Nutrimenti Mare

Paolo Casoni racconta la prima parte del giro del mondo

Storia e Cultura

23/06/2022 - 11:10
advertising

Paolo Casoni, chirurgo di Parma, racconta la prima delle due tappe in cui è stato diviso il giro del mondo.


I sogni di un avvicente viaggio si infrangono durante la traversata del Pacifico, dove arriva la notizia della Pandemia da Covid e la 'regata' viene sospesa; l'organizzazione invita a fare rotta diretta a Tahiti dove con- sigliano di lasciare la barca per venire reimpatriati. Il giro si allunga così di altre 1000 miglia, e la barca raggiunge Papeete in 24 giorni di oceano senza sosta. Qui l'equipaggio è confinato in lockdown per 10 settimane e riuscirà a ripartire solo a metà maggio facendo ritorno alle Tuamotu, navigando per 300 miglia contro vento e mare.

Ma la pandemia permetterà comunque di arrivare a Moorea, Raiatea, Tahaa, Bora Bora, in assenza totale di turismo. Un viaggio nel viaggio, la scoperta dell'origine, di luoghi ritornati improvvisamente come 50 anni fa,  la natura che torna selvaggia.

Paolo Casoni, già docente universitario di Chirurgia a Parma, come marinaio ha navigato per centomila miglia in tutti gli angoli del Mediterraneo, sempre accompagnato dalla moglie Cecilia, come skipper delle proprie barche, in sei traversate atlantiche e una traversata dell'Oceano Pacifico da Panama alle Fiji. Con Nutrimenti ha pubblicato Atlantico. Andata e ritorno (2018).
 

advertising
PREVIOS POST
Europeo di Motonautica in Polonia, i fratelli Cremona nella F250
NEXT POST
Tappa Manfredonia Tour Velico, Appuntamento in Adriatico