La passerella galleggiante Walcon Marine sul Canale Porto Antico a Rimini

La passerella galleggiante Walcon Marine sul Canale Porto Antico a Rimini

Walcon inaugura la passerella galleggiante sul Canale Porto Antico a Rimini

Servizio

03/09/2018 - 16:04
advertising

E’ stata inaugurata a Rimini, sabato 1 settembre, alla presenza del sindaco Andrea Gnassi e dell’assessore ai Lavori Pubblici, la nuova passerella galleggiante che collega le banchine di destra e di sinistra del porto antico cittadino, davanti allo storico ponte di Tiberio.

La festa dell’adiacente borgo storico quest’anno è stata intitolata “Che Maraveja - Che meraviglia” perché, dal nuovo pontile galleggiante, il bimillenario ponte di Tiberio apparirà in una prospettiva del tutto nuova ed entusiasmante a disposizione di tutti i riminesi e dei turisti che affollano i tratti del progetto di riqualificazione del bacino già realizzati e che ora, con il taglio del nastro, si è concluso offrendo tutte le sue potenzialità.

Il progetto complessivo è infatti nato per fare del Ponte di Tiberio il centro e la scena per le attività culturali della città e lo fa proponendo una riqualificazione dell’invaso del Ponte e del Canale di ponente, una riorganizzazione complessiva di tutta l’area circostante, che si collega, fisicamente e funzionalmente, con la creazione del Laboratorio Aperto individuato all’interno dell’Ala Moderna del Museo Civico. Un vero e proprio spazio urbano nuovo, di attrazione, ottenuto mediante la realizzazione di percorsi di discesa alle banchine o di attraversamento del Canale – alveo storico del fiume Marecchia, che consentano la piena fruizione di questo straordinario spazio aperto collocato in un contesto storico-monumentale eccezionale, trasformando l’area di influenza del ponte in uno spazio urbano di sperimentazione ed espansione delle attività concepite all’interno del Laboratorio.

Dal balcone aggettante di piazza Pirinela, dove si è tenuta l’inaugurazione, tramite le nuove rampe di discesa alla banchina per l’abbattimento delle barriere architettoniche si giunge alla passerella galleggiante, tratto distintivo e innovativo dell’intero intervento del progetto di riqualificazione del bacino del Ponte di Tiberio.

In particolare, la nuova passerella di collegamento tra banchina destra e sinistra del canale, lunga circa 36 metri e larga 3, con piano di calpestio in doghe di legno di larice siberiano, è resa galleggiante grazie ad unità monoblocco in calcestruzzo con nucleo in polistirolo espanso a cellula chiusa. E’ ancorata a pali tubolari, in acciaio infissi nell’alveo, tramite guide a cerniera così da essere sganciabile da un lato e, tramite rotazione, potrà essere ‘aperto’ ed agganciato alla banchina opposta in senso parallelo e ad essa ancorato, in caso di necessità. L’accesso dalle banchine, al ponte galleggiante, avviene tramite un sistema di passerelle snodate che consente l’accesso anche ai diversamente abili, oltre che passeggini e biciclette.

Anche Rimini ora ha il suo Floating Piers che non ha certo le dimensioni della celebre opera di Christo ma che permetterà a riminesi e turisti di fare suggestive passeggiate sull'acqua dell'antico canale, in una cornice storica d’eccezione.

advertising
PREVIOS POST
Al via l’International Hannibal Classic con la flotta di vele d’epoca
NEXT POST
Nautca Italiana incontra il Ministro Danilo Toninelli al MIT