prendere la decisione al volo se riuscire a salvare una regata oppure perderla.

advertising
PREVIOS POST
Conclusa la tappa dell'Italia Cup 2018 di Napoli
NEXT POST
Inizia domani 2 novembre, Laser Italia Cup Ortona 2018