La campagna del 59° Salone Nautico: La Città della Nautica

La campagna del 59° Salone Nautico: La Città della Nautica

Genova Città della Nautica: sì, ma serve il supporto delle istituzioni

Editoriale

20/08/2019 - 17:39

"La Città della Nautica"

“Da contenitore di valore a contenuto di valori”. Questa, per la Presidente UCINA Confindustria Nautica, Carla Demaria, la mission del prossimo Salone di Genova, al via dal 19 al 24 settembre. Alla presentazione alla stampa, avvenuta presso il Sole24Ore, Demaria parla dell’evento – che celebra l’eccellenza della nautica Made in Italy – di format - la manifestazione che si è consolidata negli ultimi tre anni – di Genova – che deve diventare la Città della Nautica come Milano à la Città del Mobile – di dati di mercato – che sono in progressione -. Trascura invece i numeri della 59ma edizione: “Siete preoccupati?” – chiede – “Non ce n’è bisogno, c’è una bella ragione: i numeri ormai sono consolidati e oggi dobbiamo anzi gestire il surplus di richieste e fare i conti con gli spazi a disposizione”.

L’apertura della giornata - a cura dell’editorialista del Corriere della Sera Antonio Macaluso insieme al  Presidente de Il Sole 24 Ore, Edoardo Garrone, che ha fatto gli onori di casa - ha affidato e un bellissimo filmato la narrazione di un Nautico che cambia pelle, che quest’anno vuole celebrare, appunto, la Città della Nautica, ridisegnando e innovando l’area espositiva. A partire dall’ingresso, dove espositori e pubblico saranno accolti dall’installazione “from shipyard to courtyard” dell’archistar Piero Lissoni. “Un richiamo al connubio tra mare, eccellenza, arte e design”, spiega Demaria. Un percorso di celebrazione dell’eccellenza del Made in Italy che è iniziato con la celebrazione di Carlo Riva, al quale è stata dedicata la 57ma edizione del Salone. E’ proseguito con la realizzazione della Piazza del Vento, primo elemento artistico introdotto in manifestazione, donata da UCINA alla Città di Genova. E ora si presenta ai genovesi con un progetto pluriennale, forte del sostegno del mercato e della fiducia degli espositori.

Alla soglia dei suoi primi 60 anni ci sono dunque tutte le condizioni per aprire un nuovo ciclo per il Salone di Genova e per la Città. UCINA Confindustria Nautica c’è, gli operatori anche, resta da capire cosa faranno le istituzioni affinché “la Città della Nautica” non resti solo uno slogan: serve da parte loro coesione, unità d’intenti e soprattutto chiarezza, finora mancate. Non dobbiamo dimenticare la recente decisione di Autorità portuale di Genova di togliere la Darsena del diporto all’organizzazione del Salone, un bene per tutti i genovesi, per affidarla a un operatore delle riparazioni navali. Decisione effettuata peraltro fuori dalle regole, almeno secondo quanto sentenziato dal TAR Liguria, che l’ha integralmente cassata, e dal Consiglio di Stato, che ha respinto il ricorso urgente presentato dai soccombenti.

A Milano c’erano entrambe le figure territoriali di rifermento, il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, e il Sindaco di Genova, Marco Bucci. Rappresentanti di una politica dalla quale “noi” operatori della nautica ci aspettavamo molto di più e che adesso, al di là delle belle dichiarazioni di circostanza da conferenza stampa, aspettiamo alla prova dei fatti.

PREVIOUS POST
Italia Yachts 11.98 Bellissima, le impressioni in navigazione
NEXT POST
Andrea Frabetti nuovo Amministratore Delegato Sunseeker International