Phoenix vince la Puerto Portals 52 Super Series ed è leader del circuito

Sport

26/07/2022 - 18:16
advertising

Phoenix si aggiudica la terza tappa della 52 SUPER SERIES, Hasso Plattner porta i suoi uomini alla vittoria finale e in testa alla classifica generale del circuito. Sled di Takashi Okura è secondo, dopo aver lottato per il titolo fino all'ultimo. Provezza si aggiudica il bronzo, grazie ad un'ultima giornata da incorniciare, Ergin Imre festeggia con i suoi.

Portals è terra di conquista per Phoenix. La barca di Hasso Plattner è arrivata con non pochi problemi di settaggio della barca, si è lavorato anche di notte per esser al meglio. Slingsby se la gioca sempre con tutti fino in fondo, e alla fine il risultato è arrivato. Dieci regate disputate con una "media di realizzazione" altissima che ha sfiancato gli altri contendenti, tra questi Sled di Takashi Okura, che fino a ieri aveva ancora delle velleità di vittoria. Il secondo posto per Bruni & Jones è comunque un ottimo risultato. Provezza di Ergin Imre chiude terza posizione in rimonta. Quando le condizioni meteo rientrano nel "range classico" di Palma, la "carta Nacho Postigo" è un bel jolly, soddisfazione per tutto il team turco. Quantum può recriminare il fatto di esser partita lenta, una bella rimonta, persa nell'ultimo giorno a favore di Provezza, pensieri e riflessioni per Hutchison e compagni, la vetta della generale del circuito, per ora non è più di casa. Interlodge inizia forte ma poi si perde nel traffico, non è semplice gestire il tutto. Platoon vince una prova ma in mezzo tanti alti e bassi, una settimana difficile per il team tedesco. Alegre di Andy Soriano ci ha abituati a prestazioni estreme, alcune male altre superlative, come l'ultima prova di questo evento. Gladiator e Vayu hanno sprazzi di qualità, due profili diversi, entrambi con tanta voglia di far bene e di divertirsi in un contesto di altissimo livello, bravi.

La sintesi delle due regate:

Partenza col botto, Maria Trujillo, a capo del Comitato di Regata, manda in acqua le barche in anticipo, il maestrale incombe, vento intorno ai venti nodi, inizia  la bagarre. Alle undici si parte, si salvi chi può, partenza a palla, Quantum leggermente attardata, Platoon, Phoenix ed Iterlodge di gran lena, primo bordo a sinistra, Phoenix entra nella rotta con i primi. Raffiche oltre 20 nodi, uno spettacolo. La barca di Hasso Plattner si destreggia nella battaglia di virate per arrivare all bolina, le chiamate di Tom Slingsby sono efficaci, Phoenix gira in testa, seguita dal sorpredente Gladiator, Provezza e Vayu, Sled solo quinto, ma di poppa c'è tanto da fare. Tony Langley va come un missile, sorpasso ai danni di Phoenix, anche Provezza entra in lotta per il podio. Bel passaggio al gate, Gladiator in testa va a prendersi il lato destro del campo, Phoenix di bolina è sempre veloce, bella lotta per la leadership, Provezza ingaggia una bella battaglia di virate, Sled e Quantum non tengono il passo dei primi, Plattner consolida la leadership di regata e della classifica generale. Al giro dell'ultima bolina, Gladiator mantiene la testa della regata, ci sono dei salti di vento importanti, condizioni difficili rispetto all'inizio di tappa. Se la giocano in tre, Phoenix, Provezza e Gladiator, grande recupero della barca turca di Ergin Imre, Phoenix sopravento e Gladiator a tallonare, ultimo lato tutto d'un fiato. Provezza gioca la carta Postigo (Nacho) navigatore del team turco, una garanzia in queste acque, tanta esperienza a disposizione di Hamish Pepper e John Cutler. Provezza va a vincere la nona prova di questa tappa davanti a Phoenix, dopo qualche strambata da match race, un secondo posto importantissimo. Terzo posto per Alegre, Platoon, Quantum e Sled nel fondo della classifica. Ad una prova dalla fine Phoenix è ad un solo punto dalla vittoria finale, nulla è detto fino alla fine, ma certamente la matematica è dalla parte del team sudafricano. L'ultima regata di questa Puerto Portals 52 SUPER SERIES si chiude con condizioni ideali, Phoenix ha solo bisogno di fare le cose semplici, per il podio, l'argento è nelle mani di Sled, per il bronzo, Provezza prova a resistere agli attacchi di Quantum, Alegre e Platoon. Phoenix non si risparmia allo start, brutto colpo per Platoon e Sled che devo ripartire (over the line), regata in salita per Okura e Muller Spreer. Alegre di Andy Soriano e Phoenix salgono con forza sulla sinistra, Gladiator ha un bon passo, c'è profumo di vittoria a bordo della barca sudafricana. Alegre aumenta il passo, bel vantaggio in bolina su Phoenix, Provezza e Gladiator. Posizioni ben definite, Alegre si prende l'ultima soddisfazione dei questa terza tappa, Phoenix si gode la meritata vittoria, Sled secondo con rammarico.

