Ulysse Nardin Diver - The Ocean Race © Ulysse Nardin

Ulysse Nardin presenta l'orologio The Ocean Race DIVER

Sport

17/05/2022 - 16:34
advertising

Ulysse Nardin accelera sull'uso di materiali alternativi innovativi, annunciando il lancio del primo modello Diver composto in gran parte da reti da pesca riciclate.

La azienda svizzera produce cronometri marini di incomparabile affidabilità per gli esploratori dal 1846. Oggi i velisti si trovano spesso ad affrontare il problema dell'inquinamento da plastica e le reti da pesca ne sono una fonte significativa: ogni anno ne vengono perse o abbandonate fino a 640.000 tonnellate (secondo le Nazioni Unite), che si aggiungono ai nove milioni di tonnellate di plastica scaricate in mare ogni anno (Science).

"Come possiamo trasformare parte di questa plastica in un oggetto di lusso? Con l'aiuto di start-up come FIL&FAB, siamo riusciti a produrre e vendere orologi ricavati da reti da pesca riciclate.” Ha dichiarato Patrick Pruniaux, CEO di Ulysse Nardin. "Il nostro modo di sensibilizzare le persone su questo tema è l'upcycling. E, in questo processo, la ricerca di fornitori è stata un fattore chiave.”

In questo caso, Ulysse Nardin ha trovato un fornitore in grado di riciclare il materiale derivante dalle reti da pesca dismesse per trasformarlo nel materiale di base per i componenti di The Ocean Race Diver.

“Noi di The Ocean Race navighiamo intorno al mondo dal 1973 e negli ultimi 50 anni come velisti abbiamo visto l'oceano subire un profondo cambiamento,” ha dichiarato Richard Brisius, direttore di The Ocean Race. "Abbiamo capito la necessità di rispettare l'Oceano e di dargli voce per proteggerlo e ripristinarne la salute. Siamo orgogliosi di avere un partner come Ulysse Nardin, che condivide i nostri valori, e di vedere l'innovazione messa in campo per sostenere questi sforzi. Questo orologio innovativo ci ricorda che è il momento di agire.”

Ulysse Nardin Diver - The Ocean Race © Ulysse Nardin
Ulysse Nardin Diver - The Ocean Race © Ulysse Nardin

Nel settembre 2020, Ulysse Nardin ha raggiunto la prima pietra miliare del suo impegno a favore degli oceani e dell'economia circolare (un modello di produzione e consumo che prevede l'utilizzo di materiali e prodotti il più a lungo possibile) con il lancio del cinturino R-STRAP, realizzato interamente con reti da pesca riciclate e utilizzabile con gli orologi Marine, Diver e Freak X.

Nel novembre 2020, il marchio ha lanciato l’innovativo Diver Net, un concept watch sperimentale, ogni elemento del quale è stato progettato per durare nel tempo e per avere il minor impatto possibile sull'ambiente. Un orologio totalmente innovativo e riciclato. Due notevoli passi avanti per il marchio e per l'industria orologiera.

The Ocean Race Diver incarna innovazione e tradizione: il movimento meccanico dell'orologio è costruito sulla tradizione e sul know-how storico dell’azienda, ma il 95% dei componenti proviene da un raggio di 30 km dalla manifattura e la metà di essi da canali di riciclaggio (in particolare acciaio e ottone: Il 100% dei movimenti degli orologi Ulysse Nardin utilizza ottone riciclato).

Il cinturino è interamente riciclato da reti da pesca, trasformate in bobine di filo dall'azienda francese JTTI.

A partire da giugno 2022, The Ocean Race Diver sarà venduto in una confezione originale: un astuccio in R-PET resistente all'acqua inserito in una sacca stagna con materiali provenienti dal mare da Helly Hansen, il fornitore ufficiale di abbigliamento di The Ocean Race.

Discarded fishing nets collected for upcycling. © Ulysse Nardin
Discarded fishing nets collected for upcycling. © Ulysse Nardin
advertising
PREVIOS POST
Garmin Italia sara presente al Salone Nautico di Venezia
NEXT POST
Arca SGR piu’ veloce di Maserati alla Regata dei Tre Golfi