Leg 4 Day 14 onboard Team Malizia. Nicolas Lunven on the Nav station.
© Antoine Auriol / Team Malizia / The Ocean Race

Leg 4 Day 14 onboard Team Malizia. Nicolas Lunven on the Nav station. © Antoine Auriol / Team Malizia / The Ocean Race

The Ocean Race: La battaglia verso il traguardo

Sport

07/05/2023 - 17:12

Il livello della competizione resta massimo mentre 11th Hour Racing Team e Team Malizia duellano verso il traguardo. 

"11th Hour Racing Team è a poche miglia di distanza e noi stiamo facendo tutto il possibile per superarlo", ha dichiarato lo skipper di Malizia Will Harris. "La sfida è ancora aperta. È stata una lotta intensa negli ultimi sei giorni o quasi, davvero intensa...

"Siamo molto motivati a continuare a spingere fino alla fine ed è proprio questo il senso di questa regata, spingere sempre un po' di più. Daremo il massimo per batterli a Newport".

Il suo omologo di 11th Hour Racing Team, Charlie Enright, è pronto alla sfida. 

"Come abbiamo visto negli ultimi due giorni, il vantaggio passa da una parte all'altra molto rapidamente", ha detto. "Sembra molto complicato (l'avvicinamento a Newport). Saliamo di bolina, c'è molta pressione e una discreta circolazione della Corrente del Golfo. Dopodiché sarà una vera e propria battaglia con un sacco di cose da gestire, ma le affronteremo e le risolveremo".

"È difficile credere che a meno di mille miglia dall'arrivo ci siano ancora tre giorni di navigazione, ma è così che vanno le cose".

Le previsioni di arrivo per la coppia di testa sono intorno alle 04.00 ora locale di Newport di mercoledì mattina (08.00 UTC). Ma come ha sottolineato Charlie, c'è ancora qualche incertezza nei modelli e le scelte a disposizione di Malizia e di 11th Hour Racing Team potrebbero far spostare la situazione in una direzione o nell'altra. 

Nel primo pomeriggio di domenica, 11th Hour Racing Team ha effettuato una virata verso ovest che può essere considerata solo un'opzione tattica per posizionare meglio la barca in vista delle condizioni meteo a venire, in quanto ha significato navigare leggermente a sud, al costo di alcune miglia verso Newport.

Mentre la barca americana incrociava a un solo miglio di distanza da Team Malizia, Harris ha scelto di seguire la stessa strada. La lotta per il vertice non poteva essere più serrata. E la pressione per i due equipaggi, che devono regatare al massimo delle loro possibilità, non accenna a diminuire.

A circa 8 ore di ritardo dalla coppia di testa, Biotherm continua a lottare con un vento leggero. 

"Non abbiamo molto vento", ha detto Alan Roberts, affacciandosi in coperta, con un mare vitreo tutt'intorno. "Abbiamo appena superato un piccolo fronte e ora abbiamo venti piuttosto leggeri. Dobbiamo entrare nel vento di nord-ovest per continuare a muoverci, ma è parecchio complicato".

Nel frattempo, su Guyot envrionnement - Team Europe, Seb Simon ha festeggiato il suo compleanno, con tanto di torta e candeline e telefonate a casa.

"È un vero piacere che tutti pensino a me... tutte le piccole cose che la gente ha fatto per me oggi, sono molto felice, grazie", ha detto. 

La cosa che lo renderà più felice di tutte è l'aver guadagnato oltre 50 miglia su Biotherm nelle ultime 24 ore. All'aggiornamento delle 14.00 UTC, team Guyot era a meno di 100 miglia di distacco.

PREVIOUS POST
Per una settimana Chioggia capitale della vela
NEXT POST
EurILCA Europa Cup: vincono Cortese, Palanti, Pascali e Peschiera