Salone Nautico Venezia: inizia domani la terza edizione

Salone Nautico Venezia, inizia domani la terza edizione

Servizio

27/05/2022 - 16:06
advertising

Il saluto dal cielo degli elicotteri e il lancio degli incursori della Marina Militare, la musica e il canto del Coro della Fenice, il taglio del nastro con il Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, il Ministero della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta e il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Ammiraglio Squadra Enrico Credendino. La terza edizione del Salone Nautico Venezia si apre domani mattina sabato 28 maggio con una cerimonia prevista dalle ore 11 nell'Area Scali a fianco del sommergibile Dandolo con gli Incursori del Comando Subacquei e Incursori (COMSUBIN) che effettueranno un lancio di precisione col paracadute da due elicotteri delle Forze Aeree della Marina, terminando la loro discesa nelle acque dell'Arsenale.

Per la terza volta è l'antica fabbrica delle navi della Repubblica Serenissima la "casa" del Salone Nautico Venezia che consolida la sua posizione nell'ambito delle grandi manifestazioni espositive dedicate alla nautica e alla sostenibilità ambientale.
Un punto di riferimento per l'Adriatico e tutta la lunga rotta che da Venezia porta a Istanbul lungo il Mediterraneo Orientale. Una manifestazione fieristica che può vantare dei numeri tutti in crescita: aumentano del 25% le imbarcazioni esposte, che passano da 240 a 300 (di cui 240 in acqua) per una lunghezza totale di 2,7 chilometri. Il 98 per cento degli espositori dell'edizione del 2021 ha riconfermato la propria presenza, e quest'anno si contano 200 espositori.

"Venezia torna a celebrare l'arte navale e lo fa proprio invitando tutto il popolo del mare nel luogo dove la Serenissima dimostrava al mondo la sua egemonia raggiunta grazie alla costruzione di una imponente flotta – ha dichiarato il Sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro – All'Arsenale, luogo simbolo dell'ingegno e dell'innovazione, saranno nove giorni dove la tradizione andrà di pari passo con la più moderne tecnologie e soprattutto dove protagonista sarà la sostenibilità ambientale, il tema su cui la nostra Città si è candidata a capitale mondiale. Buon Salone a tutti, vi aspettiamo per guardare assieme al futuro".

In Arsenale non mancheranno i grandi player della nautica di lusso. Ferretti Group coglierà l'occasione per presentare alcune novità in prima assoluta come l'atteso wallypower58 e il più piccolo 43X, che saranno a fianco al Custom Line 106 da 32 metri, ammiraglia a motore del Salone.

Azimut Benetti partecipa per la seconda volta con una flotta importante di cui Magellano 25 nella versione Timeless è la più grande. Per la prima volta arriva a Venezia anche il gruppo Sanlorenzo, presente con diverse barche che rappresentano il core business della sua produzione articolata in diverse linee. Dall'Inghilterra arriva a fianco dei cantieri italiani anche Sunseeker, dando così alla manifestazione veneziana un respiro internazionale.
Non solo barche: in questa terza edizione ognuno dei tre grandi gruppi occuperà una "tesa" ovvero uno dei luoghi in cui venivano allestite navi e galere della Serenissima. Per il suo allestimento il Gruppo Azimut Benetti usa la creatività di Michele De Lucchi. Sanlorenzo si è affidato a Piero Lissoni, che è anche Art Director del marchio e ha scelto uno stile che ricorda con forza i container, elementi forti dell'estetica del mare. La firma dello stand del Gruppo Ferretti è di +39 Design Management di Chiara Chiti e Fabio Antinori. Da citare le opere d'arte esposte in Arsenale, le nuotatrici in bronzo e resina di Carole A. Feuerman e un viaggiatori di Bruno Catalano. Il Bacino di Carenaggio ospiterà un'istallazione di opere realizzate con materiale plastico riciclato e rigenerato: Le Teste, Le Fonti, Gli uomini di sale e Insostenibile.

Grandi protagoniste saranno, poi, le imbarcazioni elettriche: tra queste, Yamaha che presenta Harmo un motore elettrico montato su Respiro, barca prodotta da Venmar con sede al Lido di Venezia, ma soprattutto una strategia di mobilità elettrica che non si ferma al mare. Altri protagonisti saranno Huracan, Torqeedo, dalla Svezia il cantiere Candela con la prima mondiale di C8 e un nuovo progetto di "water taxi" foiling. Frauscher presenta un catamarano full electric per acque interne, il TimeSquare 20. Aqua Superpower ha nuove stazioni di ricarica. Non mancheranno gli appuntamenti come la E-regatta giunta alla seconda edizione e la presenza del nuovissimo one design elettrico per competizioni motonautiche E1 Racebird in premiere mondiale sia in acqua sia a terra.

