Inaugurazione dell'evento di Via Gesù alla presenza di Anna Scavuzzo, Vicesindaco di Milano, con Riccardo e Sciakè Bonadeo

Conclusa con successo la prima edizione della Milano Ocean Week

Ecologia

16/06/2022 - 16:35
advertising

Si è conclusa domenica 12 giugno in Darsena dei Navigli, presso la sede dell'Associazione Marinai d'Italia la prima edizione della Milano Ocean Week, cinque giorni di eventi, incontri, dibattiti, mostre sul mare e sulla sua tutela organizzati da One Ocean Foundation per promuovere la consapevolezza che "Siamo tutti un solo oceano" e quanto i mari siano fondamentali per la vita dell'intero genere umano e non soltanto per le zone costiere. A seguito dell'interesse suscitato da questa prima edizione, la Milano Ocean Week diventerà un appuntamento fisso a partire dal prossimo anno.

L'iniziativa era partita l'8 giugno, Giornata Mondiale degli Oceani, con il coinvolgimento di 250 studenti degli istituti superiori di Milano e Provincia a BAM, per proseguire con mostre e laboratori didattici, mentre la sera del 9 giugno il concerto di Onde Sonore ha riunito nel parco della Biblioteca degli Alberi Milano centinaia di persone. Nel mentre, Ambrogio Beccaria velista oceanico e Ambassador di One Ocean Foundation è stato ospite di Uno Mattina su RAI 1, portando a un pubblico molto ampio le istanze per la tutela del mare. L'attenzione di Ambrogio per gli oceani si sta concretizzando nel suo progetto di vela oceanica "Alla Grande", con Pirelli a bordo come main e lead sponsor.

Il primo giorno della Milano Ocean Week, che si è svolta in concomitanza con la Design Week, si è concluso in centro, nel Quadrilatero della moda. Alle ore 18, la Vicesindaco Anna Scavuzzo ha inaugurato ufficialmente Via Gesù come Via per il Mare - OneOceanStreetMilano, tagliando il nastro blu assieme a Sciakè e Riccardo Bonadeo, presidente di One Ocean Foundation. La storica strada ha cambiato aspetto grazie a un nuovo arredo urbano, 80 fioriere realizzate riciclando 2 tonnellate di reti da pesca abbandonate in mare, una iniziativa dell'Associazione Via Gesù con la start up londinese Supernovas.

BAM - Biblioteca degli Alberi Milano, apertura della Milano Ocean Week con 250 studenti

Il palinsesto della Milano Ocean Week ha visto gli Ocean Talk, a cura del giornalista Fabio Pozzo, ospitati presso la Centrale dell'Acqua di Milano: ad aprire è stato l'incontro con Hugo Vau, il surfista portoghese che ha surfato l'onda più alta del mondo ha parlato del suo rapporto con il mare, così come ha fatto, il giorno successivo, l'apneista Chiara Obino, una delle sole 5 donne al mondo ad essere scese sotto a 100 metri di profondità. A concludere i talk è stato il dialogo, moderato da Pietro Raitano, direttore della Centrale dell'Acqua, tra Sandro Carniel, membro del Comitato scientifico di One Ocean Foundation e autore del libro "Il mare che sale" oltre a numerose altre pubblicazioni, e Ambrogio Beccaria con il suo progetto agonistico di vela in solitario "Alla Grande".

Giorgio Armani ha supportato la Milano Ocean Week organizzando un talk presso Armani/Silos nel corso del quale il Professor Pogutz di SDA Bocconi Sustainability Lab ha presentato le ricerche svolte con One Ocean Foundation per meglio comprendere l'impatto diretto e indiretto che i diversi settori industriali, tra cui il fashion, hanno sui mari del pianeta. Il frutto di queste ricerche si concretizza in un nuovo progetto, ODI – Ocean Disclosure Initiative, che permetterà al mondo delle imprese e agli investitori di valutare l'impatto delle attività d'impresa sull'ecosistema marino. Il dibattito è stato moderato da Stefano Galassi, Innovation Advisor e Ambassador di One Ocean Foundation.

Milano Oceano Week la Fanfara della Marina Militare Italiana in Galleria Vittorio Emanuele a Milano

Domenica 12 giugno la Fanfara della Marina Militare si è esibita in tre diversi punti di Milano. Al mattino tra le promenade di BAM – Biblioteca degli Alberi Milano, come anticipo all'appuntamento Dialoghi per l'Ambiente con Fondazione Corriere della Sera, successivamente tra Piazza della Scala e Piazza Duomo nel pomeriggio, attraversando per la prima volta la storica Galleria Vittorio Emanuele e, infine, in Darsena dei Navigli. La prima edizione della Milano Ocean Week si è conclusa con la firma della Charta Smeralda, il codice etico di One Ocean Foundation, da parte della Associazione Nazionale Marinai d'Italia e della Lega Navale Italiana.

