Cav. Massimo Perotti Presidente Sanlorenzo Spa

Sanlorenzo Spa, dati finanziari al 30 settembre 2021: ebitda a 68,6 mln

Servizio

06/11/2021 - 10:31
guidi
guidi

Il consiglio di amministrazione di Sanlorenzoi S.P.A. approva le informazioni finanziarie periodiche al 30 settembre 2021.

Risultati eccellenti con ricavi netti dalla vendita di nuovi yacht a 428,4 milioni di euro (+32,8%) e nuovo record a livello di profittabilità con ebitda a 68,6 milioni di euro (+41,5%)

Backlog record a 1,2 miliardi di euro, elevata visibilità sulla crescita futura guidance 2021 confermata

·        Ricavi netti dalla vendita di nuovi yacht (“Ricavi Netti Nuovo”) a 428,4 milioni di Euro, +32,8% rispetto ai primi nove mesi del 2020, guidati dall’ottima performance delle Americhe e dell’Europa

·        EBITDA rettificato a 68,6 milioni di Euro, +41,5% rispetto ai primi nove mesi del 2020, con un margine sui Ricavi Netti Nuovo in crescita di 100 basis point a 16,0%

·        EBIT a 52,1 milioni di Euro, +57,4% rispetto ai primi nove mesi del 2020, con un margine del 12,2% sui Ricavi Netti Nuovo

·        Risultato netto di Gruppo a 36,8 milioni di Euro, +64,9% rispetto ai primi nove mesi del 2020, con un margine sui Ricavi Netti Nuovo in crescita di 170 basis point a 8,6%

·        Investimenti per 36,7 milioni di Euro, di cui 24,7 milioni di Euro nel terzo trimestre, più che raddoppiati rispetto ai primi nove mesi del 2020, per effetto dell’acquisizione di nuove infrastrutture produttive

·        Posizione finanziaria netta di cassa a 35,2 milioni di Euro, in forte miglioramento rispetto ad un indebitamento finanziario netto di 5,1 milioni di Euro al 30 settembre 2020 ed a una posizione di cassa netta di 3,8 milioni di Euro al 31 dicembre 2020

·        Order intake del terzo trimestre a 381,1 milioni di Euro, che porta il backlog a raggiungere 1,2 miliardi di Euro, con un significativo incremento della quota relativa ai prossimi esercizi 

·        Confermata la guidance, che prevede una crescita a doppia cifra delle principali metriche nel 2021

Ameglia (La Spezia), 4 novembre 2021 – Il Consiglio di Amministrazione di Sanlorenzo S.p.A. (“Sanlorenzo” o la “Società”), riunitosi in data odierna sotto la presidenza del Cav. Massimo Perotti, ha esaminato e approvato le informazioni finanziarie periodiche al 30 settembre 2021.

 Massimo Perotti, Presidente e Chief Executive Officer della Società, ha commentato: "I risultati che approviamo oggi sono una testimonianza della bontà del nostro modello di business e della capacità di Sanlorenzo di navigare con costanza, impegno e determinazione verso obiettivi di medio-lungo periodo. La nostra bussola è una crescita che, se dapprima definivo garbata, ora considero “eloquente”. L’ottima performance delle vendite si realizza anche grazie alla sostenuta proposta di nuovi modelli che ha caratterizzato tutto l’anno in corso: anche al recente evento di Fort Lauderdale, dopo le premiere di Cannes, abbiamo presentato in anteprima mondiale il nuovo asimmetrico della famiglia Sanlorenzo, SL106A, oltre al debutto americano del SL96A e del BGX70. Dopo i saloni nautici internazionali abbiamo messo in cantiere ordini che arrivano a 1,2 miliardi di Euro, con tre nuove linee già annunciate per il 2022.

Ai risultati di prodotto affianchiamo grande attenzione alle performance economiche e di sostenibilità: la crescita dell’EBITDA e dei principali indicatori finanziari nei nove mesi dell’anno ci fornisce un’importante visibilità sulla crescita futura, confermando Sanlorenzo Maison di lusso nel settore dello yachting.»

RICAVI NETTI NUOVO CONSOLIDATI

I Ricavi Netti Nuovo[1] dei primi nove mesi del 2021 ammontano a 428,4 milioni di Euro, di cui 164,8 milioni di Euro generati nel terzo trimestre, in crescita del 32,8% rispetto a 322,6 milioni di Euro dello stesso periodo del 2020.

