Tuxedo 13.88 nella versione Black, walkaround

Tuxedo 13.88, lo yacht walkaround esclusivo per davvero

Barca a motore

24/01/2022 - 19:01
rio_yachts
rio_yachts

Il concetto di esclusività che propone il Tuxedo 13.88, il day cruiser che presentiamo, è raro rispetto a ciò che i cantieri propongono nell’ambito delle barche di dimensioni e caratteristiche simili. Luca Dini, designer ispirato ed eclettico, ha sviluppato il concept voluto dal costruttore, Tuxedo Yachting House – brand al debutto ma la proprietà, la famiglia Ceccarelli, ha quasi 60 anni d’esperienza nelle costruzioni nautiche e navali - che proietta il modello in una delle nicchie del mercato che piacciono di più: quello della barca open fra i 40 e i 50 piedi di lunghezza, con prua quasi verticale e coperta tipo walkaround o addirittura center console.

Una barca veloce – spinta da 900 HP fuoribordo raggiunge i 46 nodi - con doppio prendisole, T-Top centrale che protegge il posto di guida e la zona pranzo, murate del pozzetto abbattibili, interni godibili per le brevi crociere… Tuxedo 13.88, insomma, è assimilabile per tipologia ai “supertender”, le barche destinate alle uscite in mare giornaliere, che solitamente sono di supporto a yacht molto più grandi oppure a case e ville sul mare. Nell’insieme il design del Tuxedo 13.88 è da barca accogliente, mediterranea cioè funzionale per poter godere appieno sole e mare, esteticamente equilibrato, privo di eccessi stilistici ma ricco di personalità, è un mix di sportività ed eleganza ben calibrato.

Qualcuno potrà obiettare che anche altre barche della stessa tipologia e di pari dimensioni, sposano stessa impostazione e layout. Perché allora il Tuxedo 13.88 è più esclusivo degli altri? A fare la differenza è la costruzione, il materiale utilizzato, l’alluminio, assolutamente diverso rispetto alla convenzionale vetroresina: le possibilità di personalizzazione che offre questa imbarcazione, per la cui realizzazione non è previsto l’uso di un solo stampo, sono praticamente infinite.

Fatte salve le forme dello scafo, che restano fedeli al progetto navale – frutto di approfonditi studi di fluidodinamica computazionale (CFD), è realizzato dallo Studio Names - la barca diviene un oggetto letteralmente sartoriale in ogni dettaglio e non solo per le tappezzerie.

Anziché usare ago e filo, il cantiere salda. Cambiare forma e dimensione di una panca o di un divano? Concedere più spazio a un ambiente? Arretrare una seduta o ingrandire un oblò? Con l’alluminio ogni customizzazione è possibile.

Scegliere la barca in alluminio è importante anche per l’aspetto ambientale, perché il materiale non è difficile e oneroso da dover smaltire, come i compositi realizzati con fibre e resine ma, anzi, è totalmente riciclabile: basta fonderlo per riportarlo all’origine.

Diverse cose sono inoltre da sottolineare. In primis, che il Tuxedo 13.88 è stato lanciato in due diverse versioni: la Black, con tuga e zona notte sottocoperta, adatta alla crociera; la Blue, più sportiva, senza tuga e quindi senza la sottostante cabina, ma con un comodo bagno ricavato all’interno del cassero di guida, soluzione che avvantaggia lo spazio in coperta per godere il mare in plein air.

Segnaliamo poi che la motorizzazione del primo Black Tuxedo 13.88 varato – venduto a un armatore di Hong Kong - è fuoribordo, ma questa barca può essere richiesta anche con IPS Volvo Penta, sempre che il cliente non preferisca altre soluzioni; a poppa, con le murate abbattute, si viene a creare una terrazza di oltre 12 mq a bordo mare; all'ombra del T-top, c'è un pozzetto con due divani, un tavolo da pranzo trasformabile in daybed, e due frigoriferi a cassetti da 35 litri per avere bevande fresche anche nelle giornate più calde.

All'interno del Black Tuxedo 13.88 c'è proprio quello che serve per passare il week end a bordo con il comfort degno di uno yacht di rango. Oltre alla cabina con matrimoniale “king size”, spaziosa e con un allestimento curato, consono per una “barca fuoriserie”, sottocoperta ci sono anche un vero locale bagno e una cucina essenziale, come deve essere su barche di questo tipo, ma ben progettata per essere completa.

PREVIOS POST
Overmarine annuncia la vendita di Mangusta Oceano 44 in USA
NEXT POST
Il mondiale GC32 Racing Tour torna a Lagos in Portogallo nel 2022