motoryacht Pardo 43

motoryacht Pardo 43

Fjord 42 vs Pardo 43: per Hanse Yachts la sentenza è favorevole

Barca a motore

12/03/2018 - 12:15
advertising

Continua la battaglia legale e mediatica fra il gruppo industriale tedesco Hanse Yachts, proprietario del marchio Fiord, e il Cantiere del Pardo, cui fa capo Pardo Yachts, iniziata poche ore prima dell'apertura del Boot di Dusseldorf, lo scorso gennaio.

Oggetto del contendere è il Pardo 43, secondo i tedeschi un'imbarcazione frutto di plagio nei confronti del loro Fjord 42

Qui i link alle precedenti notizie che hanno visto le due aziende contrapposte:

https://www.pressmare.it/en/shipyards/hanse-yachts-ag/2018-01-21/hanse-yachts-obtains-preliminary-injunction-against-an-itali-11885

https://www.pressmare.it/en/shipyards/pardo-yachts/2018-01-21/cantiere-del-pardo-response-to-the-pardo-43-injunction-by-ha-11886

https://www.pressmare.it/it/cantieri/pardo-yachts/2018-03-08/sentenza-annunciata-il-pardo-43-non-e-plagio-del-fjord-42-12695

Di seguito il comunicato tradotto

La Corte italiana si pronuncia a favore di HanseYachts AG

• Il tribunale italiano conferma l'ingiunzione preliminare contro Cantiere del Pardo S.p.A.

• Il cantiere navale italiano non è autorizzato a fabbricare, promuovere, vendere o trasferire i loro Pardo 43 con effetto in Italia

• Questo comunicato stampa è basato sulla decisione ufficiale del Tribunale di Genova

Greifswald, 09.03.2018.

HanseYachts può annunciare un altro successo nel caso riguardante il Fjord 42 Open. Il 7 marzo il Tribunale di Genova si è pronunciato contro il CdP e ha confermato l'ingiunzione preliminare contro il cantiere navale accusato di plagio. Di conseguenza, per Cantiere del Pardo è ancora "vietato continuare a fabbricare, pubblicizzare, detenere, esibire, promuovere, vendere o trasferire il Pardo 43, azione limitata ai rapporti economici già esistenti o che verranno istituiti in futuro nel territorio italiano", afferma il Tribunale di Genova. La Corte ha anche stabilito che future violazioni dell'ordine comporteranno sanzioni considerevoli per qualsiasi Pardo 43 che sarà venduto o promesso in vendita o promosso. HanseYachts adotterà tutte le misure legali necessarie per far rispettare tale sentenza.

Nella sua decisione la Corte conferma che il comportamento del cantiere italiano è ingiusto e quindi viola le leggi contro la concorrenza sleale. La Corte ha anche riscontrato forti somiglianze tra il Pardo 43 e il Fjord 42. Il comportamento della parte perdente è stato giudicato ingiusto poiché alcune delle caratteristiche rilevate nello yacht frutto del plagio erano l'ovvia conseguenza di suggerimenti e materiale ricevuti da un concessionario Fjord, che è stato al tempo contattato dal cantiere navale italiano per creare rapidamente uno yacht di successo.

"Questa decisione giudiziaria è una pietra miliare per l'industria nautica. È ora che l'immensa quantità di copie si fermi, non solo nell’ambito delle barche a motore ma anche in quello degli yacht a vela. Il compito futuro del settore sarà quello di evitare copie ingiuste come l'imitazione dell'originale Fjord 42, al fine di mantenere un mercato versatile e qualitativamente elevato per i clienti", afferma il Dr. Jens Gerhardt, CEO di HanseYachts AG.

HanseYachts AG è una società quotata in borsa, obbligata per legge a dichiarare la verità. Pertanto confermiamo che le informazioni fornite nel presente comunicato stampa si basano su fatti e decisioni ufficiali del tribunale italiano (numero di caso del Tribunale di Genova: rog. 1239/2018).

 

Qui il testo originale del comunicato, in inglese

Italian Court rules in favour of the HanseYachts AG

• Italian court confirms preliminary injunction against Cantiere del Pardo S.p.A.

• The Italian shipyard is not allowed to i.a. manufacture, promote, sell or transfer their

Pardo 43 with effect in Italy

• This press release is based on the official decision by the Court of Genoa

Greifswald, 09.03.2018. HanseYachts can announce another success in the case concerning the Fjord 42 open. On the 7th of March, the Court of Genoa has ruled against CdP and confirmed the preliminary injunction against the imitating ship yard. As a consequence they are still “forbidden to further manufacture, advertise, hold, exhibit, promote, sell or transfer the Pardo 43, limited to economic relations already existing or that will be instituted in the future in the Italian territory” says the Court of Genoa. The Court also ruled that future breaches of the order will lead to considerable penalties for any Pardo 43 that will be sold or promised for sale or promoted. HanseYachts will take all legal measures necessary in order to enforce this order.

In its decision the Court confirms that the behavior of the Italian shipyard is unfair and thus violates the laws against unfair competition. The Court also saw strong similarities of the Pardo 43 with Fjord 42. The behavior of the losing party was held to be unfair because a number of the features taken over in the imitative yacht were the obvious consequence of suggestions and material received from a Fjord dealer, who was contacted by the Italian ship yard in order to create a successful yacht in a short period of time.

“This court decision is a milestone for the boating industry. It is about time that the immense amount of copying stops, not only in the power boat but also in the sailing yacht sphere. The future task of the industry will be to prevent unfair copies such as the imitation of the original Fjord 42 open, in order to maintain a versatile and high quality market for customers”, says Dr. Jens Gerhardt, CEO of the HanseYachts AG.

The HanseYachts AG is a stocklisted company and we are legally obliged by law to state the truth. We therefore confirm that the information given in this press release is based on facts and official decisions by the Italian court (case number of the Court of Genoa: r.g. 1239/2018).

advertising
PREVIOS POST
Vela: Colaninno (YC Gaeta) vince la Coppa Italia FINN a Napoli
NEXT POST
Pietro Vassena: 70 anni fa l’eroica impresa del batiscafo C3