In un contesto di forte accelerazione del mercato, questi risultati sono legati sia ad un aumento dei volumi in conseguenza dell’elevata raccolta di nuovi ordini, sia all’incremento dei prezzi medi di vendita, in particolare di superyacht, reso possibile dal posizionamento high-end del marchio, con un mix di prodotto che presenta un’aumentata incidenza di yacht di maggiori dimensioni in tutte le divisioni.

La Divisione Yacht ha generato Ricavi Netti Nuovo per 263,3 milioni di Euro, pari al 61,5% del totale, in crescita del 30,0% rispetto ai primi nove mesi del 2020. Gli ottimi risultati di vendita hanno interessato tutte le gamme di prodotto, e in particolare la linea SX, con l’SX112 introdotto nel 2020, la linea SD, con il nuovo SD118 presentato al Cannes Yachting Festival e i modelli asimmetrici della linea SL.

La Divisione Superyacht ha generato Ricavi Netti Nuovo per 133,2 milioni di Euro, pari al 31,1% del totale, in crescita del 33,5% rispetto ai primi nove mesi del 2020, trainati dalla linea Steel e dalla nuova gamma X-Space, che sta raccogliendo un notevole consenso commerciale ancor prima del lancio, previsto nel 2022.

La Divisione Bluegame ha generato Ricavi Netti Nuovo per 31,9 milioni di Euro, pari al 7,4% del totale, in crescita del 57,6% rispetto ai primi nove mesi del 2020, in particolare grazie alla linea BGX, con l’introduzione del secondo modello BGX60 lanciato nel 2020, e alle prime vendite del nuovo modello BG72 recentemente presentato al Cannes Yachting Festival.

L’Europa ha registrato Ricavi Netti Nuovo pari a 224,3 milioni di Euro (di cui 44,2 milioni di Euro generati in Italia), con un’incidenza del 52,3% sul totale, in crescita del 20,5% rispetto ai primi nove mesi del 2020.

Le Americhe hanno registrato Ricavi Netti Nuovo pari a 102,7 milioni di Euro, con un’incidenza del 24,0% sul totale, in crescita del 120,7% rispetto ai primi nove mesi del 2020, con risultati eccellenti negli Stati Uniti.

L’area APAC ha registrato Ricavi Netti Nuovo pari a 70,6 milioni di Euro, con un’incidenza del 16,5% sul totale, in crescita del 17,4% rispetto ai primi nove mesi del 2020, trainati dalle vendite a Hong Kong.

L’area MEA ha registrato Ricavi Netti Nuovo pari a 30,8 milioni di Euro, con un’incidenza del 7,2% sul totale e in leggera crescita rispetto ai primi nove mesi del 2020.

RISULTATI OPERATIVI E NETTI CONSOLIDATI

L’EBITDA rettificato[2] è pari a 68,6 milioni di Euro, in crescita del 41,5% rispetto a 48,5 milioni di Euro nei primi nove mesi del 2020. Il margine sui Ricavi Netti Nuovo è pari al 16,0%, in aumento di 100 basis point rispetto allo stesso periodo del 2020.

L’EBITDA[3], comprensivo delle componenti non ricorrenti legate ai costi non monetari del Piano di Stock Option 2020 e alle spese sostenute per il COVID-19, ammonta a 67,9 milioni di Euro, in crescita del 43,3% rispetto a 47,4 milioni di Euro nei primi nove mesi del 2020.

Il significativo e costante incremento dei risultati operativi è legato alle efficienze generate dall’ottimizzazione della nuova capacità produttiva ed al conseguente maggiore assorbimento dei costi fissi. La marginalità beneficia inoltre del cambiamento nel mix di prodotto a favore di yacht di maggiori dimensioni in tutte le divisioni e dell’incremento dei prezzi medi di vendita, pur in presenza di un aumento dei costi legati alle materie prime.

L’EBIT è pari a 52,1 milioni di Euro, in crescita del 57,4% rispetto a 33,1 milioni di Euro nei primi nove mesi del 2020. L’incidenza sui Ricavi Netti Nuovo aumenta dal 10,3% nel 2020 al 12,2% nel 2021, a fronte di un incremento del 10,6% degli ammortamenti che si attestano a 15,8 milioni di Euro, per effetto della messa a regime degli investimenti finalizzati allo sviluppo dei nuovi prodotti e all’incremento della capacità produttiva.

Il risultato ante imposte è pari a 51,3 milioni di Euro, in crescita del 62,5% rispetto a 31,6 milioni di Euro nei primi nove mesi del 2020.

