Sanlorenzo approvato il bilancio consolidato al 31 dicembre 2021

Sanlorenzo approvato il bilancio consolidato al 31 dicembre 2021

Superyacht

10/03/2022 - 18:36
mangusta
mangusta

Il Consiglio di Amministrazione di Sanlorenzo S.p.A. (“Sanlorenzo” o la “Società”), riunitosi in data odierna sotto la presidenza del Cav. Massimo Perotti, ha esaminato e approvato il bilancio consolidato e il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2021.

Massimo Perotti, Presidente e Chief Executive Officer della Società, ha commentato:
«Oggi consegniamo agli Azionisti e al mercato non solo risultati che ancora una volta superano le promesse, ma, in un
contesto geopolitico doloroso e complesso, confermiamo anche le previsioni per il futuro. Come non mai, infatti, il modello di business di Sanlorenzo prova la sua resilienza: la solidità del portafoglio ordini è garantita da vendite per il 91% verso clienti finali, ampiamente coperte da significativi anticipi.

Marginale la nostra esposizione verso i clienti russi, che rappresenta solamente il 7,7% del backlog ed è distribuita su tre
esercizi. Abbiamo infatti saputo cogliere la forte accelerazione di altre aree geografiche, in cui tutte le tre divisioni del
Gruppo sono cresciute in modo organico, a partire dagli Stati Uniti, mercato strategico nel quale abbiamo realizzato le
migliori performance. A tali eccellenti risultati commerciali si è accompagnata una marcata generazione di cassa, che ci
permette di proporre un dividendo doppio rispetto allo scorso anno, al limite massimo del valore distribuibile in base alla
policy della Società.

In questo quadro rassicurante, mentre assistiamo con vicinanza ad un’immane tragedia nel cuore della nostra Europa,
monitoriamo e valutiamo costantemente l’evoluzione degli eventi, consapevoli che la forza di Sanlorenzo, dimostrata anche durante la pandemia, ci rende capaci di affrontare le sfide più difficili, grazie anche e soprattutto al contributo di tutti coloro che lavorano in e per Sanlorenzo, senza la cui dedizione qualsiasi sforzo diventerebbe velleitario.»

Ricavi netti nuovo consolidati
I Ricavi Netti Nuovo1 dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2021 ammontano a 585,9 milioni di Euro, in crescita del 28,0% rispetto a 457,7 milioni di Euro nel 2020. In un contesto di forte accelerazione del mercato, questi risultati sono legati sia ad un aumento dei volumi per l’elevata raccolta di nuovi ordini, sia ad un incremento dei prezzi medi di vendita a partire dalla tarda primavera dell’anno, in ragione del posizionamento commerciale della Società. La Divisione Yacht ha generato Ricavi Netti Nuovo per 362,8 milioni di Euro, in crescita del 23,9% rispetto al 2020, in tutte le linee di prodotto.

Eccellenti le performance della Divisione Superyacht, con Ricavi Netti Nuovo in crescita del 31,8% rispetto al 2020 a 179,0 milioni di Euro, trainati dalla Linea Steel, la gamma di maggiori dimensioni, e dalla nuova Linea X-Space, che sta raccogliendo un notevole consenso commerciale ancor prima del lancio. Continua l’affermazione di Bluegame con Ricavi Netti Nuovo pari a 44,1 milioni di Euro, in crescita del 51,5% rispetto al 2020, in particolare grazie al grande successo della Linea BGX.

La suddivisione per area geografica evidenzia un’elevata crescita delle Americhe, pari al 65,3% rispetto al 2020, in particolare degli Stati Uniti, mercato strategico per il Gruppo.

