Il lussuoso maxi yacht a vela Tamarita ex Piropo IV a Porto Santo Stefano

Il lussuoso maxi yacht a vela ex Piropo IV a Porto Santo Stefano

Barca a vela

17/02/2022 - 07:45
beneteau
beneteau

Ha fatto sosta al Porto del Valle a Porto Santo Stefano il maxi yacht a vela Piropo IV recentemente ribattezzato Tamarita dal nuovo armatore con  bandiera della Grecia, facendo bella mostra di se con i suo due alberi e i 46,5 metri di lunghezza, subito documentato da Artemare Club che tiene l'Archivio storico della navi e  barche che approdano all'Argentario. Piropo IV "era di casa" a Cala Galera il suo ormeggio storico.

Costruito in acciaio e alluminio dai cantieri Perini Navi su un design interno e classificato ABS, Piropo IV venne consegnato nel 1991, dal punto di vista velico è un ketch  con attrezzatura  North Sails, avvolgibile Bamar e verricello elettrico Antal 200 nell'albero principale, ha due motori diesel MTU da 640 CV che sviluppano una velocità massima di 14 nodi e un'autonomia transatlantica di 4.000 miglia nautiche a 12 nodi grazie ai suoi serbatoi di carburante da 11.000 litri.

Gli alloggi consentono l'imbarco fino a  otto ospiti in quattro cabine composte da una master suite, una suite VIP e due gemelli, tutte con sistemi visivi e audio  servizi con bagno privato, le  altre quattro cabine ospitano fino a otto membri dell'equipaggio. Ha un'importante salone principale con area relax rivestita in legno chiaro e un bar per il massimo potenziale di intrattenimento, la  zona pranzo a  posti a sedere per il numero di ospiti citato.

E' un maxi yacht a vela ideale per la vita indoor-outdoor senza soluzione di continuità, tra cui una piattaforma di nuoto, un ampio ponte di poppa con comodi posti a sedere attorno a un grande tavolo ovale per mangiare all'aperto e un flybridge esteso con aree salotto, un barbecue e prendisole.

Artemare Club ricorda che il suo ex nome Piropo, ripetuto con la numerazione latina, è di una serie di barche tra le più belle che ha costruito Perini Navi, cantiere navale italiano con sede a Viareggio  unico al mondo che disegna, sviluppa e produce autonomamente i propri yacht, ed è  parola di origine latino spagnola che tradotta in italiano significa "adulare, fare dei complimenti" e questa è stata sempre la cortesia a bordo che sarà sicuramente  anche il credo di Tamarita e, ancora, per 18 anni è stato a bordo su questo lussuoso panfilo Alessandro Di Roberto, il più piccolo di sette fratelli di una famiglia di pescatori santostefanesi e tutta l'esperienza acquisita la mette da qualche anno  nella gestione del suo locale di ristorazione e intrattenimento denominato anch'esso "Piropo", ubicato lungo lo storico molo della Pilarella di  Porto Santo Stefano

PREVIOS POST
Confarca contro le modifiche al decreto sulle patenti nautiche
NEXT POST
Campionato di Vela del Golfo di Napoli, terzultima tappa