"Il Salone cresce nei numeri e sempre di più si apre all'estero mettendo in campo una macchina organizzativa che vede impegnati oltre 2.000 operatori tra espositori e staff per accogliere il popolo del mare durante tutti i giorni della manifestazione – commenta il direttore operativo di Vela spa, Fabrizio D'Oria – cresce anche l'offerta culturale e convegnistica con numerose occasioni di approfondimento sui temi della sostenibilità, una vocazione della nostra città con la sua grande apertura internazionale. È importante che Venezia torni a essere quel grande centro di intrecci culturali e diplomatici che era 200 anni fa. Il mare, la sua salute sono temi naturali per noi e il Salone Nautico farà la sua parte".

"Gli espositori del 2021 hanno confermato la loro presenza al 98% - ha detto Alberto Bozzo direttore commerciale del Salone Nautico Venezia - questo indica come il nostro Salone stia andando nella direzione che loro si aspettano. L'Arsenale consente ai potenziali acquirenti di visitare le barche in maniera rilassata. Voglio anche sottolineare come in tutte le aree siano presenti soluzioni elettriche che convivono con la tecnologia termica tradizionale".

Il tema green e la sostenibilità, che vede Venezia in prima linea come capitale, saranno il focus delle attività culturali che metteranno al centro l'attenzione all'ambiente nei diversi aspetti della fruizione del mare, della costruzione delle barche. Sarà quindi la sostenibilità il tema della ricchissima offerta culturale nei diversi meeting che ogni giorno animeranno la manifestazione: in totale una trentina di convegni tutti di grande contenuto, che porteranno i grandi protagonisti a dibattere tra loro. Sede principale sarà la Torre di Porta Nuova, ma non sarà l'unica a disposizione. La domenica 29 maggio si comincia con un incontro sul tema "Waterfront le declinazioni dell'acqua", il lunedì successivo Confindustria Venezia propone "Innovazione e sostenibilità. Le nuove rotte della cantieristica". Il martedì mattina il convegno dell'ente certificatore RINA dal titolo "Il mondo dello yachting incontra la sostenibilità". Venerdì 3 giugno Assonautica di Venezia propone un programma particolarmente ricco con il titolo "Verso la Transizione Ecologica". Nella Tesa 99 si terrà la terza edizione della mostra MUVE Yacht Projects, a cura della Fondazione Musei Civici di Venezia e Vela Spa, che presenterà i lavori selezionati tramite il Bando internazionale per la selezione di studi e progetti di barche sostenibili.

Nel pomeriggio di lunedì un momento dedicato allo sport con l'incontro in Area Sommergibile di due grandi atleti delle Fiamme Gialle: Ruggero Tita, vincitore della medaglia d'oro alle Olimpiadi di Tokio in classe Nacra 17 in equipaggio con Caterina Banfi e Romano Battisti che ha partecipato alla America's Cup a bordo di Luna Rossa, dopo aver conquistato una medaglia d'argento in canottaggio con il doppio.

Come sempre, troverà spazio nel Salone la cantieristica tradizionale veneziana, con le barche che ogni giorno servono alla città per vivere, costruite nei cantieri della Laguna con il loro profumo di tradizione ma anche di tecnologia.
I nove giorni di manifestazione saranno anche l'occasione per dare spazio all'intrattenimento con regate e trofei, con un programma molto ricco tra cui spiccano manifestazioni motonautiche con l'arrivo della manifestazione motonautica Pavia Venezia l'ultimo giorno e regate con al centro la Salone Nautico Venezia Cup organizzata dalla Compagnia della Vela, oltre a molte occasioni di intrattenimento per le famiglie e i bambini con attività, punti di ristorazione, voga e vela e riscoperta dei luoghi dell'Arsenale. Da domani iniziano anche i laboratori didattici in collaborazione con Muve, rivolti ai bambini e alle famiglie, la caccia al tesoro in Arsenale, la visita al sommergibile Enrico Dandolo e al rifugio antiaereo della Seconda guerra mondiale, le attività ludico sportive di Dogaressa Kids alla scoperta delle tradizioni veneziane ma anche laboratori di manualità, esperienze di voga per i bambini. Tutti i giorni, in rio delle Galeazze, si potrà assistere alle prove in acqua e sperimentare gli sport remieri, tra cui voga alla veneta, vela, canoa, kayak, dragon boat, oltre a passeggiate in gondola a cura dell'Associazione Gondolieri Venezia. In Bacino di Carenaggio medio, oggi e domani H-Farm Airstream presenterà attività rivolte a bambini e ragazzi per coinvolgerli nell'uso consapevole e creativo delle tecnologie con strumenti digitali interattivi e giochi di robotica.

