Finale in grande dello Yacht Club Isole di Toscana con il TF35 Scarlino

Finale in grande dello Yacht Club Isole di Toscana con il TF35 Scarlino

Finale in grande dello Yacht Club Isole di Toscana con il TF35 Scarlino

Sport

09/10/2022 - 19:58
advertising

Quattro giornate di vento di leggera e media intensità e clima estivo hanno fatto da teatro all'ultima tappa del circuito TF35 Trophy, permettendo la disputa di ben 9 regate per la TF35 Scarlino.
Il Golfo di Follonica ha regalato brezze dai quadranti sud-occidentali tra i 5 e i 14 nodi, fornendo quindi la possibilità ai 6 team in regata di fronteggiarsi in diverse condizioni. Al termine delle 9 prove la vittoria è andata allo svizzero Realteam for Lémah hope, seguito dal connazionale Spindrift e da Alinghi Red Bull Racing.

All'avvio della manifestazione la leadership del circuito (iniziato a maggio e composto di sei tappe, quattro svizzere e due italiane) apparteneva allo svizzero Alinghi Red Bull Racing, incalzato per soli due punti dal connazionale Realteam for Léman hope. Alinghi, con il vantaggio detenuto, si era già assicurato la vittoria, pertanto a poco è valsa la vittoria di tappa del diretto avversario, che non ha potuto che consolidare la seconda posizione. Sul gradino più basso del podio il team di Spindrift.

Si tratta solo di un arrivederci, poichè la spettacolare classe ha annunciato l'intenzione di tornare nuovamente alla Marina di Scarlino nella primavera 2023. Ringraziamenti e soddisfazione, infatti, sono stati espressi da Ernesto Bertarelli in occasione della cerimonia di premiazione, insieme ad un plauso per l'accoglienza del complesso della Marina e alla professionalità di tutti i collaboratori.

Il TF35 permette il decollo con venti anche molto leggeri, garantendo il foiling sia in bolina che nelle andature portanti e adopra un sistema di controllo del volo completamente automatico, utilizzando la più recente tecnologia in tema di foiling, sia al fine di migliorare le prestazioni che per semplificare il foiling ad alta velocità rendendo più facile la gestione.
Ciò si è reso facilmente visibile durante i primi due giorni di regata, dove la brezza è stata molto leggera e le barche hanno potuto comunque volare sull'acqua.

advertising
PREVIOS POST
Barcolana54, vince Deep Blue con l'armatrice Wendy Schmidt
NEXT POST
The Blue Economy Goes Green, ri-pensare la nautica. Convegno, Olbia, 20 ottobre 2022