Risultati operativi e netti consolidati

L’EBITDA rettificato2 è pari a 95,5 milioni di Euro, in crescita del 35,3% rispetto a 70,6 milioni di Euro nel 2020. Il margine sui Ricavi Netti Nuovo è pari al 16,3%, in aumento di 90 basis point rispetto al 2020. L’EBITDA3 , comprensivo delle componenti non ricorrenti legate ai costi non monetari del Piano di Stock Option 2020 e alle spese sostenute per il COVID-19, ammonta a 94,6 milioni di Euro, in crescita del 36,7% rispetto a 69,2 milioni di Euro nel 2020. Il costante incremento della profittabilità operativa è legato al cambiamento nel mix di prodotto a favore di yacht di maggiori dimensioni in tutte le divisioni e all’incremento dei prezzi medi di vendita. Pur in presenza di uno scenario inflattivo negli ultimi mesi dell’anno, l’impatto dell’aumento dei prezzi delle materie prime resta limitato, anche in ragione della prevalenza della manodopera nella struttura dei costi di produzione. Sempre più strette sono le partnership con i fornitori, per assicurare l’approvvigionamento di materiali e componenti chiave ad un prezzo prestabilito attraverso alla sottoscrizione di contratti pluriennali. I risultati operativi continuano, inoltre, a beneficiare delle efficienze generate dall’ottimizzazione della nuova capacità produttiva e dal conseguente maggiore assorbimento dei costi fissi. L’EBIT è pari a 72,2 milioni di Euro, in crescita del 47,2% rispetto a 49,0 milioni di Euro nel 2020. Il margine sui Ricavi Netti Nuovo è pari al 12,4%, in aumento di 170 basis point rispetto al 2020, a fronte di un incremento dell’11,0% degli ammortamenti che si attestano a 22,4 milioni di Euro, a seguito della messa a regime dei rilevanti investimenti finalizzati allo sviluppo dei nuovi prodotti e all’incremento della capacità produttiva. Gli oneri finanziari netti sono pari a 1,2 milioni di Euro, in diminuzione del 46,6% rispetto al 2020, per effetto delle migliori condizioni applicate dagli istituti finanziari e al positivo rifinanziamento di alcune linee di credito. Il risultato ante imposte è pari a 71,0 milioni di Euro, in crescita del 51,4% rispetto a 46,9 milioni di Euro nel 2020. Il risultato netto di Gruppo raggiunge 51,0 milioni di Euro, in crescita del 47,8% rispetto a 34,5 milioni di Euro nel 2020. Il margine sui Ricavi Netti Nuovo è pari all’8,7%, in aumento di 120 basis point rispetto al 2020.

Risultati patrimoniali e finanziari consolidati

Il capitale circolante netto risulta negativo per 2,7 milioni di Euro, in diminuzione di 22,0 milioni di Euro rispetto al
31 dicembre 2020.

Le rimanenze sono pari a 68,3 milioni di Euro, in diminuzione di 13,9 milioni di Euro rispetto al 31 dicembre 2020.
Le rimanenze di prodotti in corso di lavorazione e semilavorati ammontano a 31,8 milioni di Euro, in diminuzione di 13,4 milioni di Euro rispetto al 31 dicembre 2020, riflettendo l’evoluzione crescente del portafoglio ordini. Le rimanenze di prodotti finiti sono pari a 28,0 milioni di Euro e comprendono 12,7 milioni di Euro riferiti a yacht usati già venduti alla chiusura dell’esercizio per consegna nei mesi successivi.

Gli investimenti ammontano a 49,2 milioni di Euro, in crescita del 59,7% rispetto a 30,8 milioni di Euro nel 2020, di cui 26,7 milioni di Euro destinati all’incremento della capacità produttiva, con l’acquisizione di tre infrastrutture industriali nel terzo trimestre, e 17,5 milioni di Euro allo sviluppo di nuovi prodotti e all’introduzione di innovazioni e tecnologie volte a ridurre l’impatto ambientale degli yacht.

La posizione finanziaria netta4 al 31 dicembre 2021 è positiva per 39,0 milioni di Euro, rispetto a 3,8 milioni di Euro al 31 dicembre 2020. La forte generazione di cassa, anche in presenza di ingenti investimenti e del pagamento dei dividendi, deriva principalmente dall’incremento dei volumi e dagli anticipi legati alla robusta raccolta ordini. Le disponibilità liquide al 31 dicembre 2021 ammontano a 141,6 milioni di Euro, rispetto a 95,0 milioni di Euro al 31 dicembre 2020. La liquidità complessiva disponibile è pari a 272,0 milioni di Euro, inclusi affidamenti bancari non utilizzati per 130,5 milioni di Euro5.

