Elida, scafo in legno e ponte in carbonio

Elida, scafo in legno e ponte in carbonio

Varata Elida: scafo in legno e ponte in carbonio

Barca a vela

24/08/2022 - 14:52
advertising

Materiali di prestigio per uno yacht che punta a durare nel tempo.

Varata in Germania ad inizio Agosto, Elida è un’imbarcazione di 15 metri dallo scafo in legno e ponte in fibra di carbonio, progettata per il Mare del Nord ed il Mar Baltico. Thomas Tison, proprietario dello studio di design e ingegneria che ha progettato Elida, l'ha descritta come uno yacht il cui prestigio ambisce a durare nel tempo.

"Elida non è una macchina. Nella sua progettazione abbiamo tenuto conto delle esigenze dell’armatore, dei suoi cinque sensi e dell'ambiente".

In un mondo in cui le barche da regata si stanno convertendo in artefatti tecnologici, a volte perdendo il loro fascino, ed i continui cambi nei sistemi di rating possono spingere alcuni armatori a cambiare la loro barca da regata ogni pochi anni, lo studio francese Thomas Tison Yacht Design & Engineering si fa portatore del concetto di un prestigio che perdura nel tempo.

La sfida principale è stata quella di progettare un'imbarcazione che potesse mantenere il suo valore per le generazioni future. Tutto questo è stato possibile grazie a una profonda comprensione delle esigenze dell'armatore e della sua famiglia. Per questo, il team di Thomas Tison ha dovuto selezionare con cura i materiali più adatti e implementare tecnologie all'avanguardia che potessero esaltare il piacere senza tempo della navigazione.

Il risultato è uno yacht che si discosta nettamente dall'attuale tendenza delle imbarcazioni da regata superveloci, minimaliste e in fibra di carbonio. Elida è un mix di linee curve e tese, con uno scafo dalla pronunciata svasatura, ed una sheer line negativa. Le sue linee dolci e fluide aumentano il comfort e la vivibilità a bordo.

Elida - Interior Racing Mode (Credit Thomas Tison)

La capacità di tradurre in realtà la visione dell'armatore.

Elida è l’interpretazione di Thomas Tison Yacht Design & Engineering della richiesta del cliente di un racer cruiser familiare e della sua passione per gli yacht classici. L'imbarcazione è stata progettata in base al programma di regate dell'armatore, che include la prestigiosa Fastnet Race.
Il team ha condotto uno studio approfondito sulle imbarcazioni più vittoriose negli ultimi anni, da cui è emerso che uno scafo dalla ridotta superficie bagnata era l'opzione più adatta. Questo tipo di carena funziona bene di bolina e, grazie alle sue buone proprietà di tenuta, è ideale per le condizioni di vento medio-leggero che si verificano più spesso nelle regate.

L'obiettivo principale dello studio di Thomas Tison, specializzato nel design di custom yachts, è di trasformare in realtà la visione dei clienti. Negli ultimi anni, Thomas Tison ha lavorato a molti progetti personalizzati per clienti privati e per velisti di fama mondiale come Ben Ainslie.


"La chiave per realizzare la visione del proprietario è una comprensione approfondita delle sue esigenze di fondo. Un progettista esperto deve essere in grado di guidare l'armatore ed identificare le sue esigenze in ogni fase del progetto, per poi soddisfarle. Anche se si tratta di un processo che richiede tempo, questa esplorazione profonda delle esigenze ci permette di trovare soluzioni personalizzate per creare barche uniche."

Elida, scafo in legno e ponte in carbonio

Layout funzionale

Gli interni di Elida sono stati progettati tenendo in attenta considerazione le esigenze dell'armatore, comprese quelle della sua famiglia e le condizioni ambientali dei mari in cui la barca navigherà.
Per garantire un ambiente di vita confortevole a bordo, Thomas Tison ha ideato e progettato un sistema di riscaldamento personalizzato, che include anche uno scaldamani, ed un layout in grado di offrire spazio extra nel quale riporre l'attrezzatura e l’abbigliamento tecnico.

Tutti i componenti con cui l'utente entrerà in contatto fisico, come le maniglie ed i mobili, sono stati realizzati in materiali che risultano piacevoli al tatto, evitando l'uso di acciai inossidabili e materiali plastici.
Durante la progettazione sono stati esplorati diversi layout: facilità di movimento, luminosità e spazi di stivaggio sono emersi come i requisiti essenziali sia in regata che in crociera.

Le cabine di poppa sono aperte: una scelta che permette di garantire maggiore spazio, una riduzione dei pesi e facilitare i movimenti dell'equipaggio.
Il tavolo da carteggio posizionato dietro il tambuccio facilita la comunicazione con il pozzetto e allontana il navigatore dalla zona di azione principale. Soprattutto, libera un'area che può essere utilizzata per ulteriore stivaggio.

Sono stati presi in considerazione molti dettagli che normalmente non vengono esplorati quando si progetta una barca a vela di 15 metri, come l'isolamento acustico e il sistema di ventilazione. L'uso del legno permette allo yacht di avere un buon livello di isolamento acustico, mentre il sistema di ventilazione è stato personalizzato e creato ad hoc per Elida.

Elida - Rendering (Credit Seb Olle)

Nuove tecnologie che esaltano il piacere della navigazione.

Grazie alla sua esperienza nell'ottimizzazione della struttura di yacht da regata e super yacht, il progettista francese è stato in grado di selezionare le migliori tecnologie disponibili per esaltare il piacere della navigazione.

Per Elida, Thomas Tison Yacht Design & Engineering ha sviluppato un nuovo metodo di costruzione dello scafo in legno, che si traduce in una struttura incredibilmente leggera e rigida.
I test approfonditi condotti presso uno stabilimento Airbus hanno permesso al team di approfondire la conoscenza sulla costruzione in legno lamellare e sul suo comportamento.

Rinforzato localmente con fibre di carbonio unidirezionali ed intrecciate, lo scafo in legno è stato ottimizzato grazie alla fluidodinamica computazionale. E’ sufficiente un'occhiata al bulbo della chiglia per rendersi conto dell’alto livello di perfezionamento idrodinamico di questa imbarcazione.

Sono stati inoltre sviluppati numerosi sistemi innovativi: il nuovo sistema di chiglia sollevabile consente di ridurre il pescaggio da 3,2 m a 2,5 m, mentre il sistema di recupero dello spinnaker ed i sistemi di controllo dinamico del vang e del fiocco garantiscono vantaggi competitivi in regata.
Tutte queste soluzioni consentono ad Elida di raggiungere una velocità massima prossima ai 30 nodi.

Elida: un’imbarcazione veloce, tecnologicamente avanzata ed elegante.

 

advertising
PREVIOS POST
Tutti i vincitori della Palermo - Montecarlo 2022
NEXT POST
Nel weekend al via la 6° Levata all’alba nel segno del Bandito