Prima tappa della Défi Atlantique: Alla Grande - Pirelli e Beccaria secondi

Prima tappa della Défi Atlantique: Alla Grande - Pirelli e Beccaria secondi

Prima tappa della Défi Atlantique: Alla Grande - Pirelli e Beccaria secondi

Sport

12/04/2023 - 08:08

Per l'analisi meteo è stata la regata più complicata che abbia mai fatto", commenta Ambrogio Beccaria al termine della prima tappa della Défi Atlantique. Il Class40 "Alla Grande - Pirelli" si è mantenuto in testa per quasi metà gara, alternandosi al comando della classifica con Alberto Bona su "IBSA".

Horta, Azzorre, 11 aprile 2023 – Partita il 1 aprile scorso da Pointe-à-Pitre in Guadalupa, "Alla Grande – Pirelli" ha concluso la prima tappa della Défi Atlantique in seconda posizione, raggiungendo Horta, nelle Azzorre, questa sera alle 19:07 (ora italiana), dopo 10 giorni, 2 ore, 7 minuti e 47 secondi di navigazione: 2.731 miglia percorse a velocità medie tra i 16 e i 17 nodi, sfiorando punte di 30.

IL RACCONTO DELLA PRIMA TAPPA

Dopo la partenza in prima posizione, "Alla Grande – Pirelli" si è confermata molto veloce. Ambrogio Beccaria e il suo equipaggio si sono alternati con Alberto Bona su "IBSA" al comando della flotta per poi mantenere la testa della classifica fino al 9 aprile, quando il francese Ian Lipinski ("Crédit Mutuel") ha superato i due italiani accumulando un discreto distacco sugli avversari. Lipinski e il suo equipaggio si sono mossi verso sud est incontrando condizioni più favorevoli rispetto ad "Alla Grande  - Pirelli" e "IBSA", che hanno attraversato il fronte per primi portandosi a nord ma restando bloccati alcune ore a causa del vento.

"Per l'analisi del meteo è stata la regata più complicata che abbia mai fatto", commenta Ambrogio Beccaria al suo arrivo. "È stato molto difficile prendere decisioni basandoci sui modelli previsionali, perchè spesso davano indicazioni contraddittorie. Alla fine siamo andati a nord, come suggerivano, ma non era la scelta che avevamo in mente. Pensavamo fosse meglio continuare ad avanzare davanti al fronte, come Ian Lipinski. Poi, dopo una strambata per riposizionarci, abbiamo incrociato "IBSA", cominciando un duello uno contro uno e non abbiamo avuto più tempo di analizzare i nuovi modelli meteo e prendere la decisione giusta. Abbiamo commesso un errore strategico ma siamo soddisfatti del risultato."

Innegabile, tuttavia, l'impresa degli azzurri in questa prima fase della seconda edizione della Défi Atlantique: definiti dal comitato di regata "les bolides italiens" e dalla stampa italiana "i Coppi e Bartali della nostra vela oceanica", Ambrogio Beccaria e Alberto Bona hanno lasciato pochissimo campo ai francesi. La tappa successiva partirà dall'arcipelago portoghese il prossimo 16 aprile fino al traguardo a La Rochelle in Francia.

L'equipaggio

L'equipaggio di "Alla Grande - Pirelli" alla Défi Atlantique è composto dal progettista della barca, Gianluca Guelfi e dallo skipper e responsabile dell'elettronica di bordo Alberto Riva.

"Con Alberto siamo in perfetta sintonia e ci ritroviamo d'accordo su qualsiasi cosa, mentre Gianluca è davvero un pozzo di scienza. Anche se ha fatto pochissime regate e questa era la sua prima transatlantica è stato davvero impressionante... È l'equipaggio dei sogni!" afferma Ambrogio Beccaria.

Gianluca Guelfi (ITA)

Ingegnere nautico e yacht designer, classe 1988, nato in Toscana, ha studiato a La Spezia. Laureato con una tesi sul progetto di un Class40, ha iniziato la sua carriera nello studio Marc Lombard e ha sviluppato un software di simulazione per barche a vela in collaborazione con il laboratorio di idrodinamica presso l'École Centrale de Nantes. Ha poi fondato una start up innovativa per lo studio di un nuovo tipo di imbarcazioni a sostentamento aerodinamico con base a La Rochelle. Attualmente vive a Lorient, in Bretagna dove ha creato il suo studio di progettazione per barche da regata.

Alberto Riva (ITA)

Alberto, milanese, classe 1992, laureato in ingegneria fisica e specializzato in nanotecnologie, ha sviluppato la sua passione andando in barca a vela fin da piccolissimo. Navigatore a bordo di Maserati Mod 70 (Giovanni Soldini) e responsabile dell'elettronica per il Class40 "Alla Grande – Pirelli" di Ambrogio Beccaria, nel 2019 si aggiudica il titolo di Campione Italiano Classe Mini 6.50 (categoria Proto). Nel 2020 e nell'anno successivo ha navigato su EdiliziAcrobatica, conquistando sia il titolo di Campione Italiano Classe Mini 650 (categoria Serie) sia il primo posto dell'International Ranking e ha concluso la sua stagione Mini tagliando il traguardo in seconda posizione alla Mini-Transat 2021. Al momento sta lavorando a un nuovo progetto oceanico.

PREVIOUS POST
A Limone sul Garda una bella e combattuta 2^ Regata Nazionale RS Aero
NEXT POST
Nasce il nuovo explorer yacht Kiribati 38 by Floating Life