L’indebitamento finanziario è pari a 102,6 milioni di Euro, di cui 33,5 milioni di Euro correnti e 69,1 milioni di Euro
non correnti. Le passività finanziarie per leasing incluse ai sensi dell’IFRS 16 ammontano a 4,8 milioni di Euro.

Backlog
Il backlog netto al 31 dicembre 2021, dedotti i Ricavi Netti Nuovo realizzati nel corso dell’esercizio, ammonta a 915,6 milioni di Euro, più che raddoppiato rispetto a 408,8 milioni di Euro al 31 dicembre 2020. La positiva dinamica del portafoglio ordini è proseguita nel 2022, con una raccolta ordini pari a 181,5 milioni di Euro nei primi due mesi7 , che porta il backlog al 28 febbraio 2022 a raggiungere 1.097,1 milioni di Euro, coperti per il 91% da clienti finali.

L’importo del backlog riferito al 2022, pari a 622,6 milioni di Euro, copre l’86% dei Ricavi Netti Nuovo previsti per l’esercizio in corso. Importante, inoltre, la visibilità sugli esercizi successivi, complessivamente pari a 474,5 milioni di Euro, favorita da un’incrementata incidenza di yacht di maggiori dimensioni con consegne fino al 2025.

Conflitto tra Russia e Ucraina
In considerazione del conflitto tra Russia e Ucraina, la Società rende noto che il backlog al 28 febbraio 2022 include l’esposizione a clienti di nazionalità russa su tre contratti di vendita di superyacht, che incidono per il 7,7% del totale venduto, distribuito su tre esercizi.
Si precisa che si tratta di soggetti non colpiti da sanzioni internazionali, i cui pagamenti risultano regolari, e che alla data odierna nessun ordine è stato cancellato. La Società considera comunque il relativo rischio molto limitato, in virtù delle numerose richieste del mercato, in particolare da parte di potenziali clienti europei e americani.

Evoluzione prevedibile della gestione
La dinamica di forte espansione della nautica continua ad essere supportata, nel segmento lusso, dalla costante crescita degli Ultra High Net Worth Individual (UHNWI), in termini sia di numero che di ricchezza, in particolare in Nord America e in APAC. L’ampliamento della potenziale clientela si accompagna a un sensibile aumento della propensione all’acquisto, spinta dalla rinnovata attenzione verso la qualità della vita, e dalla ricerca di libertà e sicurezza, esigenze che uno yacht può soddisfare.

Sanlorenzo continua a beneficiare delle caratteristiche uniche del suo modello di business: posizionamento highend del brand, imbarcazioni esclusive, sempre all’avanguardia dell’innovazione, realizzate rigorosamente su misura, stretto legame con l’arte e il design, distribuzione attraverso un numero ristretto di brand representative, struttura flessibile dei costi. La strategia del Gruppo, al fine di continuare a creare valore in modo responsabile, si fonda sulle seguenti direttrici
di sviluppo.

Rafforzamento della presenza in nord America e in APAC
Mercati caratterizzati da un forte potenziale derivante da un’elevata crescita attesa degli UHNWI, Nord America e APAC rappresentano aree strategiche per la crescita futura del Gruppo. Negli Stati Uniti tramite la controllata Sanlorenzo of the Americas con yacht progettati e costruiti per il mercato americano, Sanlorenzo intende rafforzare la propria presenza con iniziative commerciali e di marketing dedicate e un servizio post-vendita locale. Tale modello di presenza diretta potrà essere replicato in APAC nel medio termine, con la costituzione di Sanlorenzo APAC.

Evoluzione dei prezzi di vendita dei superyacht
A fronte di un 2021 senza eguali e in un segmento in accelerazione, Sanlorenzo intende allineare progressivamente i prezzi di vendita dei superyacht ai migliori cantieri nord-europei, in particolare nel segmento al di sopra di 500GT.

