TISG: il consiglio di amministrazione approva il bilancio consolidato

TISG, il consiglio di amministrazione approva il bilancio consolidato

Superyacht

24/03/2022 - 17:14
mangusta
mangusta

Il Consiglio di Amministrazione di The Italian Sea Group S.p.A. (“TISG” o la “Società”), operatore globale della nautica di lusso, comunica di aver approvato il Bilancio della Società relativo all’esercizio chiuso il 31 dicembre 2021 redatto secondo i principi contabili internazionali IFRS.

“Il 2021 si conferma un anno particolarmente significativo per The Italian Sea Group, che ha visto l’ulteriore consolidamento della Società nel segmento dei mega yacht e in mercati di rilevanza strategica come quello americano” – ha commentato Giovanni Costantino, Founder & CEO di The Italian Sea Group.

“A breve distanza dall’acquisizione di Perini Navi, finalizzata a fine gennaio, sono tornati operativi i siti produttivi di Viareggio e La Spezia, abbiamo integrato la maggior parte dei dipendenti e avviato con impegno ed energia importanti commesse, con l’obiettivo di valorizzare sempre di più un brand così prestigioso nel panorama nautico internazionale.

 I risultati odierni indicano il successo della nostra strategia di business, focalizzata sulla continua ricerca dell’eccellenza, dell’innovazione e della qualità. In funzione di questi risultati, che ci permettono di guardare con grande determinazione e fiducia verso le numerose opportunità future, confermiamo la Guidance 2022.”

 Principali risultati

The Italian Sea Group ha registrato una forte crescita nell’esercizio 2021 rispetto al 2020. Nel dettaglio, la Società ha significativamente incrementato ricavi e marginalità, facendo leva su un’intensificazione della domanda di yacht nel range dimensionale più elevato.

Il 2021 è stato un anno significativo per The Italian Sea Group, sia dal punto di vista produttivo, sia per quanto riguarda le partnership siglate con marchi di punta nel settore del lusso come Automobili Lamborghini e Giorgio Armani, che hanno contribuito a consolidare l’elevato posizionamento della Società.

 Dall’8 giugno 2021, la Società è inoltre quotata su Euronext Milan di Borsa Italiana. Le risorse raccolte in sede di IPO – pari a 44,5 milioni di Euro - sono risultate fondamentali per finalizzare l’acquisizione di Perini Navi, uno dei brand più prestigiosi nel segmento dei superyacht a vela.

L’acquisizione è stata realizzata il 22 dicembre 2021, attraverso la controllata al 100% New Sail S.r.l., per un valore complessivo di 80 milioni di Euro. L’operazione è stata finanziata dalla disponibilità di cassa e da linee di credito bancarie a lungo termine.

 Ricavi

Nel 2021, The Italian Sea Group ha realizzato Ricavi totali pari a 186 milioni di Euro, in crescita del 60,3% rispetto ai 116 milioni di Euro registrati nello stesso periodo del 2020.

• Nel corso dell’esercizio la divisione Shipbuilding ha registrato ricavi per 164 milioni di Euro, in aumento rispetto ai 98 milioni di Euro del 2020. Tale risultato è riconducibile a un aumento dei contratti per yacht di grandi dimensioni, agli avanzamenti delle commesse di yacht a vela e a motore e al positivo andamento delle vendite Tecnomar for Lamborghini 63. Alla fine dell’esercizio 2021, la Società risulta avere in produzione 14 superyacht e megayacht, oltre a 13 Tecnomar for Lamborghini 63, per un totale di 27 commesse in progress.

• La divisione Refit ha registrato ricavi per 22 milioni di Euro, in aumento rispetto ai 14 milioni di Euro del 2020. La performance del Refit non ha subito rallentamenti, nonostante l'avanzamento dei lavori previsti dai piani di investimento “TISG 4.0” e “TISG 4.1”.

 Il valore complessivo del portafoglio ordini di Shipbuilding e Refit (Order Book) al 31 dicembre 2021 è pari a 827 milioni di Euro con un’ampia visibilità, fino al 2026, delle commesse in costruzione, di cui circa l’80% rappresentato da yacht di dimensioni superiori ai 50 metri. A fine esercizio il Net Backlog (valore complessivo dei contratti relativi a yacht non ancora consegnati, al netto dei ricavi già iscritti nel conto economico) di Shipbuilding e Refit è pari a 536 milioni di Euro.

