Grand Soleil Cup 2022, vent'anni di vento e gloria

Grand Soleil Cup 2022, vent'anni di vento e gloria

Sport

24/05/2022 - 16:55
advertising

Per il 20esimo anniversario della Grand Soleil Cup, Cantiere del Pardo torna dopo più di 10 anni a Punta Ala, marina celebre e rinomato in tutta Italia, dove ormeggiano stabilmente più di 25 imbarcazioni Grand Soleil. Grazie alla collaborazione con lo Yacht Club Punta Ala, il Marina di Punta Ala, e il rivenditore autorizzato di zona Mar–Go, più di 50 imbarcazioni iscritte hanno potuto riunirsi per due intensi giorni di veleggiata, nelle acque antistanti il porto, con Isola d’Elba a fare da sfondo: uno dei campi di regata più prestigiosi d’Italia.

Infatti, le condizioni meteo per le barche si sono rivelata all’altezza delle aspettative: due giorni di sole e vento leggero hanno permesso a tutti i velisti di divertirsi e godersi la veleggiata, dal regatante più esperto, come per esempio Enrico De Crescenzo armatore del GS 48 Race Luduan 2.0, all’armatore che per la prima volta oltrepassava una linea di partenza, come Marco Cusinato proprietario del GS 52LC Wonderland.

La Grand Soleil Cup 2022 ha visto in acqua l’intera gamma Performance e Long Cruise del Cantiere del Pardo, nonché diversi modelli che hanno caratterizzato la storia di Grand Soleil, come Galeone, GS 34 del 1976 di Enrico Casella, Selvaggia, GS 40 B&C di Peter Van Den Eynde e Mythos, GS 50 Judel & Vrolijk di Claudio Masotti. Veleggiata dal carattere internazionale, che ha visto competere equipaggi provenienti da Belgio, Austria e Germania.

Sabato, accompagnati da vento da sud–ovest intorno ai 10 kn, le imbarcazioni hanno girato una boa di disimpegno, per poi dirigersi verso l’isola di Cerboli, navigando attorno allo Scoglio dello Sparviero, per un totale di 28 miglia. Sabato sera, più di 300 persone si sono riunite al Crew’s Cocktail Party, godendosi un meraviglioso tramonto in riva al mare. A seguire, gli armatori si sono potuti rilassare a bordo della piscina dello Yacht Club Punta Ala, durante la Cena di Gala organizzata dal Cantiere.

Domenica invece, si è svolta una veleggiata più breve, dove le imbarcazioni si sono dirette allo Scoglio dello Sparviero, lasciandolo a dritta, girandoci attorno per poi rientrare, per un totale di circa 6 miglia.

La premiazione ha visto salire sul gradino più alto del podio il Grand Soleil 56 Paolissima di Gianluca Poli per la categoria Overall e per la Categoria A, mentre Raffica 3, GS 43 di Walter Tronconi per la Categoria B e Silver Bullet, GS 343 di Mario Badami per la Categoria C.

Il Cantiere del Pardo ringrazia tutti gli armatori che hanno partecipato, con famiglie e amici, alla stampa intervenuta e a tutto lo staff del Cantiere che ha contribuito attivamente alla perfetta riuscita della manifestazione. Ringrazia inoltre Yacht Club Punta Ala, il Marina di Punta Ala, il rivenditore autorizzato di zona Mar–Go, il comitato di regata presieduto da Giovanni Capitani e il Commissario Tecnico Nicola Sironi che hanno permesso la perfetta riuscita di questo evento.

Gli eventi Grand Soleil non finiscono qui: vi aspettiamo dal 18 e 19 Giugno 2022 in occasione della Grand Soleil Vintage Cup presso la località di Portopiccolo Sistiana, a Trieste. La GS Vintage Cup rappresenta un appuntamento imperdibile dedicato a tutte le imbarcazioni Grand Soleil progettate prima del 2000.

 

 

advertising
PREVIOS POST
Azimut presenta il nuovo Verve 42: potenza, design e comfort
NEXT POST
RSY 38m EXP Emocean tra i vincitori del World Superyacht Awards