Costante espansione del portafoglio prodotti, con l’introduzione di innovazioni e tecnologie sostenibili
Il robusto piano di espansione delle gamme di prodotti prevede il lancio di tre nuove linee, una per ciascuna divisione (SP Line per la Divisione Yacht, X-Space Line per la Divisione Superyacht e BGM per Bluegame) con le quali Sanlorenzo entra in nuovi segmenti di mercato ad alto potenziale, con proposte inedite e fortemente ispirate a criteri di sostenibilità.

L’introduzione di innovazioni e tecnologie volte a ridurre l’impatto ambientale degli yacht è al centro delle attività di Ricerca e Sviluppo, focalizzate oggi sull’impiego marino delle fuel cell, attività in forte accelerazione grazie allo strategico accordo in esclusiva con Siemens Energy.

Potenziamento dell’offerta di high-end services
Coerente con la filosofia di ricerca della massima eccellenza e con il suo posizionamento di mercato, il Gruppo sta rafforzando l’offerta di High-End Services, interamente focalizzata sulla proposta di un pacchetto di servizi destinati esclusivamente ai clienti Sanlorenzo, tra i quali leasing e finanziamenti su misura, il primo programma al mondo di charter monobrand (Sanlorenzo Charter Fleet), servizi di manutenzione, restyling e refitting (Sanlorenzo Timeless) e programmi di formazione per i membri degli equipaggi presso la Sanlorenzo Academy. Il potenziamento della value proposition nel campo dei servizi si pone l’obiettivo di incrementare la fidelizzazione dei clienti esistenti e attrarne di nuovi, con un approccio made-to-measure a 360°, in cui all’eccellenza della manifattura, l’elevata qualità, l’innovazione e il design si accompagna l’esclusività del rapporto con il cliente.

Guidance 2022
Alla luce dei risultati consolidati al 31 dicembre 2021 e tenuto conto della successiva evoluzione della raccolta ordini, la Società conferma la guidance per l’anno 20228 , che prevede nuovamente una crescita a doppia cifra dei principali indicatori finanziari, includendo la stima del risultato netto di Gruppo per l’esercizio in corso.

Bilancio di esercizio della Capogruppo Sanlorenzo S.P.A
Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre approvato il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2021 della capogruppo Sanlorenzo S.p.A., che evidenza Ricavi Netti Nuovo pari a 533,1 milioni di Euro, in aumento del 29,0% rispetto al 2020.

L’EBITDA rettificato è pari a 85,2 milioni di Euro, in crescita del 29,0% rispetto al 2020, con un margine sui Ricavi Netti Nuovo del 16,0%. L’EBITDA, comprensivo delle componenti non ricorrenti prevalentemente legate ai costi non monetari del Piano di Stock Option 2020 e alle spese sostenute per il COVID-19, ammonta a 84,3 milioni di Euro, in crescita del 30,4% rispetto al 2020.

L’EBIT ammonta a 63,7 milioni di Euro, in crescita del 36,0% rispetto al 2020 e pari all’11,9% dei Ricavi Netti Nuovo, a fronte di ammortamenti pari a 20,6 milioni di Euro, aumentati del 15,7% rispetto al 2020, per la messa a regime degli ingenti investimenti. Il risultato ante imposte è pari a 62,9 milioni di Euro, in crescita del 38,8% rispetto al 2020. Le imposte sul reddito ammontano a 18,5 milioni di Euro, in crescita di 7,2 milioni di Euro rispetto a 11,3 milioni di Euro nel 2020.

Il risultato netto raggiunge 44,4 milioni di Euro, in crescita del 30,5% rispetto a 34,0 milioni di Euro nel 2020, con un margine dell’8,3% sui Ricavi Netti Nuovo. La Società ha riportato al 31 dicembre 2021 un patrimonio netto pari a 226,3 milioni di Euro rispetto a 192,4 milioni di Euro alla fine dell’esercizio precedente e una posizione di cassa netta pari a 45,0 milioni di Euro rispetto a 12,8 milioni di Euro al 31 dicembre 2020.

