Sanlorenzo: risultati preliminari consolidati 2022

Sanlorenzo: risultati preliminari consolidati 2022

Sanlorenzo: risultati preliminari consolidati 2022

Superyacht

09/02/2023 - 16:24
advertising

Il Consiglio di Amministrazione di Sanlorenzo S.p.A. ("Sanlorenzo" o la "Società"), riunitosi in data odierna sotto la presidenza del Cav. Massimo Perotti, ha esaminato i risultati consolidati preliminari al 31 dicembre 2022.

Massimo Perotti, Presidente e Chief Executive Officer della Società, ha commentato:

«Con orgoglio Sanlorenzo presenta oggi straordinari risultati, raggiunti insieme a tutti gli stakeholder del Gruppo. A cominciare dall'intera squadra di Sanlorenzo, che voglio ringraziare per la determinazione e l'impegno: senza il contributo di ognuno, questo non sarebbe stato possibile.

Siamo stati in grado di trasmettere la nostra passione per il successo, di proporre sempre prodotti eccellenti non solo per qualità e design, ma anche per i contenuti tecnologici e di reale sostenibilità. Non nascondo la nostra ambizione di essere pionieri nel settore ed è per questo che abbiamo stretto alleanze con i più grandi player al mondo nel campo dell'energia delineando il percorso verso la carbon neutrality. La nostra responsabilità si concretizza in un impegno a 360 gradi, con obiettivi che dichiariamo e risultati che misuriamo e rendicontiamo nella nostra Dichiarazione Non Finanziaria. Questo ci è valso il riconoscimento "Sustainability Excellence Award 2022" e il premio "Best Performance Award 2022/2023".

Abbiamo finalizzato importanti operazioni, tra cui alcune acquisizioni strategiche, grazie alle quali abbiamo aggiunto tasselli significativi per la realizzazione della nostra strategia, che vede nella supply chain e nei servizi driver fondamentali per rafforzare il nostro modello di business, per la crescita da qui al 2030. Siamo infatti solo all'inizio di una nuova fase di sviluppo, di cui daremo dettaglio fra qualche settimana nel nostro piano di crescita per i prossimi tre anni, nel segno della continuità e della leadership acquisita a livello internazionale.»

Analisi dei ricavi netti nuovo

I Ricavi Netti Nuovo[2] dell'esercizio chiuso al 31 dicembre 2022 ammontano a 740,7 milioni di Euro, in crescita del 26,4% rispetto a 585,9 milioni di Euro nel 2021. Nel quarto trimestre, i Ricavi Netti Nuovo sono pari a 196,6 milioni di Euro, in crescita del 24,9% rispetto a 157,5 milioni di Euro dello stesso periodo del 2021.

In una dinamica positiva del mercato, questi importanti risultati beneficiano di un mix favorevole legato sia all'aumento dei volumi, che ha comportato anche una crescita delle dimensioni medie degli yacht in ciascuna business unit, sia all'incremento dei prezzi di vendita.

Guida la crescita la Divisione Yacht, che registra Ricavi Netti Nuovo pari a 464,5 milioni di Euro, in aumento del 28,0% rispetto al 2021, grazie agli acclamati modelli asimmetrici delle linee SL e SD.

La Divisione Superyacht registra Ricavi Netti Nuovo pari a 200,2 milioni di Euro, in crescita dell'11,9% rispetto al 2021, trainata dalla linea Steel, la gamma di maggiori dimensioni.

Continua la forte accelerazione di Bluegame con Ricavi Netti Nuovo pari a 76,0 milioni di Euro, in aumento del 72,2% rispetto al 2021, supportata dai nuovi modelli della linea BG.

Trasversale alle divisioni è il successo commerciale dei nuovi prodotti, sia di quelli di recente lancio, in particolare l'SD90/s e l'SP110, che dei modelli che verranno presentati nel corso del 2023, quali l'X-Space, l'SX100 e l'innovativa gamma BGM (Bluegame multi-hull).

Nella suddivisione per area geografica, l'Europa, ancora una volta, si conferma il mercato principale, in crescita del 29,1% rispetto al 2021, con un eccellente risultato dell'Italia, in crescita del 56,8% a 102,4 milioni di Euro. Incrementi a doppia cifra sono stati registrati anche nei mercati strategici delle Americhe, in crescita del 25,3%, in particolare dei paesi del Nord, e dell'area APAC, in crescita del 22,5%, trainata dalle vendite a Hong Kong, anche a seguito dell'allentamento delle misure restrittive legate al COVID-19.

