Campionato Italiano Kite Surf Wave 2023 FIV-CKWI

Campionato Italiano Kite Surf Wave 2023 FIV-CKWI

Campionato Italiano Kite Surf Wave 2023 FIV-CKWI

Sport

14/03/2023 - 18:06
advertising

Si è acceso il semaforo sulla seconda tappa del Campionato Italiano Kite surf Wave 2023, del circuito ufficiale CONI-FIV-CKWI. La competizione verrà disputata a Latina, presso l’Hotel Fogliano, nel primo week-end ventoso compreso tra il 18 marzo e il 28 Maggio 2023.

Le condizioni meteo del Lido di Latina sono ideali per consentire agli atleti di esprimere al massimo le loro abilità nel cavalcare le onde spinti dal vento, un grande spettacolo per chi, in spiaggia o sul litorale, potrà soffermarsi a guardare le competizioni.

Sono attesi circa 30 partecipanti, tutti atleti italiani,tra i quali alcuni di spicco a livello internazionale, come il calabrese Antonio Ciliberto “Tony Cili” già vincitore della tappa di Latina dello scorso dicembre e detentore del titolo italiano 2022, il siciliano Francesco Cappuzzo, atleta talentuoso e poliedrico in lizza per il titolo,Marco Baiocchi, uno degli atleti più longevi e tecnici, caratterizzato da grande costanza, è da anni tra i top della disciplina. E poi tanti altri nomi come Yaris Dell’Omo, giovane romano in crescita a livello nazionale e internazionale, Carlo D’Ercole, di Latina, Luca Gasperini, che affila costantemente le sue armi in vari spot internazionali, e tanti altri atleti dell’area che quest’anno saranno più agguerriti che mai, nel tentativo di conquistare posizioni importanti in classifica tra le onde di casa.Dopo l’appuntamento di dicembre che ha visto per la prima volte nella storia della disciplina del kite-surf in Italia, anche la partecipazione femminile, in questo evento ci aspettiamo una crescita delle partecipanti: in tante cavalcano con abilità  le onde e a Latina avranno un’opportunità in più  per mostrare ciò di cui sono capaci.

L’organizzatore della gara Piercarlo Ricasoli :” pur essendo un campionato nazionale, ci aspettiamo uno spettacolo di livello molto alto, visto il consistente numero di atleti italiani che gareggiano anche a livello internazionale, eche troveranno tra le onde di Latinaun vero parco giochi dove esibirsi con le loro più belle evoluzioni. Tutto in acqua sarà perfetto per garantire la miglior riuscita da punto di vista tecnico, grazie alla collaborazione con la FIV, la CKWI, la Capitaneria di Porto di Terracina, la IRC Salvamentoe il CVAT di Anzio” spiega Ricasoli.

PREVIOUS POST
The Ocean Race: riparazioni e sfide al limite dei ghiacci
NEXT POST
IOC-UNESCO: necessaria visione integrata per tutto il ciclo dell'acqua