Il risultato netto di Gruppo raggiunge 36,8 milioni di Euro, in crescita del 64,9% rispetto a 22,3 milioni di Euro nei primi nove mesi del 2020. L’incidenza sui Ricavi Netti Nuovo aumenta di 170 basis point dal 6,9% nel 2020 all’8,6% nel 2021.

RISULTATI PATRIMONIALI E FINANZIARI CONSOLIDATI

Il capitale circolante netto al 30 settembre 2021 risulta negativo per 7,7 milioni di Euro, in diminuzione di 26,9 milioni rispetto al 31 dicembre 2020 (19,3 milioni di Euro) e di 35,3 milioni di Euro rispetto al 30 settembre 2020 (27,6 milioni di Euro).

Le rimanenze sono pari a 68,1 milioni di Euro, in diminuzione di 14,1 milioni di Euro rispetto al 31 dicembre 2020 (82,2 milioni di Euro) e di 25,0 milioni di Euro rispetto al 30 settembre 2020 (93,2 milioni di Euro). Le rimanenze di prodotti finiti sono pari a 26,8 milioni di Euro e comprendono 8,1 milioni di Euro riferiti a yacht usati già venduti alla chiusura del periodo per consegna nei mesi successivi.

L’andamento del capitale circolante netto è coerente con le dinamiche di stagionalità del settore, anche in considerazione della concentrazione delle consegne degli yacht nel corso dei mesi estivi, e risulta positivamente influenzato dalla crescita del portafoglio ordini.

Gli investimenti ammontano a 36,7 milioni di Euro, di cui 24,7 milioni di Euro realizzati nel corso del terzo trimestre, più che raddoppiati rispetto a 17,3 milioni di Euro nei primi nove mesi del 2020, comprendenti 21,9 milioni di Euro destinati all’incremento della capacità produttiva e 10,6 milioni di Euro dedicati allo sviluppo prodotto. In particolare, nel corso del terzo trimestre sono state concluse tre acquisizioni di infrastrutture industriali adiacenti ai cantieri della Società a Viareggio, Massa e La Spezia, per un importo complessivo di 19,2 milioni di Euro (inclusi i costi di transazione), che comporteranno un significativo incremento della capacità produttiva per rispondere all’accelerazione delle vendite.

La posizione finanziaria netta[4] è pari a 35,2 milioni di Euro di cassa (3,8 milioni di Euro di cassa netta al 31 dicembre 2020 e 5,1 milioni di Euro di indebitamento finanziario netto al 30 settembre 2020), con un miglioramento di 40,2 milioni di Euro rispetto all’esercizio precedente dovuto alla forte generazione di cassa a livello operativo, pur in presenza di ingenti investimenti.

Le disponibilità liquide ammontano a 139,1 milioni di Euro (94,4 milioni di Euro al 31 dicembre 2020 e a 100,9 milioni di Euro al 30 settembre 2020). La liquidità complessiva disponibile al 30 settembre 2021 è pari a 270,9 milioni di Euro, inclusi affidamenti bancari non utilizzati per 131,8 milioni di Euro[5].

Il backlog[7] del Gruppo al 30 settembre 2021 ammonta a 1.191,9 milioni di Euro, in crescita di 521,7 milioni di Euro rispetto al dato al 30 settembre 2020 (670,2 milioni di Euro) e di 783,1 milioni di Euro rispetto al dato al 31 dicembre 2020 (408,8 milioni di Euro). L’order intake dei primi nove mesi del 2021 è pari a 783,1 milioni di Euro, di cui 381,1 milioni di Euro nel terzo trimestre.

Nel corso del terzo trimestre, la crescita del portafoglio ordini è stata guidata dalla straordinaria performance della Divisione Superyacht e dal riscontro, estremamente positivo, ricevuto a seguito dei tre saloni nautici che si sono svolti nel mese di settembre (Cannes Yachting Festival, Salone Nautico di Genova e Monaco Yacht Show), che hanno visto l’avvio di numerose trattative commerciali, parzialmente già concluse con la firma dei contratti di vendita, riguardanti in particolare i prodotti recentemente lanciati (SL90 Asymmetric, SL120 Asymmetric, SD118 per la Divisione Yacht e BG72 per Bluegame) e la nuova gamma X-Space della Divisione Superyacht che verrà presentata nel 2022.

L’importo del backlog lordo riferito all’esercizio in corso, pari a 570,6 milioni di Euro, copre la guidance per il 2021 relativa ai Ricavi Netti Nuovo. Risulta inoltre essere importante la visibilità sui ricavi relativi agli esercizi successivi, complessivamente pari a 621,2 milioni di Euro, favorita da un’incrementata incidenza di yacht di maggiori dimensioni per tutti i segmenti, con date di consegna fino al 2024. La solidità del portafoglio ordini è confermata da una copertura da parte di clienti finali di circa il 91%.