Risultati Operativi

L'EBITDA rettificato[3] è pari a 130,2 milioni di Euro, in crescita del 36,3% rispetto a 95,5 milioni di Euro nel 2021. Il margine sui Ricavi Netti Nuovo è pari al 17,6%, in aumento di 130 basis point rispetto al 2021.

L'EBITDA[4], comprensivo delle esigue componenti non ricorrenti legate ai costi non monetari del Piano di Stock Option 2020 e alle spese sostenute per il COVID-19, ammonta a 129,6 milioni di Euro, in crescita del 37,0% rispetto a 94,6 milioni di Euro nel 2021.

Il costante incremento della profittabilità operativa è legato al cambiamento del mix di prodotto a favore di yacht di maggiori dimensioni in ciascuna divisione (yacht al di sopra di 100 piedi e superyacht della linea Steel da 50 a 73 metri) e al progressivo incremento dei prezzi medi di vendita avviato nella primavera del 2021. La marginalità operativa beneficia inoltre di un maggior assorbimento dei costi fissi legato all'aumento dei volumi e delle efficienze derivanti dalla messa a regime della nuova capacità produttiva.

L'aumento dei costi delle materie prime e dell'energia, che nel quarto trimestre è stato limitato e in taluni casi ha mostrato inversioni di tendenza, ha avuto un impatto contenuto e più che compensato dall'aumento dei listini di vendita. L'approvvigionamento di materiali e lavorazioni viene gestito diversificando i fornitori e privilegiando contratti pluriennali con prezzi prestabiliti, anche grazie all'ottimizzazione della pianificazione produttiva derivante dall'ingente portafoglio ordini e alla strategia di verticalizzazione nelle filiere chiave intrapresa a partire dal 2022.

Investimenti

Gli investimenti ammontano a 50,0 milioni di Euro, a parità di perimetro di consolidamento, in crescita dell'1,5% rispetto a 49,2 milioni di Euro nel 2021.

Includendo l'effetto dell'ingresso nel perimetro di consolidamento delle società Polo Nautico Viareggio, I.C.Y. S.r.l. e Equinoxe S.r.l. gli investimenti del 2022 sono pari a 59,0 milioni di Euro, in crescita del 19,8% rispetto al 2021, di cui 34,3 milioni di Euro destinati ad aumentare la capacità produttiva a supporto della crescita dei ricavi e 19,5 milioni di Euro per le attività di sviluppo prodotto e ricerca legati all'introduzione di nuovi modelli altamente sostenibili.

Posizione Finanziaria Netta

La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2022 è positiva per 100,3 milioni di Euro, in aumento di 61,3 milioni di Euro rispetto a 39,0 milioni di Euro al 31 dicembre 2021. Il continuo miglioramento della posizione finanziaria netta è conseguenza della forte generazione di cassa operativa risultante dall'incremento dei volumi e dagli anticipi legati alla robusta raccolta ordini, pur considerando gli investimenti, l'acquisizione di partecipazioni e il pagamento di dividendi.

Le disponibilità liquide e mezzi equivalenti ammontano a 146,3 milioni di Euro (141,3 milioni di Euro al 31 dicembre 2021). A partire dal primo semestre del 2022, in considerazione della continua forte generazione di cassa, il Gruppo ha inoltre implementato una strategia di gestione prudente e diversificata della liquidità, con investimenti finanziari complessivamente pari a 55,5 milioni di Euro al 31 dicembre 2022.

L'indebitamento finanziario è pari a 101,4 milioni di Euro, di cui 52,2 milioni di Euro correnti e 49,3 milioni di Euro non correnti. Le passività finanziarie per leasing incluse ai sensi dell'IFRS 16 ammontano a 7,8 milioni di Euro.

Backlog

L'order intake del quarto trimestre, pari a 159,1 milioni di Euro, si va ad aggiungere ai 735,6 milioni di Euro dei primi nove mesi dell'anno, per un totale di 894,7 milioni di Euro di nuovi ordini raccolti nel corso del 2022. Si tratta di un eccellente risultato a conferma del persistere, nel segmento lusso, di una domanda molto robusta che sembra indifferente all'attuale contesto geopolitico e macroeconomico e che continua a superare l'offerta. Ne è conseguenza il generale allungamento delle date di consegna, fattore che ha contribuito alla progressiva normalizzazione della raccolta ordini.