Il saluto dal cielo degli elicotteri e il lancio degli incursori della Marina Militare, la musica e il canto del Coro della Fenice, il taglio del nastro con il Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, il Ministero della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta e il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Ammiraglio Squadra Enrico Credendino. La terza edizione del Salone Nautico Venezia si apre domani mattina sabato 28 maggio con una cerimonia prevista dalle ore 11 nell'Area Scali a fianco del sommergibile Dandolo con gli Incursori del Comando Subacquei e Incursori (COMSUBIN) che effettueranno un lancio di precisione col paracadute da due elicotteri delle Forze Aeree della Marina, terminando la loro discesa nelle acque dell'Arsenale.

Per la terza volta è l'antica fabbrica delle navi della Repubblica Serenissima la "casa" del Salone Nautico Venezia che consolida la sua posizione nell'ambito delle grandi manifestazioni espositive dedicate alla nautica e alla sostenibilità ambientale.
Un punto di riferimento per l'Adriatico e tutta la lunga rotta che da Venezia porta a Istanbul lungo il Mediterraneo Orientale. Una manifestazione fieristica che può vantare dei numeri tutti in crescita: aumentano del 25% le imbarcazioni esposte, che passano da 240 a 300 (di cui 240 in acqua) per una lunghezza totale di 2,7 chilometri. Il 98 per cento degli espositori dell'edizione del 2021 ha riconfermato la propria presenza, e quest'anno si contano 200 espositori.

"Venezia torna a celebrare l'arte navale e lo fa proprio invitando tutto il popolo del mare nel luogo dove la Serenissima dimostrava al mondo la sua egemonia raggiunta grazie alla costruzione di una imponente flotta – ha dichiarato il Sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro – All'Arsenale, luogo simbolo dell'ingegno e dell'innovazione, saranno nove giorni dove la tradizione andrà di pari passo con la più moderne tecnologie e soprattutto dove protagonista sarà la sostenibilità ambientale, il tema su cui la nostra Città si è candidata a capitale mondiale. Buon Salone a tutti, vi aspettiamo per guardare assieme al futuro".

In Arsenale non mancheranno i grandi player della nautica di lusso. Ferretti Group coglierà l'occasione per presentare alcune novità in prima assoluta come l'atteso wallypower58 e il più piccolo 43X, che saranno a fianco al Custom Line 106 da 32 metri, ammiraglia a motore del Salone.

Azimut Benetti partecipa per la seconda volta con una flotta importante di cui Magellano 25 nella versione Timeless è la più grande. Per la prima volta arriva a Venezia anche il gruppo Sanlorenzo, presente con diverse barche che rappresentano il core business della sua produzione articolata in diverse linee. Dall'Inghilterra arriva a fianco dei cantieri italiani anche Sunseeker, dando così alla manifestazione veneziana un respiro internazionale.
Non solo barche: in questa terza edizione ognuno dei tre grandi gruppi occuperà una "tesa" ovvero uno dei luoghi in cui venivano allestite navi e galere della Serenissima. Per il suo allestimento il Gruppo Azimut Benetti usa la creatività di Michele De Lucchi. Sanlorenzo si è affidato a Piero Lissoni, che è anche Art Director del marchio e ha scelto uno stile che ricorda con forza i container, elementi forti dell'estetica del mare. La firma dello stand del Gruppo Ferretti è di +39 Design Management di Chiara Chiti e Fabio Antinori. Da citare le opere d'arte esposte in Arsenale, le nuotatrici in bronzo e resina di Carole A. Feuerman e un viaggiatori di Bruno Catalano. Il Bacino di Carenaggio ospiterà un'istallazione di opere realizzate con materiale plastico riciclato e rigenerato: Le Teste, Le Fonti, Gli uomini di sale e Insostenibile.

Grandi protagoniste saranno, poi, le imbarcazioni elettriche: tra queste, Yamaha che presenta Harmo un motore elettrico montato su Respiro, barca prodotta da Venmar con sede al Lido di Venezia, ma soprattutto una strategia di mobilità elettrica che non si ferma al mare. Altri protagonisti saranno Huracan, Torqeedo, dalla Svezia il cantiere Candela con la prima mondiale di C8 e un nuovo progetto di "water taxi" foiling. Frauscher presenta un catamarano full electric per acque interne, il TimeSquare 20. Aqua Superpower ha nuove stazioni di ricarica. Non mancheranno gli appuntamenti come la E-regatta giunta alla seconda edizione e la presenza del nuovissimo one design elettrico per competizioni motonautiche E1 Racebird in premiere mondiale sia in acqua sia a terra.