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE E GUIDANCE

La dinamica di forte crescita del mercato della nautica si sta consolidando con il passare dei mesi, favorita, nel segmento lusso, dall’ampliamento della potenziale clientela derivante dalla costante crescita degli Ultra High Net Worth Individual, in termini sia di numero che di ricchezza, in particolare negli Stati Uniti e in APAC.

In questo contesto, Sanlorenzo continua a beneficiare delle caratteristiche uniche del suo modello di business: posizionamento high-end del brand, imbarcazioni sempre all’avanguardia dell’innovazione, realizzate con un approccio sartoriale rigorosamente su misura per una selezionata cerchia di clienti, stretto legame con l’arte e il design, distribuzione attraverso un numero ristretto di brand representative, struttura flessibile dei costi.

La crescita attesa, in parte già riflessa nel backlog al 30 settembre 2021, è favorita da un robusto piano di espansione delle gamme di prodotti, che prevede il lancio nel 2022 di tre nuove linee – SP (“Smart Performance”), X-Space e BGM (Bluegame Multi-hull) – con le quali Sanlorenzo entra in nuovi segmenti di mercato, caratterizzate da funzionalità inedite e fortemente ispirate a criteri di sostenibilità. Sono questi i principi che guidano anche le attività di Ricerca e Sviluppo, focalizzate oggi in particolare sulle tematiche dello yacht diesel elettrico e dell’impiego marino delle fuel cell, attività che riceverà una forte accelerazione grazie allo strategico accordo in esclusiva con Siemens Energy.

Parallelamente, il Gruppo sta rafforzando l’offerta della Divisione High-End Services creata nel 2020, interamente focalizzata sulla proposta di un pacchetto di servizi destinati esclusivamente ai clienti Sanlorenzo, tra i quali leasing e finanziamenti su misura, la prima flotta charter monomarca (Sanlorenzo Charter Fleet), servizi di manutenzione, restyling e refitting (Sanlorenzo Timeless) e programmi di formazione per i membri degli equipaggi presso la Sanlorenzo Academy.

Prosegue inoltre il programma di costante incremento della profittabilità operativa, favorito dalle efficienze generate dall’ottimizzazione della capacità produttiva, in ulteriore espansione grazie agli investimenti realizzati nel terzo trimestre per rispondere all’accelerazione delle vendite, e dall’aumento dei prezzi delle nuove commesse.

Per tutto quanto sopra, anche in virtù di un backlog riferito al 2021 pari a 570,6 milioni di Euro, la Società conferma la guidance[8] per l’esercizio in corso che prevede una crescita a doppia cifra delle principali metriche.

* * *

In data odierna alle 16:00 CEST il management di Sanlorenzo terrà una conference call per presentare agli analisti finanziari e agli investitori istituzionali i risultati dei primi nove mesi del 2021. La conference call può essere seguita in diretta al seguente link:

https://us02web.zoom.us/j/82075211405?pwd=T0J6Q2kyc0VxSE1jSnpzZTF2RWVSUT09

La documentazione di supporto sarà pubblicata nella sezione “Investors/Eventi e presentazioni” del sito internet della Società (www.sanlorenzoyacht.com) prima della conference call.

* * *

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari Attilio Bruzzese dichiara ai sensi e per gli effetti dell’art. 154-bis, comma 2, del D. Lgs. n. 58 del 1998 (“TUF”) che l’informativa contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

Il presente documento contiene dichiarazioni previsionali (“forward-looking statements”), relative a futuri eventi e risultati operativi, economici e finanziari del Gruppo Sanlorenzo. Tali previsioni hanno per loro natura una componente di rischiosità e incertezza, in quanto dipendono dal verificarsi di eventi e sviluppi futuri.

 Nel presente documento vengono utilizzati alcuni indicatori alternativi di performance. Gli indicatori rappresentati non sono identificati come misure contabili nell’ambito degli IFRS e, pertanto, non devono essere considerati come misure alternative a quelle fornite dagli schemi di bilancio. Il management ritiene che tali indicatori siano un importante parametro per la valutazione dell’andamento economico e finanziario del Gruppo.

 Le informazioni finanziarie periodiche al 30 settembre 2021 non sono soggette a revisione contabile.

 

 

PREVIOS POST
A Riva del Garda il Trofeo Paola e Campionato di distretto Ilca
NEXT POST
Transat Jacques Vabre: gli obiettivi a bordo di Prysmian Group