Female Offshore Mediterranean Championship

Parte da Genova, il Female Offshore Mediterranean Championship

Sport

08/04/2022 - 19:21
slam
slam

Torna a partire da martedì la grande vela targata Marina Militare Nastro Rosa Tour: parte da Genova, infatti, il Female Offshore Mediterranean Championship, regata che dal capoluogo ligure si concluderà a La Maddalena, non prima di aver doppiato una boa posta nelle acque francesi. Una novità assoluta, visto che mai, prima di oggi, una regata offshore era stata riservata a un parterre esclusivamente femminile.

Diversi i team al via, con il binomio composto dalla campionessa iridata Double Mixed Offshore, Claudia Rossi, e Cecilia Zorzi, campionessa europea della stessa specialità, considerate favorite di una vigilia che sta scorrendo tra messa a punto delle imbarcazioni e studio delle carte meteo al fine di impostare un routing di massima.

"Si torna a regatare, all'acqua, elemento principe per chi come noi ha la vela e il mare nel sangue e per farlo non poteva esserci occasione migliore di impegnare le ragazze in una prova di altura selettiva come il Female Offshore Mediterranean Championship - spiega Riccardo Simoneschi, leader di Marina Militare Nastro Rosa Tour- Con questo primo evento vogliamo porre l'attenzione sulla componente femminile del nostro sport e offrire un'opportunità di preparazione per le ragazze per poi partecipare ai campionati in equipaggio misto previsti nell'estate.

Per quanto relativamente breve, la regata impegnerà gli equipaggi su un percorso che nasconde non poche insidie: tanto la navigazione lungo la costa ligure, quanto l'approccio a La Maddalena non sono affatto scontati".

Un appuntamento, il Female Offshore Mediterranean Championship che servirà a introdurre uno dei main event che, a maggio, troverà spazio sotto le insegne del Marina Militare Nastro Rosa Tour: il Double Mixed Offshore European Championship, in programma a partire dal 10 maggio.

PREVIOS POST
Una splendida settimana all’insegna del Dragone
NEXT POST
Roma per 2, partenza ritardata di 22 ore causa meteo