Boot Dusseldorf

Boot Dusseldorf, annullata l'edizione 2022 del salone nautico tedesco

Editoriale

10/01/2022 - 14:05
southernwind
southernwind

In una dichiarazione rilasciata stamani al quotidiano tedesco Rheinische Post e ripresa da IBI, il CEO della fiera di Dusseldorf, Wolfram Diener, ha annunciato l'inevitabilità dell'annullamento del Boot Dusseldorf 2022. Stavolta non è certo un fulmine a ciel sereno. Un paio di settimane fa avevamo anticipato un significativo elenco di aziende che, di fronte all’escalation dell’ennesima ondata di pandemia, avevano scelto di non partecipare alla rassegna, con i maggiori cantieri italiani in prima linea. Scelta condivisibile: al diavolo il business, teniamo alla salute. L’ulteriore peggioramento della situazione sanitaria ha fatto il resto, costringendo oggi la Messe – un colosso mondiale nell’organizzazione di fiere - ad annunciare che i loro 306.000 m² di padiglioni anche quest’anno resteranno vuoti. Il più grande boat show indoor al mondo, infatti, era stato annullato anche l’anno scorso causa Covid-19, mentre l’edizione del 2020, chi ci andò lo ricorderà nitidamente, era coincisa con l’inizio di tutto, di quando il virus aggredì l’Europa partendo proprio dalla Germania, sbarcando poi in meno di un mese anche da noi.

Nel mese di novembre PressMare era presente a Dusseldorf, unico media italiano, su invito degli organizzatori per l'evento di presentazione dell'edizione oggi purtroppo annullata. Un’occasione dove avevamo potuto verificare di persona quanta attenzione la Messe Dusseldorf avesse posto proprio sulla sicurezza e con quanta determinazione avessero organizzato un'edizione di rilancio dopo l'annullamento del 2021.

Eppure non è servito, di fronte ai protocolli sempre più stringenti e ai divieti messi in atto dalle autorità tedesche, anche una delle più organizzate e meglio strutturate fiere al mondo, ha dovuto rinunciare per il secondo anno consecutivo. Resta che la priorità assoluta è garantire la salute di chi espone, lavora e visita una rassegna, che sia di barche o di pale meccaniche. Ovviamente a essere maggiormente penalizzate dalla pandemia sono tutte quelle fiere che si svolgono al chiuso, un modello espositivo che va sicuramente riconsiderato alla luce di ciò che sta accadendo.

PREVIOS POST
Maserati e Soldini a Lanzarote per la RORC Transatlantic Race
NEXT POST
Riprende la vela sul Garda con la prima regata del 2022