La J/70 Cup, in quasi sessanta per il primo evento della stagione

La J/70 Cup, in quasi sessanta per il primo evento della stagione

La J/70 Cup, in quasi sessanta per il primo evento della stagione

Sport

23/04/2024 - 16:12

Pronta a debuttare dal prossimo venerdì 26 maggio in quel di Cala Galera, la J/70 Cup 2024 registra già un record: mai, infatti, nelle edizioni precedenti, l'evento di apertura, da sempre tra i più attesi dai competitors, aveva fatto registrare numeri di tale importanza. La J/70 Italian Class, organizzatrice dell'evento che in Toscana troverà il supporto logistico del Circolo Nautico e della Vela Argentario, ha infatti raccolto cinquantaquattro iscrizioni. Un dato che celebra nel migliore dei modi l'inizio dell'undicesimo anno di attività del sodalizio italiano, oggi guidato da Federico Siragna, che sin dalla sua fondazione è stato tra i partner di riferimento per la J/70 International Class in oaccasione dell'organizzazione di main event internazionali.

Numeri certo agevolati dall’imminenza del J/70 European Championship, previsto sullo stesso campo di regata verso la fine di maggio, ma che confermano il J/70 come unico monotipo "pop", secondo il significato proprio del termine, lanciato nel corso degli ultimi anni.

Quando a muoversi sono tanti, in arrivo da ben quindici Nazioni, è scontato annoverare la presenza di tutti i nomi di prestigio e degli equipaggi destinati a frequentare le parti alte della classifica della J/70 Cup, conquistate lo scorso anno da Notaro Team. L'equipaggio di Luca Domenici, che avrà in pozzetto Diego Negri, ha inaugurato la entry list iscrivendosi per primo, seguito tra gli altri da Wanderlust di Sofia Giondi, vincitrice a Lerici dell'Italiano 2023, da Viva di Alessandro Molla, vincitore della J/70 Cup 2022, e da Patakin di Luis Albert, vincitore all'Argentario nel 2023. E poi ancora da White Hawk di Gianfranco Noè, campione in carica della J/70 Corinthian World Cup, da J-Curve di Mauro Roversi, sempre tra i "top player" della classe, dai veloci spagnoli di Marnatura, guidati da Luis Bugallo, da g-Spottino di Giangiacomo Serena di Lapigio e dalla tre volte campionessa europea Claudia Rossi, al rientro con il suo Petite Terrible Sailing Team powered by Adria Ferries.

Non cambia il format della manifestazione, che vedrà ogni tappa articolarsi su tre giorni di regate e un massimo di otto prove, con primo warning fissato per il venerdì alle 13 e premiazione in programma la domenica. Oltre alla classifica overall, utile per assegnare la J/70 Cup 2024, verranno assegnati riconoscimenti ai migliori team Corinthian (nessun professionista a bordo), One-Pro (un solo professionista a bordo), Mixed-Plus (equipaggio con non più di due maschi a bordo) e Young Crew (equipaggio tutto Under 25).

Appuntamento quindi fissato a Cala Galera a partire dalle 13 di venerdì 26 aprile con i primi incroci della J/70 Cup 2024.

La stagione 2024 di J/70 Italian Class è supportata da Lincoln International, Gottifredi Maffioli, Garmin, Vela Mania, Zhik, UtilGraph, Gin Vento, Cantine Tinazzi e OneOcean Foundation.

PREVIOUS POST
L’innovazione nautica di Ferretti Group al Singapore Yachting Festival
NEXT POST
Fincantieri: approvato il Bilancio di esercizio 2023