"Il Salone cresce nei numeri e sempre di più si apre all'estero mettendo in campo una macchina organizzativa che vede impegnati oltre 2.000 operatori tra espositori e staff per accogliere il popolo del mare durante tutti i giorni della manifestazione – commenta il direttore operativo di Vela spa, Fabrizio D'Oria – cresce anche l'offerta culturale e convegnistica con numerose occasioni di approfondimento sui temi della sostenibilità, una vocazione della nostra città con la sua grande apertura internazionale. È importante che Venezia torni a essere quel grande centro di intrecci culturali e diplomatici che era 200 anni fa. Il mare, la sua salute sono temi naturali per noi e il Salone Nautico farà la sua parte".

"Gli espositori del 2021 hanno confermato la loro presenza al 98% - ha detto Alberto Bozzo direttore commerciale del Salone Nautico Venezia - questo indica come il nostro Salone stia andando nella direzione che loro si aspettano. L'Arsenale consente ai potenziali acquirenti di visitare le barche in maniera rilassata. Voglio anche sottolineare come in tutte le aree siano presenti soluzioni elettriche che convivono con la tecnologia termica tradizionale".

Il tema green e la sostenibilità, che vede Venezia in prima linea come capitale, saranno il focus delle attività culturali che metteranno al centro l'attenzione all'ambiente nei diversi aspetti della fruizione del mare, della costruzione delle barche. Sarà quindi la sostenibilità il tema della ricchissima offerta culturale nei diversi meeting che ogni giorno animeranno la manifestazione: in totale una trentina di convegni tutti di grande contenuto, che porteranno i grandi protagonisti a dibattere tra loro. Sede principale sarà la Torre di Porta Nuova, ma non sarà l'unica a disposizione. La domenica 29 maggio si comincia con un incontro sul tema "Waterfront le declinazioni dell'acqua", il lunedì successivo Confindustria Venezia propone "Innovazione e sostenibilità. Le nuove rotte della cantieristica". Il martedì mattina il convegno dell'ente certificatore RINA dal titolo "Il mondo dello yachting incontra la sostenibilità". Venerdì 3 giugno Assonautica di Venezia propone un programma particolarmente ricco con il titolo "Verso la Transizione Ecologica". Nella Tesa 99 si terrà la terza edizione della mostra MUVE Yacht Projects, a cura della Fondazione Musei Civici di Venezia e Vela Spa, che presenterà i lavori selezionati tramite il Bando internazionale per la selezione di studi e progetti di barche sostenibili.

Nel pomeriggio di lunedì un momento dedicato allo sport con l'incontro in Area Sommergibile di due grandi atleti delle Fiamme Gialle: Ruggero Tita, vincitore della medaglia d'oro alle Olimpiadi di Tokio in classe Nacra 17 in equipaggio con Caterina Banfi e Romano Battisti che ha partecipato alla America's Cup a bordo di Luna Rossa, dopo aver conquistato una medaglia d'argento in canottaggio con il doppio.

Come sempre, troverà spazio nel Salone la cantieristica tradizionale veneziana, con le barche che ogni giorno servono alla città per vivere, costruite nei cantieri della Laguna con il loro profumo di tradizione ma anche di tecnologia.
I nove giorni di manifestazione saranno anche l'occasione per dare spazio all'intrattenimento con regate e trofei, con un programma molto ricco tra cui spiccano manifestazioni motonautiche con l'arrivo della manifestazione motonautica Pavia Venezia l'ultimo giorno e regate con al centro la Salone Nautico Venezia Cup organizzata dalla Compagnia della Vela, oltre a molte occasioni di intrattenimento per le famiglie e i bambini con attività, punti di ristorazione, voga e vela e riscoperta dei luoghi dell'Arsenale. Da domani iniziano anche i laboratori didattici in collaborazione con Muve, rivolti ai bambini e alle famiglie, la caccia al tesoro in Arsenale, la visita al sommergibile Enrico Dandolo e al rifugio antiaereo della Seconda guerra mondiale, le attività ludico sportive di Dogaressa Kids alla scoperta delle tradizioni veneziane ma anche laboratori di manualità, esperienze di voga per i bambini. Tutti i giorni, in rio delle Galeazze, si potrà assistere alle prove in acqua e sperimentare gli sport remieri, tra cui voga alla veneta, vela, canoa, kayak, dragon boat, oltre a passeggiate in gondola a cura dell'Associazione Gondolieri Venezia. In Bacino di Carenaggio medio, oggi e domani H-Farm Airstream presenterà attività rivolte a bambini e ragazzi per coinvolgerli nell'uso consapevole e creativo delle tecnologie con strumenti digitali interattivi e giochi di robotica.

advertising
PREVIOS POST
Yamaha partner della FIM con la nuova SuperJet Cup
NEXT POST
Salone Nautico di Venezia 2022: al via l’edizione della maturità