Effebi at Euronaval 2022

Effebi at Euronaval 2022

Dal 18 al 21 ottobre partecipazione di Effebi ad Euronaval 2022

Shipping

Da Effebi
18/10/2022 - 11:44
advertising

Effebi, cantiere specializzato nel settore militare e mercantile, leader in Italia ed Europa per le forniture a Stati ed enti pubblici grazie ad un’esperienza di oltre 30 anni nella costruzione di imbarcazioni in composito fino ai 50 metri, partecipa a Euronaval 2022 (Paris Le Bourget, 18-21 ottobre) – Hall2A – stand L113.

“Euronaval è per noi un appuntamento immancabile e la nostra partecipazione a questa 28esima edizione è una grande opportunità per presentare gli ultimi progetti e le collaborazioni che ci hanno visto impegnati negli ultimi due anni, anni non facili, come ben sappiamo, in un settore altrettanto difficile come quello militare.” dichiara Katia Balducci, Managing Director di Effebi SPA.

Effebi si conferma un punto di riferimento per clienti istituzionali quali la Guardia di Finanza con la quale ha consolidato negli ultimi due anni un rapporto di consulenza e fornitura di prodotti in grado di soddisfare le sue diverse esigenze. Un portafoglio ordini diversificato con una particolare sensibilità all’ecologia, alla funzionalità, al comfort negli ambienti di lavoro senza mai dimenticare la sicurezza. Di recente ha inoltre ottenuto il riordino di 20 vedette ibride.

Effebi - Euronaval 2022
Effebi Group - Euronaval 2022

Il 26 gennaio 2021 è stato varato il pattugliatore veloce di 44 metri “Tenente Petrucci”. L’unità 1 in consegna al Corpo a giugno del 2021, la cui costruzione è avvenuta a seguito dell’aggiudicazione della gara indetta dalla Guardia di Finanza cofinanziata dall’UE nell’ambito del Fondo Sicurezza Interna (FRONTEX) nel 2019.

Un risultato che ha premiato una volta di più la scelta del cantiere di investire in innovazione e sicurezza per le sue creazioni.
A distanza di poco più di un anno, presso la stazione navale di Bari, alla presenza delle più alte cariche del Corpo, Effebi ha consegnato il primo intercettore costruito a seguito della gara indetta nel 2021.

Questo natante di 16,5m non ha precedenti nella flotta della Guardia di Finanza ed è in grado di raggiungere la velocità di 68 nodi in totale stabilità. L’esigenza era di avere un mezzo che permettesse di intervenire in condizioni di mare particolarmente formato per svolgere attività di Polizia e contrastare in modo incisivo ed efficace i traffici illeciti perpetrati da vettori velocissimi oltre a consolidare il proprio ruolo di unica forza di polizia in mare.

advertising
PREVIOS POST
Droni: ecco i robot marini per scienza, monitoraggio e soccorso
NEXT POST
Firmato oggi a Euronaval l’accordo preliminare per la European MMPC