Fondazione Francesca Rava e Marina Militare insieme per il secondo Campus educativo dedicato ai ragazzi dell'Istituto Penale Minorile Cesare Beccaria

Fondazione Francesca Rava e Marina Militare insieme per il secondo Campus educativo dedicato ai ragazzi dell'Istituto Penale Minorile Cesare Beccaria

Fondazione Francesca Rava e MM: il secondo Campus educativo

Istituzioni

07/07/2022 - 20:23
advertising

Questa mattina, presso l’Istituto Penale per i minorenni (IPM) Cesare Beccaria, si è tenuta la visita del Senatore Stefania Pucciarelli, sottosegretario alla Difesa, alla quale sono state illustrate le attività relative al Campus educativo dedicato ai giovani detenuti, organizzato dal 5 al 7 luglio dalla Fondazione Francesca Rava in sinergia con la Marina Militare, alla presenza del Presidente del Tribunale per i Minorenni di Milano, Maria Carla Gatto, il direttore del CGM per la Lombardia, Francesca Perrini e il vicedirettore IPM Cesare Beccaria, Raffaella Messina.

Si tratta del secondo Campus formativo realizzato in collaborazione con il Comando Subacquei e Incursori Comsubin della Marina Militare, che ha svolto con i ragazzi dell’IPM alcune attività insieme ai volontari della Fondazione.

Il Campus è una delle attività che rientra nell’ambito del progetto Palla al Centro della Fondazione Francesca Rava, nato da un Accordo di collaborazione con il Tribunale per i minorenni di Milano e con il Centro per la Giustizia Minorile per la Lombardia. Mission del progetto: prevenire il disagio giovanile, creare un ponte con la città di Milano e una comunità educante responsabile.

Numerose le attività messe in campo durante i 3 intensi giorni di Campus e improntate a valori come l'autodisciplina, il controllo di sé, l'aiuto ai compagni in difficoltà, speranza e modelli diversi cui ispirarsi per il futuro. Ma non solo. I giovani del Beccaria hanno avuto la possibilità di mettersi alla prova anche con attività subacquee e pratica di arti marziali, in particolare con la disciplina di Jujutsu, facendo lezione insieme ad un importante atleta della Marina Militare. Il Campus formativo ha coinvolto, quest’anno, anche la Polizia Penitenziaria con incontri formativi ad hoc.

Mariavittoria Rava, Presidente Fondazione Francesca Rava: “Sono orgogliosa della qualità e continuità della collaborazione con la Marina Militare. Non solo nelle emergenze, ma anche nei progetti educativi a favore dei giovani. Per il secondo anno consecutivo, abbiamo realizzato all’IPM Cesare Beccaria un intenso campus ricco di attività e contenuti umani, grazie alla preziosa sinergia con Comsubin. Con questa iniziativa innovativa, con le giornate di familiarizzazione con il mondo subacqueo e con il nuovo progetto delle Borse Blu dedicate all’avviamento alle professioni del mare, stiamo creando insieme alla Forza Armata, in questo difficile momento storico, un percorso di arricchimento valoriale e di concreto indirizzamento e sostegno ai giovani più fragili, affinché possano costruire il loro futuro personale e lavorativo. Sono molto grata al Senatore Stefania Pucciarelli per essere presente oggi insieme a noi e alle Forze Speciali della Marina Militare per aver trasferito ai giovani detenuti valori importanti quali l’amore e il rispetto per la Patria, lo spirito di squadra, il coraggio e una grande professionalità”.

Il Senatore Stefania Pucciarelli, sottosegretario alla Difesa: “Il progetto al Beccaria che vede in sinergia la Fondazione Rava con la Marina Militare (la Forza Armata di cui ho delega dal Ministro della Difesa) è un chiaro esempio di come si possono abbattere i pregiudizi ed essere molto efficaci per l’inclusione sociale e lavorativa dei ragazzi prevenendo e contrastando, di fatto, il disagio di questi giovani. Spesso i ragazzi come quelli del Beccaria sono adolescenti sfortunati che non hanno alle spalle famiglie che li possano sostenere. Il fatto che la comunità militare, come la nostra Marina Militare con il personale di COMSUBIN in questa area geografica ma anche di altri reparti in altre zone d’Italia, possa fattivamente contribuire a questo tipo di inclusione, mi rende non solo orgogliosa, ma anche convinta che ci sia la possibilità di un cambiamento, un cambiamento radicale per ogni ragazzo che affronta percorsi di questo tipo un cambiamento che, se chiaro e palese, deve essere seriamente accolto dalla società e diventare inclusione. Il connubio Fondazione RAVA / Marina Militare è ormai una realtà più che decennale, basta pensare a Nave Cavour durante l’operazione White Crane a seguito del terribile terremoto di Haiti nel gennaio 2010, (attività che qualche mese fa abbiamo ricordato proprio a bordo della Nave Ammiraglia della MM a Civitavecchia) è una realtà che fa bene non solo alle Forze Armate, ma a tutti gli Italiani, perché rafforza il concetto di investimento su di uno strumento militare difensivo al servizio di tutti, nessuno escluso”.

“Siamo oggi all’IPM Cesare Beccaria per rinnovare l’impegno della Marina Militare nel progetto Palla al Centro della Fondazione Francesca Rava” ha voluto sottolineare il contrammiraglio Massimiliano Rossi, comandante del Comando Subacquei e Incursori, COMSUBIN, “con l’obiettivo di realizzare percorsi di rinascita per i ragazzi detenuti. E’ un importante progetto che prosegue nel solco di una collaborazione ultra decennale e che trova espressione nell’ambito di moltissime attività e progetti educativi per i giovani. Insieme ci auguriamo di portare iniziative come Palla al Centro anche in altre carceri italiane.”

advertising
PREVIOS POST
Consegnato Kenshō, il nuovo megayacht Admiral di 75 metri
NEXT POST
Martini vince la sua prima tappa di Coppa del Mondo in Croazia