I dolphin esaltano il cimento di Desenzano del lago di Garda

I dolphin esaltano il cimento di Desenzano del lago di Garda

Sport

16/11/2021 - 13:24
slam
slam

Pioggia (leggera) e vento (discreto) non spaventano i velisti del lago di Garda impegnati nelle due prove d'apertura del Cimento Invernale della Fraglia Vela di Desenzano del Garda con la 30° edizione di questa serie di regate, tornate dopo la pausa dello scorso anno (Causa Covid).

La classe Dolphin 81, la più affollata tra quelle dei Monotipi, ha visto l'affermazione di "Capovento", la carena di Marco Polettini, affidata al figlio Mattia e all'equipaggio che abitualmente regata con "Twister-Sterilgarda" (con i Bocchio, Carè, Mogno). Il team della barca dei Polettini precede in classifica (provvisoria) Umberto Grumelli che ha portato all'esordio il suo rinnovato "Joker" (dal nome della carena che ha poi generato il Dolphin 81), terzi i Campioni d'Italia di "Baraimbo" di Imperadori e Razzi, timoniere Mantù Azzi. Seguono i due gentlemen-skipper (Timonieri/armatori) Giovanni Perani e Franceschino Crippa. Tredici, in totale, i Dolphin 81 sulla linea di partenza. "Miseria Nera" di Acquaviva guida tra i piccoli Meteor precedendo la prima dama, Stefania Mazzoni della Canottieri Garda, terzo Mauro Cantone della pattuglia Trentina che arriva dal lago di Caldonazzo.

I Surprise vedono in testa lo storico "Speedy" di Bruno Bottacini con Daniele Balzanelli al timone. Nell'Orc davanti c'è "Dolce Vita", l'Ufetto 22 del team di casa con Alessandro Archetti e Salvatore Granato. Il Garda di Desenzano tornerà ad ospitare la vela il 20 novembre e il 18 dicembre con il Gel Laser (detto anche il Jazz Laser). In gara ci saranno singoli: Laser (oggi Ilca Standard e Radial ), il glorioso Finn, i sempre attuali Contender; nei doppi si riconfermano con ritrovato entusiasmo i Fireball.

PREVIOS POST
COP26: Italia tra i 19 paesi che si impegnano a creare corridoi marittimi a emissioni zero
NEXT POST
NSS è il terzo dealer al mondo per iscritti al club Lagoon