Simrad Yachting e Amer Yachts insieme per la salvaguardia ambientale

Simrad Yachting e Amer Yachts insieme per la salvaguardia ambientale

Simrad Yachting e Amer Yachts insieme per la salvaguardia ambientale

Accessorio

Da Navico
19/09/2022 - 13:06
advertising

Simrad e Amer Yachts hanno festeggiato insieme al Cannes Yachting Festival l’assegnazione del prestigioso riconoscimento ricevuto per il Green Assistant al Monaco Energy Boat Challange 2022, l’importante kermesse svoltasi a luglio scorso nel principato di Monaco, nel corso della quale Amer Yachts ha partecipato come espositore.

Durante i giorni della manifestazione è stata infatti consegnata a Barbara Amerio, CEO del Gruppo Permare, la Coup de Coer, un premio speciale della giuria, per sottolineare quanto il rapporto virtuoso di un cantiere con i suoi fornitori possa portare a importanti traguardi per la sostenibilità.

In particolare, a suscitare molto interesse è stato il progetto Green Assistant che il cantiere ha sviluppato con Simrad Yachting per le sue imbarcazioni, il quale utilizza la sofisticata piattaforma elettronica Command per creare soluzioni integrate che aiutino il comandante ad avere una condotta in mare il più ecosostenibile possibile.

Jérémie Lagarrigue, a capo della giuria internazionale, ha dichiarato: "Con questo premio, la giuria ha voluto sottolineare l'importanza di essere uniti attorno a un progetto comune per preservare l'ambiente e la soluzione di Simrad Yachting è stata la più rappresentativa di questa riflessione".

Il sistema Green Assistant grazie alla connettività dei dati è in grado di suggerire delle azioni necessarie, o quantomeno consigliate, in merito alle informazioni relative alla posizione, allo stato della barca e alle operazioni che vorrebbe compiere il comandante.

L’utilizzo di Green Assistant, che ha colpito principalmente la giuria e lo stesso Principe Alberto di Monaco durante la visita allo stand Amer Yachts, è legato alla problematica dello scarico delle acque residue dalla costa, un tema molto importante per il Principato di Monaco, ma non solo.

Il sistema, infatti, è in grado di bloccare automaticamente le pompe di scarico se il comandante dovesse scaricare le acque reflue dove non è consentito. La cartografia C-Map, attraverso l’elettronica e la domotica, diventa quindi uno strumento fondamentale per rispettare la legge, quando per esempio si naviga all’interno di un’area marina protetta o in presenza di coste frastagliate, dove è difficile avere un’idea precisa delle miglia.

Il sistema però può fare tanto altro servendosi dell’integrazione Command con la cartografia: per esempio, ridurre la velocità automaticamente se si transita in una zona con limite identificato, come un parco marino, all’entrata di un porto o in una zona dove sono state avvistate le balene; se il sistema capisce che i generatori sono accesi e si sta navigando a motore ad alti regimi consiglia al comandante le azioni correttive, così come le consiglia se rileva che la barca è molto rumorosa (a causa dei motori, ma anche dello stereo per esempio) in una zona protetta.

Tutti i dati raccolti possono poi essere memorizzati e resi disponibili per aggiornare la cartografia, ma anche i database di università e studiosi, come quelli relativi alla rotta e agli avvistamenti dei cetacei.

Barbara Amerio dichiara: “Questa iniziativa dimostra come una collaborazione virtuosa tra cantiere e fornitore possa diventare un modello da seguire, cambiando paradigma: abbiamo dimostrato che ogni singola azione può essere efficace per performare nell'ottenimento degli obbiettivi ESG (Environment, Social, Governance). Sono molto contenta di aver creduto per prima nel progetto e di vederlo realizzato grazie a Simrad. Questo dimostra che una semplice idea può diventare realtà grazie ad un partner eccezionale estremamente sensibile e motivato”.

Oltre alla coppa, il premio è consistito in un assegno di 2000 euro che è stato devoluto dai vincitori alla Prince Albert II of Monaco Foundation.

“La filosofia della Prince Albert II of Monaco Foundation – attenta a promuovere la relazione tra natura e innovazione – si sposa perfettamente con l’heritage e il know how di Simrad, da sempre al servizio di armatori che amano il mare e che quindi lo rispettano. Devolvere il premio alla fondazione è stato quindi un gesto di continuità e di vicinanza tra due realtà diverse, ma che condividono una visione di lungo periodo comune”, commenta Roberto Sesenna, General Manager Simrad Yachting.

advertising
PREVIOS POST
Lo Yacht Club Monfalcone vince la Swan Cup con lo Swan 45 Blue Sky
NEXT POST
Il Défi Azimut di Giancarlo Pedote: bilancio positivo