 La suddivisione dei Ricavi per area geografica evidenzia una maggiore incidenza del mercato americano. In particolare, tale incremento è frutto di una maggiore brand awareness nella Regione, stimolata dalla collaborazione con rinomati broker statunitensi, che ha permesso alla Società di entrare nel mercato americano di yacht di grandi dimensioni, come confermato dalla vendita, alla fine del 2021, di un mega-yacht di 82 metri a marchio Admiral.

L’ebitda è pari a 28 milioni di Euro, in crescita del 93% rispetto ai 14,5 milioni di Euro al 31 dicembre 2020, con un Ebitda Margin del 15% rispetto al 12,5% dell’esercizio 2020.

 Il costante incremento della redditività è riconducibile a (i) un aumento nel prezzo delle vendite determinato dal consolidato posizionamento del brand nella fascia più alta di mercato, dall’elevato standard qualitativo degli yacht e dall’eccellente contenuto di design Made in Italy, a parziale riduzione del gap di prezzo con i competitor Nord Europei; (ii) un efficientamento dei costi dovuto all’espansione della capacità produttiva; (iii) un impatto limitato dell’aumento dei prezzi delle materie prime, grazie a efficienti sinergie con i fornitori.

 L’ebitè stato pari a 21,7 milioni di Euro, più che raddoppiato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente quando era pari a 9,4 milioni di Euro, con un margine sui ricavi dell’11,7% rispetto all’8,1% dell’esercizio 2020, a fronte di ammortamenti, svalutazioni, accantonamenti e minusvalenze che, nell’esercizio 2021, ammontano a 6,2 milioni di Euro.

 Il Risultato Netto è pari a 16,3 milioni di Euro, in significativo aumento rispetto ai 6,2 milioni di Euro dell’esercizio 2020. Shipbuilding in Euro migliaia Ricavi per area geografica 2021 Ricavi per area geografica 2020 Americhe 4.164 1.023 APAC 80.849 51.327 Europa E Russia 79.130 46.168 Ricavi Operativi della divisione Shipbuilding 164.143 98.518 6 La Posizione Finanziaria Netta, positiva per 41 milioni di Euro rispetto a un indebitamento finanziario netto pari a 8,3 milioni di Euro nel 2020, riflette una forte generazione di cassa, realizzata dagli incassi relativi al progress dei contratti in essere e dall’aumento di capitale realizzato in sede di quotazione.

Guidance 2022 Alla luce dei risultati dell’esercizio 2021, la Società conferma la Guidance 2022, che prevede un aumento dei Ricavi Totali tra i 280 e i 295 milioni di Euro, con un’ulteriore crescita rispetto al 2021 di circa il 55% e un EBITDA Margin del 15,5%. Tale Guidance riflette il contributo dell’acquisizione di Perini Navi in termini di aumento dei Ricavi; l’ulteriore incremento di marginalità esprime inoltre l’aspettativa di conseguire ritorni positivi, grazie al rapido ri-avviamento dei nuovi siti produttivi con Investimenti contenuti. Nel 2022 si prevedono Investimenti che comprendono 9 milioni di Euro destinati al completamento del piano di investimento “TISG 4.0” e 10 milioni di Euro per il “TISG 4.1”.

 Inoltre, saranno investiti 1,8 milioni di Euro nel periodo 2022 – 2023 per la messa a punto dei due siti produttivi di Viareggio e La Spezia rilevati dall’acquisizione e già resi operativi. Sulla base della forte convinzione di poter sfruttare l’intera capacità produttiva dei due cantieri, in data 17 febbraio 2022 il Consiglio di Amministrazione di “The Italian Sea Group” ha approvato il progetto di fusione della controllata New Sail S.r.l.. Dopo aver definito con chiarezza i progetti di integrazione dell’acquisizione e di avvio dei siti produttivi, il Management della Società è già oggi pienamente concentrato sulla loro esecuzione.

