Tempo Piegato di Arcangelo Sassolino ad Art Basel in Basel 2022

Tempo Piegato di Arcangelo Sassolino ad Art Basel in Basel 2022

Lifestyle

16/06/2022 - 18:23
advertising

Sanlorenzo torna a Basilea per prendere parte ad Art Basel, la principale fiera del mercato internazionale d'arte moderna e contemporanea, dal 16 al 19 giugno. Sanlorenzo è host partner dal 2018 e ad ogni edizione presenta un progetto speciale e personalizzato in collaborazione con un artista contemporaneo internazionale.

Ad Art Basel in Basel 2022, Sanlorenzo presenta l'opera Tempo Piegato di Arcangelo Sassolino, uno degli artisti italiani contemporanei di riferimento che ha appena rappresentato Malta alla 59. Esposizione Internazionale d'Arte - La Biennale di Venezia 2022 con l'installazione immersiva Diplomazija astuta. Il progetto presentato a Basilea, è stato concepito appositamente per Sanlorenzo, ed è a cura di Flash Art, la prima e più importante rivista d'arte contemporanea in Europa.

"Mi chiedo che senso abbia produrre ancora forme: che senso ha lavorare sulla scultura? Costruisco macchine e dispositivi con l'intenzione di rivelare il potenziale che è intrinseco nella natura di ogni materiale."
Arcangelo Sassolino

Tensione, costrizione, fragilità e performatività della materia sono gli assiomi da cui prende forma Tempo Piegato, un'opera volta a sondare il limite ultimo della resistenza e, più in generale, delle possibilità del divenire. La lastra di vetro viene infatti colta nel palpito che precede l'imminenza della distruzione del materiale, nel momento del suo massimo stress, manifestando così uno stato di sospensione e imponderabilità. É proprio in questo suo essere-nel-conflitto tra due forze, che si traduce la sua condizione di esistenza. La contraddizione viene accettata e in questo modo si istituisce un pensiero ecologico capace di superare le dicotomie forza e fragilità, distruzione e resistenza. L'opera incontra così la visione di Sanlorenzo: una sintesi perfetta di bellezza contemporanea, design e tecnologia avanzata.

Il vocabolario visivo di Arcangelo Sassolino è allo stesso tempo etologico e meccanizzato, poetico e minaccioso, e spinge i materiali oltre i propri limiti fisici per dimostrare il processo di divenire e non-divenire del Modernismo. Le sue sculture cinetiche impiegano materiali e tecnologie industriali per studiare le conseguenze strazianti e distruttive della società contemporanea, che nell'auto-sostenersi rifugge dall'empatia e dalla solidarietà. Mettendo insieme l'esperienza di ingegneri industriali e meccanici, le opere di Sassolino coinvolgono lo spettatore nella tensione e nell'attesa insite nel linguaggio estetico viscerale delle sue sculture.
L'artista lavora con Galleria Continua, San Gimigniano; Les Moulins, Pechino, Havana, Roma, San Paolo e Parigi; Galleria dello Scudo, Verona; A Arte Invernizzi, Milano.

Sanlorenzo incarna un'incessante ricerca orientata al futuro, una sintesi sofisticata di design, tecnologia e ingegneria, un equilibrio poetico tra estetica e tecnica, dove l'uomo incontra la natura nella libertà del mare e degli elementi. Queste le basi per la creazione di Sanlorenzo Arts, un contenitore attivo e interattivo di progetti legati al mondo dell'arte e del design, che affronta temi come la sostenibilità, l'ambiente, la tecnologia, la natura, il mare e, soprattutto, l'uomo, in modi originali e pieni di risorse, grazie alla sensibilità di artisti, designer, architetti e creativi. Sanlorenzo Arts si pone come vero produttore di cultura e design, per ideare, supportare e diffondere questi valori nel mondo.

advertising
PREVIOS POST
Il piccolo GerrisTender incontra il colosso Azimut Benetti: al via la costruzione
NEXT POST
Massiccia partecipazione alla Defi Wind 2022, 1.200 i surfisti al via