Riccardo Bonadeo, presidente di One Ocean Foundation: "Desidero ringraziare tutti coloro che hanno collaborato a rendere un successo questa prima edizione della Milano Ocean Week, a partire dalle istituzioni che ci hanno garantito il loro supporto, la Prefettura, il Comune di Milano e la Marina Militare. Poi i nostri partner, che ogni anno rinnovano il loro sostegno alle molteplici attività sviluppate dalla Fondazione, i partner della Milano Ocean Week, Giorgio Armani, Pirelli e il Cultural partner Fondazione Catella, con le iniziative condivise all'interno del programma culturale di BAM. Infine, un grazie al Comitato scientifico e agli Ambassador della Fondazione, allo staff e ai tanti ragazzi volontari, da domani cominceremo a lavorare per la seconda edizione che si terrà a giugno 2023".

Anna Scavuzzo, Vicesindaco di Milano: "Ringrazio tutti, ma in particolare i giovani che hanno preso parte numerosi alle tante attività della Milano Ocean Week, un'iniziativa che è andata a integrarsi perfettamente con la settimana del Salone del Mobile e del Fuorisalone. Credo che siamo stati capaci di portare all'interno di queste manifestazioni l'invito al senso di responsabilità verso il mare che ciascuno di noi vuole condividere. Le buone esperienze hanno bisogno di consolidarsi e diventare buone abitudini, Milano non ha il mare ma sono moltissimi i milanesi che amano il mare, quindi lo portiamo noi, certamente ripeteremo questa esperienza dal grande valore educativo".

Ammiraglio di Divisione Pierpaolo Ribuffo, Comandante Marittimo Nord: "La Marina Militare è entusiasta di questa iniziativa, si ama e si protegge solo quello che si conosce e si comprende profondamente, l'opera di diffusione di questa consapevolezza verso il mare da parte di One Ocean Foundation è particolarmente meritoria, dunque come Marina Militare siamo a bordo".

Tram Milano Ocean Week

Milano Ocean Week è una iniziativa di One Ocean Foundation, patrocinata dal Comune di Milano, con il supporto dalla Prefettura di Milano e della Marina Militare, realizzata in collaborazione con il Cultural partner Fondazione Riccardo Catella tramite iniziative all'interno del programma culturale di BAM – Biblioteca degli Alberi Milano, con il Museo di Storia Naturale, l'Acquario civico, la Centrale dell'Acqua di Milano e l'Associazione Nazionale Marinai d'Italia

Oltre ai partner di One Ocean Foundation, l'evento vede il sostegno di Giorgio Armani, che ha da tempo incluso la tutela degli oceani tra i suoi pilastri di sostenibilità. A supportare la prima edizione della Milano Ocean Week c'è anche Pirelli, che considera la sostenibilità un elemento centrale di ogni attività aziendale. La società è inoltre main e lead sponsor del progetto di vela oceanica "Alla Grande" di Ambrogio Beccaria, diventato Ambassador di OOF, grazie a Pirelli, per sviluppare progetti specifici sul tema della tutela del mare.

Partner che supportano One Ocean Foundation in tutte le sue molteplici attività: Rolex, Allianz, Wolf, Land Rover, Intesa Sanpaolo, Pirelli, Esselunga, Rockwool, Yamamay, La Roche-Posay, Vichy, OMR, Pantecnica, Fotoedizioni, Soha.

Milano Ocean Week Participating partners: Supernovas, Aurora, Isola Design District, Brera Design District.

Milano Ocean Week Media partners: Skytg24, Fuorisalone.it, Le Grand Mag, IGP Decaux, AWorld, Studio Borlenghi.

Milano Ocean Week Charity partner: Laureus Italia – Sport for good

Technical partner: Slam

Un ringraziamento particolare a Kurt Arrigo, fotografo e Ambassador di One Ocean Foundation per la gentile concessione dei diritti di utilizzo delle sue immagini.

La Fondazione ha scelto di rendere l'evento Milano Ocean Week, Carbon Neutral. Grazie al nostro partner Up2You, abbiamo calcolato le emissioni di CO2 non riducibili prodotte dalla manifestazione e le abbiamo neutralizzate con progetti certificati secondo i più alti standard internazionali, Verified Carbon Standard e Gold Standard. Questo significa che per ogni chilogrammo di CO2 prodotto dall'evento, altrettanta CO2 verrà catturata, andando così ad azzerare l'impatto dell'evento. Il nostro impegno è visibile su Registry, il registro pubblico di Up2You, dove la quantità di CO2 neutralizzata e i progetti sostenuti sono consultabili pubblicamente. Inoltre, per garantire massima sicurezza e trasparenza, i crediti di carbonio sono certificati su Blockchain.

advertising
PREVIOS POST
In Italia il primo Programma di Sviluppo del kite Paralimpico
NEXT POST
Tutto pronto a Viareggio per la XXXVI Regatalonga Per non Dimenticare