Tom Slingsby (AUS) tattico di Phoenix (RSA):

"Siamo felicissimi. Abbiamo avuto un paio di podi, terzo e quarto, e dovevamo ancora vincere una regata. È una squadra impressionante la nostra, ed è questo il premio perchè la famiglia Plattner ha mantenuto la struttura in questi anni. Penso che la chiave sia la fiducia nella squadra. Questa settimana abbiamo navigato molto bene, senza errori, con un lavoro perfetto da parte dell'equipaggio, i trim sono stati impeccabili nel darci una buona velocità. Avere una barca veloce mi rende sempre più facile posizionare la barca nel giusto posto. Battere Quantum in generale è positivo, ma l'importante per noi era vincere un primo evento per la squadra".
Nacho Postigo (ESP) navigatore di Provezza (TUR):

"E' stato un match molto equilibrato con Phoenix fino alla fine. Abbiamo issato lo spinnaker davanti a loro nell'ultimo lato, divisi, quando siamo arrivati al cross avevamo guadagnato qualche metro, abbiamo così issato liberi davanti a loro, ma hanno ripreso pressione e si hanno raggiunto e poi ci ha sorpassati. Prima che ci facessero scendere ancora, abbiamo strambato, e proprio all'arrivo abbiamo strambato entrambi contemporaneamente e fortunatamente abbiamo vinto noi. Abbiamo regatato in un campo di regata molto interessante, ogni giorno molto diverso. Pochissimo vento, con 9-11 nodi, un po' di condizioni di Palma, mi aspettavo che fosse intorno ai 12-13. Le regate sono state molto aperte, non c'è stato un lato della baia che ha sempre pagato. Penso che sia stata una regata molto tattica, molto incentrata sulla copertura delle altre barche. Una settimana molto interessante. Senza dubbio ha vinto la barca che ha navigato meglio. Oggu il vento era molto sfuggente, con fasi comprese tra 45-50 gradi e 60-65, e molto aperto."
Rotta verso la Toscana, per SCARLINO 52 SUPER SERIES SAILING WEEK, dal 26 settembre al 1 ottobre.

Puerto Portals 52 SUPER SERIES Sailing Week classifica finale
1 PHOENIX (RSA), Hasso & Tina Plattner, 1,3,1,8,1,4,2,1,2,2 p.25
2 SLED (USA), Takashi Okura, 2,2,4,4,3,1,5,2,8,5 p.36
3 PROVEZZA (TUR), Ergin Imre, 3,8,5,5,4,5,1,7,1,3 p.42
4 QUANTUM RACING (USA), Doug De Vos 8,6,7,2,2,2,3,3,7,4 p.44
5 INTERLODGE (USA), Austin & Gwen Fragomen, 4,1,3,3,9,3,8,6,5,8 p.50
6 PLATOON (GER), HarmMÜLLER-SPREER 5,4,8,1,5,7,4,5,6,6 p.51     
7 ALEGRE (GBR), Andy Soriano, 6,7,2,7,7,8,7,4,3,1 p.52     
8 GLADIATOR (GBR), Tony Langley, 7,5,6,9,6,9,9,4,7 p.71
9 VAYU (THAI), Familia Whitcraft, 9,9,9,6,8,6,6,8,9,9 p.79  

Classifica generale delle 52 SUPER SERIES
1 PHOENIX (RSA), Hasso & Tina Plattner, 27,42,25 p.94
2 QUANTUM RACING (USA), Doug De Vos 19,33,44 p.96
3 PLATOON (GER), Harm MÜLLER-SPREER 26,40,51 p.117 
4 SLED (USA), Takashi Okura, 43,5, 41, 36 p.123,5
5 ALEGRE (GBR), Andy Soriano, 43,41,52 p.136
6 PROVEZZA (TUR), Ergin Imre, 61,54,42 p.157
7 INTERLODGE (USA), Austin & Gwen Fragomen, 39,71,50 p.160
8 VAYU (THAI), Familia Whitcraft, 45,54,79 p.178
9 GLADIATOR (GBR), Tony Langley, 60,73,71 p.204

advertising
PREVIOS POST
Mangusta 165 REV il futuro dei Maxi Open è diventato presente
NEXT POST
Cantiere del Pardo mette in acqua anche il layout galley-up