Buggerru Surf Trophy

Buggerru Surf Trophy

Buggerru Surf Trophy: atleti in gara giovedì 2 e venerdì 3 marzo

Sport

advertising

Le onde di Buggerru sono pronte a tornare in scena per la prima tappa del campionato italiano juniores di surf da onda. Dopo la lettura delle previsioni, il Buggerru Surf Club ha dato il semaforo verde: giovedì due e venerdì tre marzo cinquanta atleti provenienti da tutta Italia si sfideranno al Buggerru Surf Trophy, la prima tappa del tour della Surfing Fisw. 

Il maestrale non ha tradito le aspettative e la Sardegna si conferma ancora una volta una location affidabile sul fronte delle mareggiate: la prima tappa del campionato italiano di surf dedicata alle categorie under 18, under 16, under 14 e under 12, maschili e femminili prende il via a sole 24 ore dall'inizio del waiting period. Una circostanza avvenuta molto raramente all'interno nel mondo delle competizioni di surf della Penisola. 

Buggerru Surf Trophy
Buggerru Surf Trophy

La tappa federale del Buggerru Surf Trophy, prima del circuito composto da quattro gare in totale, vedrà cinquanta atleti sfidarsi tra le onde della spiaggia del paese del Sulcis Iglesiente, famoso per le sue bellezze naturalistiche e per una costa ricca di storia. Il contest, organizzato con il prezioso supporto del Comune di Buggerru e numerosi partner, sarà l'ennesima consacrazione di un territorio votato al turismo sportivo. Con il coinvolgimento di circa duecento persone tra surfisti, coach, accompagnatori e macchina organizzativa, il Buggerru Surf Trophy 2023 avrà come scenario principale l'onda che frange accanto al molo del porto. Un beach break (un frangente su fondale sabbioso) potente e dall'acqua cristallina. L'appuntamento per gli atleti con il primo meeting è fissato alle 9 di giovedì 2 marzo, per una possibile prima batteria alle 9.45. In base alle condizioni effettive del mare sarà deciso l'ordine di gara, che preserverà la sicurezza dei più piccoli e allo stesso tempo permetterà agli atleti più anziani di competere su onde più grandi e poter così esprimere al meglio il proprio surf. 

Buggerru Surf Trophy
Buggerru Surf Trophy

«Ci aspettiamo mare lungo da maestrale – commenta il presidente del Buggerru Surf Club e contest director Simone Esposito – una condizione ideale per il surf da onda. Le previsioni indicano una mareggiata consistente almeno nella prima parte della giornata di giovedì, che andrà piano piano a calare. Avremo complessivamente dieci ore di gara effettiva che ci auguriamo sarà ai massimi livelli».

Oltre alla gara, l'organizzazione quest'anno ha pensato anche a delle iniziative collaterali. Tra queste un approfondimento sulla fluidodinamica computazionale applicata al surf da onda, che si terrà giovedì alle 18,45 nel locale Ex. Riccardo Rossi, fondatore di RED Fluid Dynamics e consulente di Futures Fins, parlerà dell'importanza delle pinne, come funzionano e come poter sceglierle al meglio anche grazie all'approccio scientifico della CFD (la fluidodinamica computazionale, appunto), una tecnologia usata già da decenni in sport come la Formula 1 e l'Americas Cup ed introdotta per la prima volta da RED nel mondo del surf.

PREVIOUS POST
Riva annuncia la vendita del primo Riva 54 metri
NEXT POST
Cantiere delle Marche sulla rotta del futuro con un nuovo azionista