Dichiarazione consolidata non finanziaria 2021
Il Consiglio di Amministrazione ha esaminato e approvato la Dichiarazione Consolidata Non Finanziaria 2021, predisposta come relazione distinta dal bilancio in conformità a quanto previsto dal D. Lgs. 254/2016. La Dichiarazione Consolidata Non Finanziaria 2021, redatta in conformità ai Global Reporting Initiative Standards (GRI Standards), contiene informazioni sull’attività del Gruppo Sanlorenzo relativamente ai temi ambientali, sociali, attinenti al personale, al rispetto dei diritti umani e alla lotta contro la corruzione attiva e passiva.
Anche quest’anno, il Gruppo persegue un equilibrio tra obiettivi finanziari, ambientali e sociali e incoraggia il coinvolgimento di tutti i propri dipendenti nel contribuire alla responsabilità aziendale per uno sviluppo sostenibile.
È questo il senso dello «Sviluppo Responsabile» che Sanlorenzo si è posta come requisito essenziale del proprio agire.

Proposta di destinazione degli utili
Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all’Assemblea degli Azionisti il pagamento di un dividendo, relativo all’esercizio 2021, pari ad Euro 0,60 per azione, che corrisponde a un pay-out di circa il 40% del risultato netto di Gruppo, il massimo distribuibile in base alla politica di distribuzione dei dividendi approvata in data 9 novembre 2019.

Ove approvato dall’Assemblea, il dividendo sarà messo in pagamento in data 4 maggio 2022, con stacco cedola il 2 maggio 2022 e record date il 3 maggio 2022.

Programma di acquisto di azioni proprie
Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di sottoporre agli Azionisti la richiesta di autorizzazione ai sensi del combinato disposto degli articoli 2357 e 2357-ter del codice civile, nonché dell’articolo 132 del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, ad effettuare operazioni di acquisto e disposizione di azioni proprie della Società. L’autorizzazione verrà richiesta per l’acquisto, anche in più tranche, di azioni ordinarie, fino a un numero massimo di 3.453.550 azioni, corrispondente al 10% del capitale sociale al 28 febbraio 2022, per un periodo di 18 mesi a far data dalla relativa delibera autorizzativa dell’Assemblea Ordinaria. Alla data odierna, la Società detiene n. 58.666 azioni proprie (pari allo 0,170% del capitale sociale sottoscritto e versato) acquistate in attuazione della delibera autorizzativa dell’Assemblea Ordinaria degli Azionisti del 31 agosto 2020, programma di acquisto che si è concluso in data 28 febbraio 2022.

Altre delibere
Il Consiglio di Amministrazione ha approvato la Relazione sul governo societario e gli assetti proprietari ai sensi dell’articolo 123-bis del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e la Relazione sulla politica in materia di remunerazione e sui compensi corrisposti ai sensi dell’articolo 123-ter del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58.

Convocazione dell’assemblea ordinaria degli azionisti
Il Consiglio di Amministrazione ha conferito i poteri al Presidente e Chief Executive Officer per convocare nei termini di legge l’Assemblea Ordinaria degli Azionisti in prima convocazione il 28 aprile 2022 per l’approvazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2021 e della proposta di destinazione dell’utile, per l’autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie, per deliberare sulla Relazione sulla politica in materia di remunerazione e sui compensi corrisposti, nonché sul rinnovo delle cariche sociali.

L’avviso di convocazione dell’Assemblea e tutti i documenti inerenti saranno messi a disposizione del pubblico, nei termini di legge, presso la sede legale della Società in via Armezzone 3, Ameglia (SP), nella sezione “Corporate Governance” del sito internet della Società e sul meccanismo di stoccaggio eMarket STORAGE.

 

 

PREVIOS POST
La Squadra Agonistica del CVR, tra preparazione e regate
NEXT POST
Pianosi e Giacomoni nelle squadre nazionali FIV per il 2022