Al via la quinta edizione de Le Vele d’Epoca nel Golfo

Al via la quinta edizione de Le Vele d’Epoca nel Golfo

Al via la quinta edizione de Le Vele d’Epoca nel Golfo

Sport

22/05/2023 - 16:00

Dal 26 al 28 maggio 2023 le imbarcazioni storiche tornano ad animare il Golfo della Spezia in occasione della quinta edizione de “Le Vele d’Epoca nel Golfo”. Il concentramento della flotta avverrà presso le banchine del borgo ligure delle Grazie di Porto Venere, dove potranno essere ammirate da chiunque. La categoria ‘Vele Storiche’ consentirà di regatare in tempo reale senza Certificato di Stazza. Due Trofei Challenge commemoreranno Gianfranco Vecchio e Roberta Talamoni, personaggi che hanno contribuito alla diffusione della cultura del mare. Lo Sport Velico della Marina Militare sarà rappresentato da Grifone e dalla neo-restaurata Penelope. La manifestazione è organizzata dal Circolo Velico La Spezia con il supporto dell’Associazione Italiana Vele d’Epoca, del Comitato Internazionale del Mediterraneo e la collaborazione tecnica dell’Associazione Forza e Coraggio.

LE VELE D’EPOCA NEL GOLFO” QUINTA EDIZIONE

Fare base in uno dei borghi marinari più belli d’Italia e regatare in uno dei golfi più protetti. Questa la formula che in pochi anni ha reso “Le Vele d’Epoca nel Golfo” uno degli appuntamenti preferiti dagli armatori e appassionati di imbarcazioni storiche. Dal 26 al 28 maggio 2023 le banchine delle Grazie di Porto Venere, nel Golfo della Spezia e già noto come il ‘Porto delle vele d’epoca’, ospiteranno la quinta edizione della manifestazione organizzata dal Circolo Velico La Spezia con il supporto dell’Associazione Italiana Vele d’Epoca (www.aive-yachts.org), del Comitato Internazionale del Mediterraneo e la collaborazione tecnica dell’Associazione Forza e Coraggio. Due le regate previste, con l’immancabile cena equipaggi organizzata sabato sera sotto la pinetina di fronte agli ormeggi. Oltre ai premi di categoria verrà assegnato il Trofeo Challenge intitolato al compianto Gianfranco Vecchio, attribuito al primo classificato delle imbarcazioni d’Epoca, e il Memorial Roberta Talamoni, già Segretario Generale dell’AIVE, scomparsa quest’anno che tanto aveva animato il mondo della vela spezzina. Il Memorial verrà consegnato all’equipaggio con la più larga componente femminile e alla Talamoni sarà dedicata una breve cerimonia di commemorazione in mare. “Le Vele d’Epoca nel Golfo” si svolge in collaborazione con la città di Porto Venere, l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale Porti di La Spezia e Marina di Carrara, Assonautica Provinciale La Spezia, Vele Storiche Viareggio, Portovenere Srl Servizi Portuali e Turistici, Pro Loco delle Grazie, Cantiere della Memoria, Gruppo Fotografico Obiettivo Spezia e Acquadimare.net

LA CATEGORIA ‘VELE STORICHE’ PER CHI NON HA IL CERTIFICATO DI STAZZA

Alle “Vele d’Epoca nel Golfo” potranno partecipare gli Yacht in legno o in metallo di costruzione anteriore al 1950 (Yacht d’Epoca) e al 1975 (Yacht Classici), nonché le loro repliche individuabili secondo quanto disposto dal “Regolamento per la stazza e le regate degli Yacht d’Epoca e Classici - C.I.M." e che siano in possesso di un certificato CIM in corso di validità. A queste potranno aggiungersi i Classic IOR, yacht varati tra il 1970 e il 1984 in buono stato di manutenzione che abbiano già avuto un certificato IOR in passato e che siano in possesso di un certificato CIM in corso di validità e gli Yacht “Vele Storiche” secondo la definizione dell’Associazione Vele Storiche Viareggio (www.velestoricheviareggio.org), che correranno in tempo reale. In quest’ultimo caso si tratta di una valida opportunità per tante imbarcazioni che, pur senza possedere un Certificato di Stazza, desiderano vivere da protagonisti un raduno di vele d’epoca e magari in futuro decidere di correre in categorie più competitive.

LE IMBARCAZIONI

Tra le imbarcazioni già iscritte alle “Vele d’Epoca nel Golfo” anche due barche storiche della Marina Militare, il 5.50 Metri Stazza Internazionale Grifone del 1963, che festeggia 60 anni dal varo, e Penelope, fresca di restauro, un classe “Palinodie” del 1965 progettata dagli statunitensi Sparkman & Stephens e costruito presso l’Arsenale della Marina Militare della Spezia insieme alle gemelle Nausicaa, Calypso e Galatea. Esordio alla manifestazione per lo sloop Aton varato nel 1975, progetto numero 54 dello yacht designer triestino Carlo Sciarrelli costruito in alluminio dal Cantiere Scardellato di Treviso. Tra le altre iscritte Alcyone (varo 1952 su progetto del 1948), Mä Vista (1972), Gazell (1935), Mariaganciona (1974), Caligu Terzo Rabbit (1965), Ilda (1946), Crivizza (1966), appena uscita dal cantiere viareggino Del Carlo dopo un importante refitting, Margaret (1925), Mabelle (1973), Airone V (1972) e Gioconda (1973).  

I 100 ANNI DI BARBARA E LA FANFARA DEI BERSAGLIERI

Tra gli eventi di questa edizione de “Le Vele d’Epoca nel Golfo” c’è il compleanno centenario di Barbara, yawl bermudiano varato nel 1923 dal cantiere inglese Camper & Nicholsons su progetto di Charles E. Nicholson. Alla barca, tornata a navigare nel 2018 dopo un restauro completato dal cantiere navale Francesco Del Carlo di Viareggio, è dedicata una mostra allestita presso il Cantiere della Memoria, probabilmente il più piccolo museo navale del mondo, fondato nel 2016 dal giornalista spezzino Corrado Ricci e situato di fronte alla banchina del raduno. Sabato pomeriggio 27 maggio alle 17.30 la Fanfara dei Bersaglieri, presente alla Spezia in occasione del loro 70esimo Raduno Nazionale, terrà invece un concerto in banchina davanti alle vele d’epoca. Forse è cosa poco nota, ma quest’arma di fanteria dell’Esercito Italiano ha sempre avuto un rapporto diretto con il mare. Si sono infatti chiamate Bersagliere ben tre navi della Marina Militare: un cacciatorpediniere lungo 65 metri varato nel 1906, un secondo cacciatorpediniere lungo 106 metri, varato nel 1938, ed infine un pattugliatore di squadra lungo 113 metri, varato nel 1985 e autore di un giro del mondo.

advertising
PREVIOS POST
Lomac al Sanctuary Cove International Boat Show
NEXT POST
Vitamina Sailing sul podio dello Swan Sardinia Challenge