J/70 Cup, ad Alassio Viva domina su una flotta di oltre quaranta barche

J/70 Cup, ad Alassio Viva domina su una flotta di oltre quaranta barche

J/70 Cup, ad Alassio Viva domina su una flotta di oltre 40 barche

Sport

26/05/2022 - 09:06
advertising

C'è stato un solo protagonista nella seconda frazione della J/70 Cup 2022, che nel corso del weekend passato ha trovato l'ospitalità del Marina di Alassio. Il leader incontrastato risponde al nome di Viva di Alessandro Molla e Tommaso Pavan, che nelle acque di Alassio hanno fatto loro tutto ciò che c'era da vincere.

Non solo si sono dimostrati i migliori nel leggere le complicate condizioni di vento leggero e instabile del weekend, mettendo il sigillo sull'evento con risultati parziali di 1-1-16-7-4 e lasciandosi alle spalle ben 40 avversari: grazie alle solide prestazioni del weekend, Viva ha anche conquistato la Garmin Cup, premio riservato da J/70 Italian Class al migliore equipaggio nella giornata del sabato, e l'Alphazer EnergyStart Trophy, che in ogni evento premia l'equipaggio che con maggior frequenza raggiunge la boa di bolina tra le prime posizioni.

Un weekend da incorniciare, dunque, come dimostrano anche le parole del tattico Niccolò Bianchi: "Ad Alassio tutto ha girato nel verso giusto. Sembra una frase fatta, ma di weekend dove tutto va così liscio se ne contano davvero pochi: l'equipaggio ha funzionato bene, in sintonia e sincronia, la barca era veloce, sicuramente l'importante lavoro di sviluppo che stiamo facendo con le vele, anche grazie al supporto di Quantum Sails e Carlo Fracassoli che per questo evento era con noi in qualità di randista, è stato complice di questo successo. La flotta J/70 si dimostra sempre agguerrita e mettere il sigillo a questo evento, ancora una volta con più di quaranta barche sul campo di regata, ci fa guardare con il sorriso al resto della stagione".

L'equipaggio di Viva. Da sinistra: Carlo Fracassoli, Francesco Gabbi, Niccolò Bianchi e Alessandro Molla.
L'equipaggio di Viva. Da sinistra: Carlo Fracassoli, Francesco Gabbi, Niccolò Bianchi e Alessandro Molla

Quello di Alassio, per Viva, è un successo che ha un doppio valore: non solo l'equipaggio ha primeggiato sulla flotta One Design più affollata e competitiva d'Europa, ma ha anche conquistato il primo titolo in un evento della J/70 Cup dopo sette anni di presenza nella Classe: "Una grande soddisfazione salire sul gradino più alto del podio, sopratutto se si considera la competitività della flotta e le condizioni particolari che abbiamo trovato nel corso del weekend. Un immancabile ringraziamento va all'equipaggio che è sempre lo stesso da diversi anni: questo assicura sempre un bel clima a bordo. Grazie anche ai nostri sponsor che ci permettono ogni anno di prendere parte a queste fantastiche manifestazioni" ha commentato il timoniere Alessandro Molla.

Sul podio, insieme a Viva, sono saliti Junda del monegasco Ludovico Fassitelli, medaglia d'argento, e Notaro Team di Luca Domenici, che conferma il bronzo conquistato anche nell'evento inaugurale di stagione a Punta Ala.

Forte della bella esperienza in Liguria, l'equipaggio di Viva si presenta alla prossima tappa della J/70 Cup, in programma a metà giugno a Rimini, con i migliori propositi per fare di nuovo bene e difendere punti in vista della ranking generale di stagione, che al momento vede l'equipaggio di Molla-Pavan al terzo posto assoluto, alle spalle solo di Notaro Team e Junda.

L'equipaggio di Viva in azione
L'equipaggio di Viva in azione
advertising
PREVIOS POST
Mondiale ILCA 7 Vallarta: quattro italiani accedono alla Gold Fleet
NEXT POST
The Ocean Race punta a un numero pari di veliste e velisti in regata