Scarlino Cup #2, è conclusa con una giornata senza regate

Scarlino Cup #2, è conclusa con una giornata senza regate

Sport

26/09/2021 - 19:53
slam
slam

La Scarlino Cup #2 si è conclusa con una giornata senza regate, a causa del maltempo e della forte brezza da sud-est. Durante il fine settimana sono state disputate un totale di 9 regate. Realteam Sailing è in testa sia alla Scarlino Cup #2 che al TF35 Trophy 2021.
Quasi a voler agevolare la decisione finale della stagione inaugurale della TF35, Scarlino ha offerto una calda brezza tra i 6 e gli 11 nodi, acqua piatta e cielo azzurro sulla scintillante costa toscana per il giorno di apertura delle regate. Dopo due regate di prova, il leader in carica, Realteam Sailing è uscito dai blocchi di partenza rivendicando subito due vittorie nelle prime due regate ufficiali.

Al contrario, il rivale più vicino, Alinghi di Ernesto Bertarelli, ha impiegato più tempo a scaldarsi, iniziando la giornata al terzo posto, arrivando secondo nella seconda prova e chiudendo la giornata con una vittoria.
Condizioni simili per il 2° giorno, che ha visto disputarsi tre regate, prima che il vento iniziasse a soffiare oltre i 16/18 kts, costringendo il Presidente del Comitato di Regata, Benoit Deutsch, a rimandare le regate al giorno successivo.

Bella brezza da sud per il 3° giorno di regata, con condizioni estive, un'altra giornata ottimale nel Golfo di Follonica, per la tappa finale della stagione TF35 ha  che visto Realteam Sailing di Esteban Garcia rivendicare due primi posti in tre regate, estendendo ulteriormente il proprio vantaggio sul gruppo degli inseguitori.
Così, la finale di stagione della TF35 a Scarlino è andata al Realteam Sailing di Esteban Garcia, co-skipper Jérôme Clerc, salito in vetta alla classifica di 8 punti davanti ad Alinghi, inseguito al 3' posto da Spindrift.

L'evento di Scarlino ha visto anche il coronamento della prima edizione del Trofeo TF35, il circuito 2021 della classe t-foil, il cui podio ha coinciso esattamente con quello della tappa: Realteam Sailing, seguito da Alinghi e Spindrift.

Dopo due eventi successivi a Marina di Scarlino, il commento generale degli skipper presenti è stato positivo, e la maggior parte di loro ha potuto affermare un grande miglioramento delle prestazioni dei propri team, grazie alle condizioni di vento costanti del Golfo di Follonica.

"Sul percorso la flotta si sta riorganizzando", ha osservato il Principal Race Officer Benoit Deutsch. "Il livello generale è in crescita evidente, ci sono tre team che spiccano, ma è sempre meno netto il vantaggio. Team Sailfever, Ylliam e Zoulou stanno acquistando consapevolezza e agganciando i primi".

Soddisfazione è stata espressa da Riccardo Bortolotti, Resort Manager di Marina di Scarlino: "È stato un onore ospitare il kick off in mare aperto di questi straordinari catamarani. Abbiamo messo insieme tutti i nostri sforzi per accogliere al meglio le squadre e i proprietari.

La presenza qui ha rappresentato un grande spettacolo, con macchine volanti mai viste prima nelle nostre acque. Speriamo di darvi il benvenuto di nuovo nel prossimo futuro: questo è solo un 'arrivederci'.

Ernesto Bertarelli, skipper di Alinghi e presidente della classe TF35, al termine della la premiazione ha dichiarato: "Anche in occasione di questo secondo evento alla Marina di Scarlino abbiamo potuto regatare in condizioni meteo ideali. Per noi è stato molto importante testare le imbarcazioni in mare confrontandoci con la navigazione con onda che per le barche foiling, in determinate condizioni meteomarine, può rappresentare un problema. Abbiamo imparato molto e torneremo l'anno prossimo, tutti i team sono entusiasti. Abbiamo ricevuto un'accoglienza eccezionale a terra, per questo ringrazio Leonardo Ferragamo e tutto lo staff della Marina di Scarlino, dello Yacht Club Isole di Toscana e quanti hanno contribuito al successo dell'evento e della nostra presenza. Un ringraziamento anche a Omega e PelleP, i partner che supportano la nostra attività."

L'impegno del cantiere Scarlino Yacht Service e della Marina di Scarlino, che hanno saputo gestire una notevole sfida logistica, viste le dimensioni e la delicatezza delle barche in regata, è stato enorme.

Accanto allo yacht club, la consolidata presenza di Rigoni di Asiago, per dare un tocco di dolcezza all'accoglienza dei regatanti, con un occhio sempre attento alla sensibilità ambientale e alla qualità ed etica dei prodotti.

Solo una boccata d'aria fresca, e lo spettacolo tornerà nel Golfo di Follonica, con il Costiere di Scarlino a fare da sfondo, dal 6 al 10 ottobre, per la 44CUP, che vedrà il Campionato del Mondo di Classe RC44.

Scarlino Cup #2, è conclusa con una giornata senza regate
Scarlino Cup #2, è conclusa con una giornata senza regate

PREVIOS POST
Il dirompente approccio progettuale Bluegame al Monaco Yacht Show
NEXT POST
Risultati dei piloti dell’Associazione Motonautica San Nazzaro