Presentati gli eventi patrocinati da Confindustria Nautica

Presentati gli eventi patrocinati da Confindustria Nautica

Presentati gli eventi patrocinati da Confindustria Nautica

Servizio

24/09/2022 - 20:00
advertising

Si è svolta oggi presso la Sala stampa del 62°Salone Nautico Internazionale di Genova la presentazione degli eventi patrocinati da Confindustria Nautica, per sottolineare, da parte dell'Associazione di categoria, l'importanza degli appuntamenti territoriali e l'impatto economico e sociale che generano sull'economia del mare. 

Il Gruppo di lavoro che ha la delega, in Confindustria Nautica, per l'implementazione di progetti sinergici sul territorio, è composto dai Consiglieri Gaetano Fortunato, Giulio Grimaldi e Simone Morelli, e dal Vicepresidente di Confindustria Nautica Piero Formenti che ha spiegato: "L'attività di valorizzazione e sinergia tra le iniziative del territorio dedicate allo sviluppo del settore procede spedito. Dagli iniziali 4 patrocini, siamo arrivati a 8 realtà in altrettante regioni, con le new entry degli appuntamenti del Lazio e, presto, della Calabria. Fare rete tra eventi significa essere vicini alle realtà locali, sia livello tecnico e di servizi, a partire dalla comunicazione sia, soprattutto, per trovare un coordinamento e una rappresentazione per tutti gli attori dell'industria italiana".

All'appuntamento hanno partecipato i rappresentanti delle iniziative territoriali cresciute negli anni: Agostino Gallozzi, presidente di Marina D'Arechi, - Salerno Boat Show, Andrea Ciulla, presidente Assonautica Palermo - Seacily, Salone Nautico di Sicilia, Marco Diana ceo Marina di Verbella - Rendez-vous della nautica del Lago Maggiore, Luciano De Fermo, Presidente Consorzio Mare Lazio - Boat Days Santa Marinella, Bruno Santori, direttore Marina di Pescara - Sottocosta, Angelo Colombo, general manager Fiera Nautica di Sardegna - Marina di Olbia, Giuseppe Meo, Presidente SNIM Salone Nautico di Puglia

Nel corso dell'evento Le reti d'impresa della nautica è stato presentato al Salone Nautico l'aggiornamento della mappatura delle imprese che partecipano ai contratti in rete e ne traggono beneficio. Sono intervenuti Davide Ippolito, direttore di Reputation Review e co-ideatore dell'algoritmo Reputation Rating, Cristiano Lombardo, rappresentante Rete Nautica del Mediterraneo e Giuseppe Danese, presidente Distretto Nautico Regione Puglia e vicepresidente vicario di Confindustria Brindisi.

Secondo il Focus 2022 Le reti d'impresa nella nautica, a cura di RetImpresa Confindustria le imprese del settore che fanno rete sono aumentate, nel 2022, del 15% (+103 imprese e +60 contratti di rete) e guardando agli ultimi tre anni, l'incremento è stato del 60% e del +21% nel 2021 (rispetto al +13% del 2020). Ma la vera novità della terza edizione del Rapporto è una sezione dedicata all'analisi reputazionale delle imprese in rete della filiera nautica, realizzata con la società e il brevetto Reputation rating.

"Fare rete consente a tutte le aziende di mettersi in luce e questo vale soprattutto per la nautica che con i suoi 9 settori, dalle imbarcazioni da diporto agli accessori e fino alle Marine, annovera eccellenze di prim'ordine in grado di dialogare con tutti a livello globale", spiega Alessandro Gianneschi, vice presidente Confindustria Nautica e consigliere di RetImpresa, "l'internazionalizzazione e i servizi sono tra gli aspetti più importanti delle collaborazioni e continueremo a investire su questi temi".

