Nel porto di Vado Ligure altre tre gru “di banchina” (STS - Ship to shore)

Nel porto di Vado Ligure altre tre gru “di banchina” (STS - Ship to shore)

APM Terminals: arrivate a Vado Ligure altre tre gru "di banchina"

Portualità

14/06/2019 - 16:31
advertising

Si completa la dotazione iniziale di “ship to shore” che opereranno nel nuovo terminal container

Vado Ligure (Savona), 14 giugno 2019 – Sono arrivate ieri alle 12 nel porto di Vado Ligure altre tre gru “di banchina” (STS - Ship to shore) che andranno a operare nel terminal Vado Gateway la cui apertura è prevista il 12 dicembre 2019. La prima gru era arrivata a dicembre 2018 e ieri la dotazione di STS necessaria per l’apertura del nuovo terminal è stata completata.

Le tre gru hanno toccato il porto di Vado dopo una navigazione di poco meno di due mesi, iniziata a Shanghai il 20 aprile. Come di consueto, le operazioni di sbarco delle gru, molto complesse a causa delle dimensioni, richiederanno fra le due e le tre settimane e saranno seguite da una fase di test che durerà vari mesi.

Le tre STS giunte ieri sono identiche per caratteristiche tecniche a quella già consegnata: altezza oltre 90 metri, peso di circa 1.800 tonnellate e “sbraccio” in grado di manovrare fino a 23 file di container in senso orizzontale. La portata è di 65 tonnellate in configurazione “twin lift” e 100 in configurazione “sotto gancio”. Si tratta di equipaggiamenti di ultima generazione, tecnologicamente avanzati, che rispondono ai più elevati standard di mercato.

Le dimensioni di queste gru, unite a quelle dei fondali del terminal e a banchine di ben 4,5 metri sopra il livello del mare consentiranno di operare a Vado Ligure navi di ultima generazione (ULCS – Ultra large container ships).

 

 

advertising
PREVIOS POST
Dalle frequenze di RTL 102.5 alle librerie: la storia di Nave Vespucci
NEXT POST
Il Cookson 50 Endlessgame tre volte sul podio alla Rolex Giraglia