Il backlog[5] netto al 31 dicembre 2022, dedotti i Ricavi Netti Nuovo realizzati nel corso dell'esercizio, ammonta a 1.069,6 milioni di Euro, rispetto a 915,6 milioni di Euro al 31 dicembre 2021, per il 93% venduto a clienti finali.

Ancor prima dell'inizio dell'anno, l'importo del backlog riferito al 2023, pari a 617,4 milioni di Euro, permette una copertura estremamente elevata dei ricavi attesi nell'esercizio in corso (83,4% se calcolata sui ricavi del 2022).

La visibilità sui ricavi degli esercizi successivi, con ordini per 452,2 milioni di Euro oltre il 2023, raggiunge il livello più alto di sempre, sia in valore assoluto che in proporzione al portafoglio ordini totale, favorita dall'aumento delle dimensioni medie delle imbarcazioni e dal generale allungamento delle date di consegna – sold-out fino al 2026 per i superyacht –, fenomeno che, a seguito della rilevante raccolta ordini degli ultimi due esercizi, è esteso anche ai modelli di misura ridotta.

Road to 2030: Aggiornamento su Sostenibilità & Tecnologia

In occasione del Boot Düsseldorf che si è tenuto dal 21 al 29 gennaio 2023, la Società ha illustrato gli avanzamenti del percorso strategico decennale che vede in sostenibilità & tecnologia, insieme alla supply chain e ai servizi, driver fondamentali di sviluppo. Nonostante lo yachting incida solo per lo 0,22% sul totale delle emissioni GHG dell'intero settore dello shipping[6], l'introduzione di innovazioni e tecnologie volte a ridurre l'impatto ambientale degli yacht rappresenta la priorità per il dipartimento Ricerca e Sviluppo del Gruppo Sanlorenzo, con progetti di assoluta innovazione tecnologica in collaborazione con i maggiori player del settore dell'energia.

Nell'ambito dell'accordo esclusivo sottoscritto con Siemens Energy per lo sviluppo e l'integrazione di moduli combinati di reformer/fuel cell per le utenze di bordo su yacht tra 24 e 80 metri di lunghezza, è stata avviata la fase di testing dei primi moduli reformer/fuel cell. Al momento si sta procedendo all'approntamento dei componenti del sistema completo che a inizio 2024 verrà installato a bordo della prima unità 50Steel. Questa innovativa applicazione rappresenterà il primo passo concreto nella generazione di potenza carbon neutral originata da combustibili di nuova generazione (e-methanol e bio-methanol) per l'intera industria nautica.

Il secondo passo allo studio è lo sviluppo di un sistema di generazione di energia che renda possibile la navigazione a bassa velocità e ampio raggio in condizioni di carbon neutrality, tramite il sistema di propulsione ibrido.

É un superyacht alimentato unicamente a metanolo verde il traguardo finale per Sanlorenzo, la vera risposta alla richiesta di sostenibilità del settore. La generazione della potenza necessaria alla navigazione alla massima velocità non sarà più vincolata a motori diesel, si baserà su una combinazione di fuel cell e motori a combustione interna alimentati a metanolo verde.

Bluegame, parallelamente, sta avanzando sui due rivoluzionari progetti basati sull'utilizzo dell'idrogeno: BGH, il cui varo è previsto nell'estate del 2023, e il successivo BGM65HH.

Il BGH è stato scelto dal New York Yacht Club quale "chase boat" per affiancare American Magic durante la 37ma edizione dell'America's Cup che si terrà a Barcellona nel 2024. BGH volerà a 50 nodi sui foil spinto da una propulsione esclusivamente ad idrogeno, quindi a zero emissioni esattamente come la velocissima imbarcazione da regata che accompagnerà, ma senza bisogno del vento.

Il BGM65HH (hydrogen-hybrid), il cui varo è previsto per il 2026, grazie all'accordo con Volvo Penta, installerà il nuovo sistema pilota di propulsione IPS ibrida, che verrà combinato con fuel cell ad idrogeno sviluppate a partire dal progetto della "chase boat" per America's Cup.

advertising
PREVIOS POST
La collezione Primavera Estate SS23 North Tech di North Sails
NEXT POST
Ferretti Group annuncia il nuovo accordo di dealership con Yachts & Co