Festa grande per i 100 anni di F.lli Razeto & Casareto. "Quando mi è stata proposta la realizzazione di questo libro ho pensato fosse bello ricostruire la storia di questa azienda dalle origini ad oggi dando il giusto valore a chi l'ha fondata oltre un secolo fa. Oggi sono il più anziano in ditta e ho il ruolo di presidente della F.lli Razeto & Casareto mi sembra ieri di quando i miei genitori mi portavamo con loro in fabbrica ancora bambino e...". Sono le prime righe della introduzione scritta da Andrea Razeto a "One Board With You Since 1920" la monografia della F.lli Razeto & Casareto presentata al 62° Salone Nautico Internazionale di Genova.

"Un libro che è anche la storia della nostra famiglia, anzi delle nostre famiglie che sono parte da sempre dell'azienda" ha sottolineato Andrea Razeto, vice presidente di Confindustria Nautico e con il fratello Giangiacomo Razeto, per tutti Giangi designer e responsabile dei settori design & innovazione, alla guida di questa storica azienda genovese specializzata in serrature e maniglie. Una lunghissima serie di articoli ancora oggi risultato di un lavoro che alla cura artigiana abbina le massime tecnologie e la ricerca. La monografia è stata curata con un lungo lavoro di archivio da Sabrina Burlando "Ho voluto partire da oggi per tornate indietro nel tempo e soprattutto ho voluto mostrare il patrimonio di valori, i valori del capitale umano di questa azienda che ho scoperto entrando in quella che era la vecchia fonderia e immaginando come, tanti anni fa, doveva svolgersi lì il lavoro". Tante le scoperte che, anche quelle che i fratelli Razeto hanno fatto nella monografia da uno sconosciuto brevetto di una maniglia degli Anni 20 e quello di Giangi Razeto che: "Tutta la nostra creatività è davvero nel DNA dell'azienda".

Un programma all'insegna della sostenibilità e dell'economia del mare quello che ha animato i palinsesti Forum e Innovation al Padiglione Blu, a cominciare dal seminario "The green side of the speed: foiling & future", organizzato da ATENA Lombardia in collaborazione con MYD-Politecnico di Milano.

Focus su settore e sostenibilità anche per l'evento organizzato da Deloitte "L'industria nautica e la sostenibilità". "La nautica è un settore estremamente importante per il paese e per la Liguria in particolare -riassume Carlo Laganà partner Deloitte- saper coniugare lo sviluppo del settore con gli obiettivi di sostenibilità è una necessità per tutti gli operatori. La sfida deve essere colta dalle istituzioni e dagli imprenditori, sono possibili ricadute occupazionali importanti anche grazie alle opportunità di ricerca sviluppo che devono essere sfruttate e l'industria nautica deve essere un settore trainante."

In chiusura, con l'appuntamento "Blue Economy e sviluppo: Istituzioni, imprese e finanza a dialogo", organizzato da Banca CARIGE, partner del Salone Nautico Internazionale di Genova da 62 anni. Matteo Bigarelli, direttore generale Banca CARIGE: "Banca CARIGE è presente anche quest'anno, non solo come sponsor dell'evento ma anche nell'organizzazione di convegni come quello di oggi in cui parliamo dell'economia del mare, se ne parla troppo poco nel Paese, noi troviamo sia molto importante anche alla luce dei numeri presentati dall'industria della nautica. Ma parliamo anche di sostenibilità, di Blue Economy, che non è solo lavoro, design e made in Italy, ma è anche attenzione all'ambiente e al mare. Saremo partner anche nei prossimi anni, come un gruppo più grande, BIPER, un gruppo attento al territorio e come tale supporterà questa eccellenza del made in Italy".

Nel corso della giornata, il Presidente di Regione Toscana, Eugenio Giani, ha incontrato i vertici di Confindustria Nautica e ha visitato la manifestazione.

advertising
PREVIOS POST
Sport protagonista del sabato del 62° Salone Nautico di Genova
NEXT POST
Pippa e Brontolo sono i nuovi campioni del Melges 32 e Melges 20