Rolex Giraglia 2022: le regate costiere scaldano l'atmosfera

Rolex Giraglia 2022: le regate costiere scaldano l'atmosfera

Rolex Giraglia 2022: le regate costiere scaldano l'atmosfera

Sport

12/06/2022 - 19:54
advertising

Partiti! Alle 12:30 di questa mattina è arrivato il colpo di cannone inaugurale sui campi di regata del golfo di Saint-Tropez. Per la prima giornata di prove inshore il vento, inizialmente sui 6 nodi da Est, è salito nel corso della giornata fino a 10/12 nodi da 180°. Flotte impegnate sui percorsi costieri (Gruppi A e B) e sui bastoni davanti alle spiagge (Gruppo 0)

Condizioni ottimali nel golfo con il vento che è andato a salire nel corso della giornata. Partenza regolare per i Gruppi A e B (le barche da 9 a 18 metri) che hanno effettuato la prova di giornata su un percorso costiero di 19 miglia, mentre i più grandi (oltre i 18 metri) hanno disputato due regate sulle boe del campo davanti alla spiaggia di Pampelonne. Qui i grandi Maxi Yacht della Classe 0 si sono affrontati a ritmo serrato su bastoni di circa 3,5 miglia per lato.

Grande soddisfazione per i Presidenti dei due circoli organizzatori, Gerolamo Bianchi dello Yacht Club Italiano e Pierre Roinson della Société Nautique di Saint-Tropez. "Siamo lieti di rivedere le regate costiere della Rolex Giraglia a Saint-Tropez dopo due anni di interruzione a causa della crisi sanitaria – così Pierre Roinson - È sempre un piacere ammirare questa flotta di yacht eccezionali nel porto di Saint-Tropez e, soprattutto, vederli competere durante le regate! Per non parlare della serata di festa organizzata dal partner Rolex. Ideata nel 1952 durante una cena tra lo Yacht Club Italiano e lo Yacht Club de France, questo evento celebrerà il prossimo anno i 70 anni dalla sua prima edizione nel 1953. Il tempo passa, le barche a vela si evolvono, ma lo spirito di coesione tra Francia e Italia resta inalterato, oggi come allora".

"Saint-Tropez ci ha regalato una prima giornata strepitosa – ha commentato Gerolamo Bianchi – ed è con grande piacere ritornare a questa 'normalità' con la nostra regata che è tornata al format che è iniziato nel 1998 e sottolinea il forte legame tra Genova e Saint-Tropez, nel nostro caso un legame sportivo, ma anche storico, visto che nel 1436 un nobile genovese, Raffaele di Garezzio, ricevette il mandato dal Conte di Provenza di ripopolare Saint-Tropez. Sessanta famiglie liguri vennero condotte in Provenza e furono fatte insediare nell'odierno villaggio facendolo così rinascere".

Risultati di giornata: Tra gli IRC, vittoria di giornata per l'A40 Vito 2 di Gianmarco Magrini nel Gruppo 1 e del JPK 10.10 Raging Bee di Jean Luc Hamon nel secondo gruppo. Tra gli ORC, giornata a vantaggio di due barche storiche con il Frers 50 Matrero che si è imposto nel suo gruppo e il One-Tonner Resolute Salmon di Andrea Zaoli che è in testa alla classifica nel gruppo 2.

Sempre sul campo di regata di Pampelonne, questi i vincitori dei rispettivi raggruppamenti al termine delle due prove odierne:

IRC 1: Jethou – Sir Peter Ogden (1,1)
IRC 2: Capricorno – Alessandro Del Bono (1,1)
ORC 0: Leaps & Bound 2 – Jean Philippe Blanpain (1,1)

advertising
PREVIOS POST
Conclusa la terza tappa della TurboCup Ufo22
NEXT POST
Vela Italiano a Baraimbo, 8 regate a Castelletto di Brenzone