Vandy studio Sailing SquadS02 Mirabaud

Mirabaud, il lancio della seconda stagione della Sailing Squad

Sport

27/04/2022 - 12:23
slam
slam

Dopo la prima edizione tenutasi nel 2021, Mirabaud annuncia il lancio della seconda stagione della Sailing Squad con una 'imbarcazione volante' e nuovi sponsor che supporteranno questa avventura umana e sportiva. Quattro giovani skipper internazionali e una coach vincitrice di due medaglie olimpiche, avranno modo di conoscersi e di imparare a gareggiare in squadra in preparazione del Bol d'Or Mirabaud. La miniserie verrà trasmessa in quattro puntate dal 2 al 15 giugno.

Forte del successo riscosso in occasione della prima edizione del Sailing Squad, il Gruppo Mirabaud è lieto di poter contare su un numero più nutrito di sponsor, grazie al sostegno di Hublot, Forward Wip e della Société Nautique de Genève.

Oltre all'equipaggio femminile e ai nuovi sponsor, la seconda stagione della Sailing Squad ha in serbo un'altra sorpresa: l'uso di un foiler monoscafo – Persico 69F– una barca high-tech ispirata alle imbarcazioni volanti dell'America's Cup.

Miniserie girata prima e durante la regata Bol d'Or Mirabaud, Sailing Squad è stata concepita dal Gruppo Mirabaud nel 2021 con diversi obiettivi: festeggiare il ritorno della gara di vela Bol d'Or Mirabaud dopo un anno di assenza dovuta alla pandemia; far conoscere la più grande regata al mondo in bacino chiuso al di là delle rive franco-svizzere del lago di Ginevra; consentire alle giovani speranze del mondo nautico di partecipare insieme a questa mitica gara sotto l'occhio vigile di un celebre coach sportivo.

La seconda stagione si svolgerà in modo analogo. Un'équipe televisiva seguirà i partecipanti e il loro coach per raccontarne l'avventura in quattro puntate, trasmesse su vari canali digitali: il loro primo incontro, l'esperienza di squadra maturata durante l'allenamento e le attività di team-building, la partecipazione comune alla regata Bol d'Or Mirabaud e il debriefing post gara.

Coach delle prime due stagioni della Sailing Squad, la velista Shirley Robertson è la prima donna britannica ad aver vinto due medaglie d'oro olimpiche consecutive (nel 2000 e 2004) nella classe Europa e Yngling. Oggi, è una conduttrice televisiva ben nota al pubblico inglese nonché una stimata coach sportiva.

Sailing Squad 2022: un team tutto al femminile

Questa seconda stagione vedrà all'opera quattro veliste giovani e promettenti. Tutte loro hanno gareggiato a livello internazionale e rientrano nella classifica mondiale:

• Francesca Bergamo, 25 anni, Italia

• Amanda Björk-Anastassov, 20 anni, Svezia e Svizzera

• Daniela Moroz, 21 anni, USA

• Odile Van Aanholt, 24 anni, Paesi Bassi

Come per il Gruppo Mirabaud, il successo dell'equipaggio della Sailing Squad si basa sulla trasmissione delle conoscenze e sulla fiducia tra i vari interlocutori. Nicolas Mirabaud, Managing partner del Gruppo Mirabaud & Cie commenta: "Nel creare questo format, abbiamo inteso offrire a giovani velisti di talento la possibilità di partecipare a una sfida nautica originale e di contare su un coaching eccezionale, in vista della partecipazione al Bol d'Or Mirabaud, una gara da noi sponsorizzata da oltre 15 anni. Si tratta di un'avventura umana e sportiva, basata su valori quali passione, imprenditorialità e spirito di squadra. Per questa seconda edizione della Sailing Squad, siamo lieti di aver riunito quattro giovani donne e di vederle impegnate su un'imbarcazione a foil. Le prime immagini delle sedute di allenamento su questa barca high-tech sono alquanto promettenti".

Shirley Robertson parla del suo ruolo di coach: "Ogni edizione è una sfida perché questi giovani velisti hanno dato ottime prove di sè nella propria disciplina e devono imparare a navigare in un equipaggio unito in poco tempo. È una sfida emozionante sia in termini umani che nautici. Questa esperienza di team-building, davvero arricchente per tutto l'equipaggio, si basa sullo scambio di conoscenze e di tecniche di navigazione, sulla ricerca di soluzioni comuni nonché su momenti di gioia, di passione condivisa, di risate e di una forte motivazione per riuscire insieme". In vista dell'edizione 2022, aggiunge: "Ho fiducia nelle mie compagne di squadra, dotate di molteplici talenti e capacità complementari che sapranno sfruttare a vantaggio dell'energia comune".

