Ambrogio Beccaria nella rosa degli ambassador Musto

Ambrogio Beccaria nella rosa degli ambassador Musto

Ambrogio Beccaria nella rosa degli ambassador Musto

Accessorio

15/09/2022 - 19:13
advertising

I principali velisti della classe IMOCA Charlie Dalin, Benjamin Dutreux,  Damien Seguin e Tanguy Le Turquais sono stati scelti come nuovi ambasciatori del Team Musto al debutto al Défi Azimut 2022, che ha preso il via mercoledì 14 settembre a Lorient, in Francia. Si uniscono alla rosa di velisti d'élite di Musto che partecipano all'evento, tra cui Sam Davies, Charlie Enright, Jérémie Beyou e Boris Herrmann. Con l'aggiunta di Dalin, Seguin e Dutreux, ora ci sono cinque ambasciatori del Team Musto nella top ten della classifica dell'IMOCA Globe Series.  I velisti saranno dotati di abbigliamento delle gamme offshore MPX e HPX di Musto, progettate per offrire ai velisti la protezione e l'agilità di cui hanno bisogno per vincere in una vasta gamma di condizioni. 
 
"Musto è il meglio del meglio in termini di qualità e innovazione tecnica", ha commentato Charlie Dalin, skipper di Apivia e attuale leader delle IMOCA Globe Series. "È stato un mio obiettivo collaborare con loro per anni e sono davvero entusiasta di affrontare la regata più importante dell'anno, la Route du Rhum, indossando la loro attrezzatura".
 
Charlie Dalin è uno dei nomi più formidabili della vela d'altura di oggi, con una serie di piazzamenti sul podio negli ultimi anni, tra cui il secondo posto nel Vendée Globe 2021 e il primo posto nella Transat Jacques Vabre 2019. Lo skipper francese è sponsorizzato da Apivia Mutuelle e avrà a diposizione un nuovissimo IMOCA all'avanguardia per il Vendée Globe 2024. 
 
"Musto ascolta davvero i suoi ambasciatori e i risultati parlano da soli", ha dichiarato Benjamin Dutreux, Team Guyot environnement - Water Family. "Per ottenere la massima qualità in fatto di abbigliamento, è necessario ascoltare gli esperti del settore, che navigano su queste macchine ogni giorno. È davvero un onore per me entrare a far parte del team e non vedo l'ora di contribuire allo sviluppo della prossima generazione di abbigliamento da regata offshore". 
 
Benjamin Dutreux è una delle stelle nascenti da tenere d'occhio nel circuito IMOCA. È considerato una delle rivelazioni dello scorso Vendée Globe, in cui si è classificato al nono posto a bordo di un IMOCA di vecchia generazione. Da allora ha partecipato alla Transat Jacques Vabre e alla Vendée Arctique, classificandosi all'undicesimo posto in entrambe le gare. Questa sarà la sua prima Route du Rhum in quella che probabilmente sarà una lunga carriera nelle regate offshore. 

Ambrogio Beccaria su Alla Grande © Martina Orsini

"Musto è sempre alla ricerca di modi per rendere il materiale più impermeabile, più leggero e più facile da spostare", ha commentato Damien Seguin, skipper di Groupe Apicil. "Gli IMOCA si evolvono rapidamente e ci sono sempre nuove innovazioni tecnologiche all'orizzonte per rendere queste barche più veloci. L'abbigliamento che indossiamo deve stare al passo e so che la mia collaborazione con Musto mi permetterà di dare il massimo".

Nato senza la mano sinistra, Damien Seguin è un campione paralimpico e uno straordinario navigatore oceanico.  Con due medaglie d'oro nella classe 2.4mR ad Atene e Rio, Damien si è cimentato per la prima volta nelle regate oceaniche nel 2005 nel circuito Figaro prima di passare ai Class40, barca con la quale ha partecipato a diverse regate transatlantiche. A dimostrazione della sua versatilità, ha vinto il Tour de France à la Voile nel 2017. Seguin si è classificato settimo nel suo primo Vendée Globe, diventando il primo velista para a completare il giro del mondo. 

Seguin è attualmente uno dei principali portavoce della campagna #BacktheBid di World Sailing, partner di Musto, un'iniziativa per il ripristino del Para-Sailing alle Olimpiadi di Los Angeles 2028. 
Tanguy Le Turquais è relativamente nuovo nel mondo IMOCA, ma si è affermato nel circuito Figaro con un secondo posto nella Solo Maître Coq del 2019 e un terzo posto nella Solo Guy Cotten del 2021. La Défi Azimut e la Route du Rhum del 2022 saranno la sua prima partecipazione a entrambe le regate. 

Al formidabile team di atleti si aggiunge anche un talento italiano, il giovane Ambrogio Beccaria primo velista nostrano ad aggiudicarsi la Mini Transat nel 2019,  a bordo di una barca di serie. Dopo quel successo Beccaria, approfitta per fare esperienza a bordo con altri navigatori e su diversi tipi di imbarcazioni: dal trimarano Maserati Multi70 di Giovanni Soldini al Class 40 Crédit Mutuel di Ian Lipinski. Partecipa anche ad alcune regate del circuito Figaro 3, e vince l'edizione 2022 della Normandy Channel Race in doppio con Ian Lipinski. Nel maggio 2022 Beccaria lancia il suo nuovo progetto Alla Grande che lo vedrà impegnato fino al 2024 a bordo dell'omonima barca, un Class40 di ultimissima generazione disegnato e costruito in Italia, realizzato grazie al supporto del main e lead sponsor Pirelli. Il progetto si avvale, inoltre, della collaborazione e del sostegno di Mapei.

"Abbiamo studiato una barca in cui stare il più possibile asciutti: un Class40 con un pozzetto coperto e relativamente comodo. Tuttavia sarà l'attrezzatura fornita da Musto a renderci davvero impermeabili! Solo con abbigliamento e accessori tecnologicamente avanzati e performanti come questi ci si sente al sicuro. Sono felice di collaborare con Musto per questa mia nuova avventura a bordo di Alla Grande-Pirelli" Ha detto il navigatore italiano, che proprio in questi giorni sta effettuando il trasferimento di Alla Grande in Atlantico, dove porterà a termine anche la qualifica per la Route du Rhum. "Charlie, Benjamin, Damien e Tanguy sono quattro delle stelle più brillanti della vela d'altura", ha commentato Nick Houchin, responsabile marketing di Musto. "Portano un enorme prestigio e una grande esperienza al nostro programma degli Ambasciatori e non vediamo l'ora di sfruttare le loro notevoli conoscenze ed esperienze per lo sviluppo delle nostre gamme offshore".
 
"La nostra rosa di ambasciatori del #TeamMusto Offshore va di bene in meglio ed è la più impressionante formazione di atleti di qualsiasi marchio di abbigliamento nautico, in termini di risultati cumulativi. Lavorare con i migliori al mondo produce i risultati migliori quando si tratta di sviluppare dei capi; questi velisti sanno cosa significa vincere e noi prendiamo il loro feedback e lo integriamo in ogni fase dello sviluppo del prodotto", ha concluso Houchin.
 
Gli ambasciatori del #TeamMusto hanno sviluppato la prossima generazione di capi offshore HPX di Musto in vista di The Ocean Race 2023. È stata progettata per resistere alle condizioni di navigazione più difficili e sarà annunciata ufficialmente nel corso dell'anno. 

advertising
PREVIOS POST
Azimut al Salone Nautico Internazionale di Genova 2022 con 9 modelli
NEXT POST
Trofeo Kinder Joy of Moving: al via l'ultima tappa sul Lago d'Iseo