Le eccellenze nautiche scelgono CMC Marine per i loro superyacht

Le eccellenze nautiche scelgono CMC Marine per i loro superyacht

Le eccellenze nautiche scelgono CMC Marine per i loro superyacht

Accessorio

30/06/2022 - 16:09
advertising

I sistemi di stabilizzazione e controllo elettrici di CMC Marine − impianti di timoneria, stabilizzatori, eliche di manovra, sistemi di controllo d’assetto − continuano a essere scelti dai principali protagonisti del comparto nautico mondiale per i loro più sofisticati e tecnologici superyacht.

CMC Marine si conferma punto di riferimento nel campo della stabilizzazione nautica grazie alla fiducia di molte tra le più importanti eccellenze mondiali che continuano a scegliere per i loro megayacht gli innovativi prodotti ad attuazione elettrica dell’azienda toscana. Non è un caso se diverse tra le imbarcazioni premiate ai World Superyachts Awards 2022 e i Design & Innovation Awards 2022, gli ambiti premi assegnati dal magazine Boat International a riconoscimento dell’eccellenza nella nautica di lusso, sono equipaggiate con i sistemi firmati dall’azienda fondata nel 2005 da Alessandro Cappiello, oggi CEO.

Benetti, che da anni collabora con CMC Marine per diversi dei suoi modelli di maggior successo, ha installato le pinne Stabilis Electra LR90 su M/Y “Koju”, il Motopanfilo 37M che si è distinto per aver vinto ai World Superyacht Awards 2022, nella categoria “Semi-Displacement or Planing Motor Yachts, 35m to 39.9m”, ed essere stato premiato due volte ai Design & Innovation Awards 2022 nelle categorie “Best New Series” e “Outstanding Exterior Design, Motor Yachts 24m to 39.9m”. Raffinata imbarcazione in vetroresina e composito dal design senza tempo che prende ispirazione dalle navette degli anni '60, Motopanfilo 37M naviga a una velocità massima tra i 16 e i 18 nodi e garantisce 3.800 miglia nautiche di autonomia a 10 nodi.

Un altro protagonista agli ultimi World Superyacht Awards, giudicato il miglior “Displacement Motor Yachts 499GT and below, 30m to 44.9m” è “Emocean”, un elegante explorer di 37 metri firmato Rosetti Superyachts. Su questa imbarcazione da 5.000 miglia nautiche di autonomia e dall’ottima tenuta di mare il Cantiere ha deciso d’installare il sistema Long range della linea Stabilis Electra e i thruster della linea Dualis.

Le eccellenze nautiche scelgono CMC Marine per i loro superyacht

Anche Mangusta Yachts si è affidata a CMC Marine per il suo “Alisa”, il maestoso 50 metri in acciaio e alluminio vincitore ai WSA nella categoria “Displacement Motor Yachts 499GT and below, 45m and above”. Su “Alisa”, costruita presso i cantieri Overmarine di Pisa, sono stati infatti installati l’HS160 della linea Stabilis Electra, i thruster della linea Dualis e il timone Directa.

Ma non sono solo i cantieri italiani a scegliere i prodotti CMC Marine. Sunseeker, l’azienda inglese tra i leader nel settore e fresca vincitrice dell’“Innovation Award” ai Boat International Design & Innovation Award per lo spettacolare sistema X-TEND™, disponibile sui nuovi modelli 88 Yacht, 90 Ocean e 100 Yacht, ha scelto le pinne stabilizzatrici ad attuazione elettrica di CMC Marine per questi innovativi yacht. L’88 Yacht e il 90 Ocean sono equipaggiati con le macchine HS60 della linea Stabilis Electra mentre il 100 Yacht monta le STAB40 della linea Waveless.

I punti di forza che hanno portato CMC Marine ad espandersi in Europa, Asia, Stati Uniti e Oceania, firmando contratti con i più esigenti cantieri del mondo sono senza dubbio legati alle prestazioni ottimali dei suoi prodotti, a fronte di un minor ingombro e di un minor dispendio energetico, e all’esperienza e know-how degli ingegneri e del personale di CMC Marine nei campi dell’ingegneria navale e della fisica dei fluidi. In particolare, come dimostra la

varietà degli yacht premiati equipaggiati con i sistemi di CMC Marine, le macchine dell’intera gamma Stabilis Electra sono performanti su ogni tipo di carena garantendo comfort a bordo sia di yacht dislocanti sia di yacht plananti.

In più, l’azienda che ha rivoluzionato il settore della stabilizzazione nautica con l’introduzione dei primi stabilizzatori ad attuazione elettrica, dal 2005 a oggi ha puntato sempre di più sul reparto di ricerca e sviluppo, oltre che su una grande capacità logistica e su una mentalità improntata all’internazionalizzazione e alla digitalizzazione.

advertising
PREVIOS POST
Il 2-3 luglio il Narc Trophy alla Società Nautica Laguna di Duino
NEXT POST
Mondiale Optimist di Bodrum Missione: flotta gold