Mercury 40 HP, il fuoribordo che cambia la vita

Mercury 40 HP, il fuoribordo che cambia la vita

Motori Mercury: un fuoribordo da 40 cavalli può cambiarti la vita

Motori marini

13/10/2022 - 13:09
advertising

Può un fuoribordo Mercury da 40 cavalli cambiarti la vita? Non ce ne voglia chi è abituato al life style balneare, chi guarda l’orizzonte da sotto un ombrellone, ma il mare visto e vissuto da bordo di una barca o di un gommone è tutta un’altra cosa. Probabilmente, se provasse il gusto di stare al timone, ci vorrebbero meno dei sette fatidici secondi per farlo innamorare di una prospettiva così diversa. Il suo Mercury potrebbe offrirgli il piacere di navigare, la libertà di scegliersi ogni giorno un nuovo orizzonte, di eleggere una caletta quale luogo ideale per ritagliarsi il proprio angolo di paradiso.

Il mare visto e vissuto dal mare è tutta un'altra cosa

Perché proprio un Mercury da 40 HP? Per essere anche liberi di poterlo condurre anche senza necessariamente prendere la patente e potendo contare su un motore fuoribordo che offre il massimo dell’affidabilità, della potenza e della brillantezza possibili.

Nel listino Mercury ci sono tre distinti motori da 40HP, un 3 cilindri di 747 cc, e due 4 cilindri 995 cc., questi derivati dalle stesse unità termiche che equipaggiano i modelli Mercury da 60HP e compatibili con la tecnologia digitale SmartCraft per la guida da console.

Un motore fuoribordo Mercury da 40 HP per essere liberi

Quale scegliere? Sicuramente la risposta migliore la possono dare i professionisti che fanno parte della rete dei concessionari e dei centri d’assistenza che Mercury Italia ha diffuso in maniera capillare su tutto il territorio. La loro esperienza e preparazione li mette in grado di trovare il modello più adatto a ciascun tipo di natante e all’uso che se ne fa. Consigli che diventano ancor più preziosi per ciò che riguarda l’elica da scegliere per il proprio fuoribordo Mercury, fondamentale per poter sfruttare al meglio la tecnologia che lo storico marchio americano dà alla propria gamma di motori. Intanto dei tre 40 HP Mercury elenchiamo le principali caratteristiche.

Il motore fuoribordo Mercury 40 EFI 3 cilindri

Compatto e leggero proprio per l’architettura utilizzata è il 3 cilindri in linea da 747 cc, denominato Mercury 40 EFI. Ingombri e peso ridotto, assieme alla presenza di una barra di guida realizzata per ottenere massimo feeling nell’innesto marcia e nella parzializzazione del gas, lo suggeriscono per un utilizzo su piccoli natanti e tender, ma anche come motore di rispetto da installare su imbarcazioni di taglia.

La sua semplicità è arricchita dalla presenza di un sistema d’iniezione elettronica del carburante (Electronic Fuel Injection) che garantisce partenze immediate, un’ottima curva di potenza, grande affidabilità e risparmio di carburante: fino al 40% rispetto ai modelli 2 tempi a carburatore e fino al 20% rispetto ai 2 tempi a iniezione diretta.

Il motore fuoribordo Mercury 40 EFI 4 cilindri 

Il Mercury 40 EFI 4 cilindri e il Mercury 40 EFI Pro, hanno unità termiche identiche, 4 cilindri in linea, 2 valvole per cilindro con singolo albero a camme in testa (SOHC). Grazie alla corsa lunga dei pistoni, offrono un elevato valore di coppia sin dai bassi regimi che favorisce grandi accelerazioni e prestazioni entusiasmanti. Fondamentalmente entrambi i modelli sono adatti a natanti di taglia più grande, specie il Mercury 40 Pro che è dotato di un piede del fuoribordo maggiorato, una caratteristica che consente di adottare eliche di dimensioni maggiori. Utilizzando eliche di grande diametro, quindi dal regresso ridotto, studiate per garantire la massima efficienza nella spinta, anche con un Mercury 40 EFI Pro si possono far planare più facilmente e in tempi rapidi, natanti grandi e che navigano con molto carico a bordo.

Il motore fuoribordo Mercury 40 EFI 4 cilindri Pro

I motori Mercury 40 EFI 4 cilindri e il Mercury 40 EFI Pro, sono anche dotati dell’Engine Guardian, un sistema basato su una rete di oltre 40 sensori per monitorare i parametri di funzionamento, segnalando eventuali fuorigiri, surriscaldamento o bassa pressione dell'olio. In presenza di un’anomalia, Engine Guardian invia un allarme e automaticamente riduce la potenza erogata dal motore per prevenire danni.

Il motore fuoribordo Mercury 40 EFI cambia gli orizzonti

advertising
PREVIOS POST
Scanner 650 L, il Rib perfetto per ogni occasione
NEXT POST
Varato il prototipo di Luna Rossa Prada Pirelli