L'incontro dell'equipaggio e i primi allenamenti tecnici e di team-building si sono svolti a Valencia nell'aprile 2022. A giugno, le giovani e il loro coach si daranno appuntamento a Ginevra prima della regata Bol d'Or Mirabaud, per una seduta di allenamento sportivo e mentale che precederà il grande giorno. L'11 giugno 2022, l'equipaggio sarà sulla linea di partenza a bordo del Persico 69F.

Vandy studio Sailing SquadS02 Mirabaud
Vandy studio Sailing SquadS02 Mirabaud

Le quattro puntate della seconda stagione della Sailing Squad, precedute da un 'teaser', saranno trasmesse a giugno 2022:

• Teaser : 30 maggio

• 1ª puntata: 2 giugno

• 2ª puntata: 6 giugno

• 3ª puntata: 10 giugno

• 4ª puntata: 15 giugno

A proposito del sostegno alla Sailing Squad 2022, Ricardo Guadalupe, CEO di Hublot, afferma: "Hublot e la vela" è una storia che risale alla creazione medesima di Hublot nel 1980: basti pensare al design emblematico raffigurante l'oblò di una barca che caratterizza la lunetta sormontata da viti. Dal 2012 Hublot sponsorizza la regata Bol d'Or Mirabaud. Nel dare appuntamento a marinai esperti che gareggiano gli uni contro gli altri, contro i venti, ma anche contro se stessi, questa gara rispecchia alla perfezione la filosofia di Hublot. E quest'anno, per noi un'imbarcazione in particolare sarà al centro della contesa, la Sailing Squad: i codici vengono reinterpretati e lasciano il posto all'innovazione a bordo del nuovo Persico 69F con un equipaggio internazionale composto da quattro veliste. Hublot prende di nuovo il largo e mostra la sua predilezione per l'avventura umana".

Il Persico 69F – foiler monoscafo, la barca high-tech di ultima generazione

Il Persico 69F è una barca monotipo in fibra di carbonio lunga 6,90 metri. La barca da gara, costruita in un cantiere navale italiano, si ispira alle imbarcazioni volanti della celebre America's Cup, ragion per cui è soprannominata "l'anticamera dell'America's Cup".

Guidata da un equipaggio esperto, la barca è dotata di cremagliere al posto dei trapezi -in modo da permettere manovre più facili e uno stile di navigazione più sicuro- foil a V e una pala del timone a T. Inoltre, conta una superficie velica di 40 m² di bolina (78 m² sottovento) per un peso di soli 350 kg (più 270 kg con l'equipaggio).

Navigare su una barca a foil consente di volare sulla superficie dell'acqua e di raggiungere velocità fino a 30 nodi (per il 69F il record è di 34,9 nodi). È una barca particolarmente stabile, che richiede una precisione estrema al timone e manovre perfettamente coordinate. Lo spirito di squadra e il perfetto adattamento di ogni membro sono essenziali per consentire a Shirley Robertson di condurre l'equipaggio alla vittoria.

La regata Bol d'Or Mirabaud

Il Bol d'Or Mirabaud è la più importante regata al mondo in bacino chiuso. Lanciata nel 1939, ogni anno accoglie monoscafi e multiscafi in lizza sul lago di Ginevra (Svizzera). Oltre 500 imbarcazioni fanno a gara sul percorso teorico di 123 km (66,5 miglia nautiche) da Ginevra a Bouveret e ritorno.

La regata Bol d'Or Mirabaud 2022 si terrà dal 10 al 12 giugno.

Non mancano di certo le difficoltà: il nutrito numero di barche sulla linea di partenza, i capricciosi venti di montagna che si alternano a periodi di calma o tempeste che, seppur rare, possono essere molto violente, oltre alla durata della gara che prende il via al mattino presto e che spesso finisce a notte inoltrata.

La prima donna a vincere la regata Bol d'Or fu Riquette Thévand, nel 1944. Bisognerà aspettare il 2010 per veder vincere nuovamente una donna, Dona Bertarelli. Per incoraggiare le donne a impegnarsi nel campo della nautica, quest'anno il Gruppo Mirabaud sostiene una squadra tutta al femminile in occasione della seconda edizione di «The Sailing Squad». Il Gruppo si è anche impegnato a sostenere la più giovane velista svizzera che attraverserà l'Atlantico in solitaria: Anaëlle Pattush.

 

PREVIOS POST
Venice Racing Team il prossimo anno nel campionato mondiale di E1
NEXT POST
Italia Yachts e Phi!Number: solo il piacere della regata