Yamaha Marine: il 21 agosto parte la nuova avventura in solitaria

Yamaha Marine: il 21 agosto parte la nuova avventura in solitaria

Barca a motore

24/08/2021 - 20:35
rio_yachts
rio_yachts

Gerno di Lesmo (MB), 16 agosto 2021 – Conto alla rovescia per la nuova sfida targata  Yamaha Marine: protagonisti assoluti dell’estate tre diapason sono Simone Zignoli, appassionato di viaggi estremi e avventure spesso legate ad azioni solidali, e una performante WaveRunner Yamaha con la quale si lancerà in un emozionante tour della Sardegna in solitaria che partirà dall’Isola di Culuccia, un vero e proprio paradiso naturale protetto, luogo simbolo della passione per l’avventura e per le esperienze autentiche, interamente gestita secondo i criteri di sostenibilità e rispetto della sua natura e delle sue tradizioni. Le sei tappe – con partenza il 21 di agosto e arrivo l’1 di settembre – che gli permetteranno di circumnavigare l’isola sarda e lo riporteranno alla base saranno seguite da vicino sui social Yamaha attraverso video e immagini dello stesso Simone, come in un vero e proprio diario di viaggio.

“The Mark of Adventure”, il segno dell’avventura, sarà un’esperienza unica immersiva che lascerà tracce sul suo corpo e sul suo spirito, ma mai sull’ambiente: Simone dovrà infatti confrontarsi con la natura, ascoltandola e rispettandola. 

Simone Zignoli, Ambassador Yamaha, noto al grande pubblico per le sue partecipazioni al programma cult delle Iene, – con la spontaneità e sensibilità che lo contraddistinguono – ci renderà spettatori, attraverso i suoi occhi, dello spettacolo della natura nella quale si immergerà completamente: dormendo sulle spiagge, nutrendosi di ciò che la natura saprà donargli, incontrando personaggi e comunità strettamente legate al territorio, e affrontando tutti gli imprevisti che gli si presenteranno davanti senza mai perdere di vista i valori di sostenibilità e il rispetto per l’ambiente. Il tour sarà l’occasione per entrare in contatto con realtà virtuose dell’isola che hanno fatto della sostenibilità il driver per il proprio stile di vita o modello di business.

The Mark of Adventure è una esperienza unica che non perde di vista uno dei temi fondamentali e di indiscussa priorità e attualità: la necessità dell’assunzione individuale e collettiva di un modello di comportamento all’insegna della sostenibilità.

Yamaha ha pensato a questo progetto per introdurre e presentare il proprio piano globale denominato ENVIRONMENTAL PLAN 2050, un piano di sostenibilità che si sviluppa fino al 2050 – nel quale Yamaha si impegna nella riduzione delle emissioni, nel recycling, nell’educational e contestualmente, mette a disposizione le proprie risorse per sostenere attività di terze parti già attive con iniziative concrete di preservazione dell’ambiente e delle biodiversità.

Attraverso il viaggio di Simone, Yamaha vuole diffondere valori di sostenibilità, sfruttando la propria forza comunicativa per fare sensibilizzazione e promuovere l’approccio culturale sul tema.

“L’avventura fa parte del mio DNA, da sempre. Chi mi conosce, sa che mi nutro a pieni polmoni di questo. Viaggiare, scoprire, esplorare, incontrare persone che possano arricchirmi. Amo condividere ogni mio viaggio, ogni mia avventura perché possa essere lo spunto per qualcun altro per “ritagliarsi” la possibilità di vivere emozioni forti ed esperienze uniche. Ma tutto questo sempre nel rispetto e in armonia con la natura, la culla di tutti i miei viaggi” afferma un emozionato Simone Zignoli alla vigilia della partenza.

“Yamaha Motor ha fortemente voluto questo progetto che, ai temi dell’avventura e delle esperienze uniche che i nostri prodotti consentono di vivere, affianca un percorso concreto di sensibilizzazione alla sostenibilità, obiettivo sul quale tutte le aziende saranno chiamate a confrontarsi e a definire il proprio piano di medio lungo periodo”, afferma Andrea Colombi, Country Manager Yamaha Motor Italia.

A partire dall’isola di Culuccia, l’avventura di Simone seguirà un itinerario che andrà a toccare i luoghi più belli della Sardegna, fra i quali Porto Cuau, Feraxi, un passaggio da Cagliari per poi proseguire verso Sant’Antioco e Alghero. 
 

PREVIOS POST
Dal 29 al 31 agosto, il capoluogo sardo ospiterà la 36a Coppa Primavela
NEXT POST
B&G ha presentato ufficialmente la sua app per i velisti