Image

Windsurf: Dorian van Rijsselberghe si ritira dalle competizioni

Sport

13/03/2020 - 16:57

Dorian van Rijsselberghe ha disputato la sua ultima gara nella classe di Windsurf olimpica RS:X, ai campionati mondiali a Sorrento in Australia lo scorso 29 febbraio. van Rijsselberghe, 31 anni, ha chiuso con un risultato degno del suo nome e della sua storia, vincendo la gara finale della medal race e aggiundicandosi quindi il secondo posto nel mondiale.

Il compagno di squadra Kiran Badloe, a cui Dorian è molto legato, è entrato nella corsa alla medaglia d’oro con un vantaggio di dieci punti e ha chiuso quinto, il che è bastato ad assegnargli il titolo mondiale per il secondo anno consecutivo. Vincendo, Badloe si è anche assicurato il posto riservato all’Olanda per Tokyo 2020.

Poco dopo, in un'intervista alla televisione olandese, Van Rijsselberghe, due volte campione olimpico, ha dichiarato di essere pronto per un nuovo futuro.

Queste le sue parole: "Ho sempre corso con il cuore, ma ultimamente è stato un compito difficile. La scorsa settimana, ogni volta che non ho ottenuto il risultato necessario, ho provato una sorta di sollievo. Il che è molto strano ed è contro ciò che dovresti desiderare come sportivo. Di solito, vuoi sempre vincere. Dovresti fare di tutto per difendere il tuo titolo e io voglio solo andare a casa da mia moglie e dai miei figli."

La mancanza di tempo per la famiglia, in California, ha avuto un grande impatto su Dorian padre di due giovani figlie. Durante i lunghi allenamenti invernali lontano da casa, ha più volte dichiarato di soffrire la distanza. Ha recentemente sostenuto che la medaglia olimpica è importante per lui ma non è tutto, poiché non lo rende né un uomo migliore né un padre migliore.

Il neozelandese Aaron McIntosh, l'allenatore di Badloe e Van Rijsselberghe, è molto orgoglioso di entrambi gli atleti e in merito al ritiro del campione olimpico ha dichiarato:

"Per Dorian questa è stata la sua ultima gara. Ho condiviso il viaggio più incredibile che si possa fare con questo superuomo. È un onore e un privilegio aver trascorso gli ultimi 11 anni a lavorare con questo ragazzo speciale.

Uscire con una vittoria nella corsa alla medaglia, finire la sua carriera al massimo mentre passa lo scettro a Kiran in un modo così fiero e umile, dice così tanto di questo ragazzo. Ci mancherai, amico mio."

Il campione olimpico non lascerà però la scena del tutto, ha dichiarato infatti che contribuirà concretamente all’allenamento del compagno di squadra Badloe nella preparazione a Tokyo 2020. Inoltre sarà nel 2022 il direttore dei campionati mondiali di vela (per tutte le classi olimpiche) a L'Aia, nei Paesi Bassi, il suo paese d'origine.

Accanto a questo, sicuramente si potrà dedicare con ancora più energia al suo Waves Festival a Texel, dove spera di ospitare le gare della nuova disciplina olimpica per Parigi 2024, il Wind foil.

Marco Cristofari

PREVIOS POST
NEXT POST
2022 già in regata sul Garda, la vela d'inverno continua a navigare