 Commento sull’attuale crisi geopolitica

Per quanto concerne l’attuale crisi geopolitica e il conflitto tra Russia e Ucraina, TISG conferma l’esigua esposizione del proprio Net Backlog nei confronti del mercato russo, con il quale risulta in essere soltanto una commessa prevista in consegna nei primi mesi del 2023. Il management del Gruppo conferma inoltre che l’avanzamento di tutte le commesse attualmente in portafoglio e le attività di refit stanno proseguendo senza alcun 7 rallentamento e nessun ordine è stato cancellato né si sono registrati ritardi nei pagamenti degli Stati di Avanzamento Lavori (SAL) contrattuali.

Evoluzione prevedibile della gestione

Crescita nelle dimensioni delle commesse TISG continuerà a focalizzare i propri sforzi sulla costruzione di mega e giga-yacht, facendo leva sulla consolidata awareness dei propri marchi e sulle competenze riconosciute dai clienti e dai principali broker della nautica internazionale. Consolidamento nel segmento della vela Un altro elemento significativo della strategia di sviluppo di TISG è il consolidamento nel segmento degli yacht a vela, che sta registrando un forte incremento della domanda, anche grazie al crescente interesse degli Armatori nei confronti della sostenibilità e dell’ambiente.

A conferma di ciò, la Società ha rilevato il completamento di un sailing yacht di 60 metri destinato ad un armatore americano, commessa originariamente acquisita dalla precedente proprietà Perini Navi. Avviamento Perini TISG ha già integrato al suo interno gran parte dei dipendenti rilevati dall’acquisizione di Perini Navi e intende finalizzare la messa a punto dei due siti produttivi di La Spezia e Viareggio.

Nuove partnership con brand del lusso Le collaborazioni con brand del calibro di Giorgio Armani e Automobili Lamborghini hanno contribuito a rafforzare ulteriormente il posizionamento della Società nel segmento del lusso e, a conferma di quanto annunciato durante il processo di quotazione, TISG intende finalizzare un’ulteriore importante partnership. 8 Strategia ESG La Società continua l’implementazione della propria strategia ESG: il piano di investimenti TISG 4.1 è di ampio respiro e prevede anche la transizione ecologica delle facilities attraverso l’installazione di impianti fotovoltaici su tutti i capannoni all’interno dei cantieri di Marina di Carrara, Viareggio e La Spezia.

 Tali impianti sono un ulteriore tassello del piano strategico ESG, che prevede già un forte impegno anche nella realizzazione di yacht “green” attraverso la continua evoluzione delle motorizzazioni ibride e l’utilizzo di verniciature e materie prime a basso impatto ambientale, tra cui il teak sintetico, valorizzando il fattore sostenibilità in ogni fase della filiera produttiva.

Proposta di destinazione degli utili

 Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all’Assemblea degli Azionisti il pagamento di un dividendo, relativo all’esercizio 2021, pari ad Euro 0,185 per azione. Il totale dei dividendi, pari a 9,8 milioni di Euro, corrisponde a un pay-out di circa il 60% del risultato netto di Gruppo (+58% rispetto al dividendo 2020). Ove approvato dall’Assemblea, il dividendo prevedrà lo stacco della cedola il 9 maggio 2022, la record date il 10 maggio 2022 e il pagamento in data 11 maggio 2022.

Programma di acquisto e disposizione di azioni proprie

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di sottoporre agli Azionisti la richiesta di autorizzazione ai sensi del combinato disposto degli articoli 2357 e 2357-ter del codice civile, nonché dell’articolo 132 del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, come modificato (“TUF”), ad effettuare operazioni di acquisto e disposizione di azioni proprie della Società. L’autorizzazione verrà richiesta per l’acquisto, anche in più tranche, di azioni ordinarie, fino a un numero massimo di 3.710.000 azioni, corrispondente al 7% del capitale sociale di TISG al 31 dicembre 2021, per un periodo di 18 mesi a far data dalla relativa delibera autorizzativa dell’Assemblea Ordinaria. L’autorizzazione alla disposizione delle azioni proprie è richiesta senza limiti temporali.

Rinnovo dell’organismo di vigilanza

Il Consiglio ha provveduto, altresì, al rinnovo dell’Organismo di Vigilanza nominando la Dottoressa Annalisa De Vivo, il Dottor Carlo De Luca e il Dottor Felice Simbolo quali componenti di detto Organismo, il cui mandato avrà durata di tre anni.

PREVIOS POST
Garmin conferma il matrimonio con Italy Bass Nation
NEXT POST
A Riva del Garda le selezioni interzonali Optimist