La cover del libro 'Team Coaching a Bordo' di Elena Squaratti

La cover del libro 'Team Coaching a Bordo' di Elena Squaratti

"Team coaching a bordo": il libro sulle strategie per l'equipaggio

Servizio

04/10/2018 - 16:55
advertising

Elena Squaratti  presenta il libro "Team coaching a bordo. Strategie vincenti per un equipaggio di successo".

Estratto del libro

Nel mondo degli equipaggi da diporto, l’eccellenza è uno standard. A causa del forte, turnover, molti comandanti sono spesso alla ricerca di personale preciso e affidabile, in grado di soddisfare le richieste sempre più esigenti degli armatori e di cooperare per vivere serenamente l’impegno intenso che richiede la stagione. Gli standard sono molto alti, e da parte di un membro dell’equipaggio può essere difficile riuscire a mantenere costanti l’entusiasmo e il livello delle prestazioni professionali fornite, dal momento che si tratta di un lavoro che richiede sacrifici, mesi di assenza da casa e una stretta convivenza con persone che noi non abbiamo scelto. Il sogno di tutti i membri di una crew è riuscire a mantenere un ambiente sereno a bordo, anche in situazioni di conflitto o di forte stress. In questo libro viene proposto un nuovo tipo di approccio a problematiche del genere, orientato verso la conduzione di un lavoro di tipo introspettivo volto a migliorare la nostra visione della realtà e degli avvenimenti che viviamo, mettendo da parte l’idea che i problemi siano esterni a noi e iniziando a chiederci che cosa noi possiamo fare per risolvere o addirittura evitare quella situazione. Le linee guida suggerite nel manuale derivano dall’unione dell’esperienza pluridecennale dell’autrice nel mondo delle imbarcazioni da diporto e il suo desiderio di migliorare, che l’ha portata a investire tanto sulla propria formazione personale. Elena Squaratti, infatti, è certificata Real Result Coach al MICAP (Master Internazionale in Coaching ad Alta Formazione), un percorso pratico e strutturato che le ha dato quelle competenze necessarie per risolvere i problemi che le si presentavano davanti, servendosi del coaching. Ora, in questo manuale, vuole condividere le strategie che hanno funzionato e che ha imparato nel corso della sua carriera.

Il primo punto su cui questo libro invita a riflettere è: se vogliamo il cambiamento, deve partire da noi. Se desideriamo un ambiente di felicità, dobbiamo essere i primi a trasmetterla, e come potremmo farlo se ci focalizziamo sul fatto che i nostri colleghi non ci piacciono, il divano è scomodo e il letto troppo piccolo? Proviamo invece a guardare la realtà anche da altri punti di vista, considerando per esempio che se un collega ci risponde in modo brusco magari non è maleducato, ma quello era un brutto momento per lui, e chiediamoci se, visto che pretendiamo rispetto, siamo i primi a darlo agli altri. Tutto cambia in base ai nostri pensieri, che influenzano le nostre azioni e spesso anche il nostro destino.

Il secondo punto su cui si è invitati a riflettere è: l’importanza di definire quali sono le cose importanti per noi. Per farlo dobbiamo conoscere bene quali sono i nostri valori, che determinano che cosa per noi è giusto o sbagliato, bene o male. Rispondendo ad alcune domande all’interno del libro, potremo distinguere tra valori fine (amore, disciplina, rispetto…) e valori mezzo (soldi, famiglia, auto…),grazie ai quali siamo in grado di decidere che cosa fare per stare bene. Vogliamo sapere che cos’è la felicità e come possiamo ottenerla? Identifichiamo i nostri valori.

Il terzo punto importante che va a trattare questo libro è l’importanza di avere una direzione. “Che scopo abbiamo? Quali sono i nostri obiettivi?” sono le domande principali alle quali siamo invitati a rispondere. Attraverso dei semplici ma efficaci esercizi, l’autrice ci porta a definire il nostro scopo, cioè la nostra direzione, nel lavoro e nella vita, verso la quale vengono poi orientate le nostre azioni. Una volta definita tale direzione, infatti, occorre costruire degli obiettivi intermedi che tendano a portarci verso quella direzione da noi ben definita, per essere certi di raggiungerla.

Oltre a queste tre importanti tematiche, il libro tratta anche altri temi fondamentali per vivere con serenità e soddisfazione all’interno di un equipaggio da diporto. Si parla per esempio di comunicazione efficace, sia diretta sia via radio, ponendo l’accento su un semplice ma efficace consiglio: quando comunichiamo con un’altra persona, accertiamoci sempre di essere stati chiari, ricevendo una conferma da parte di chi abbiamo davanti. Il libro, poi, passa in rassegna le regole per creare un team di successo, trattando il tema della leadership condivisa. Si tratta di un metodo davvero efficace per creare il team che tutti vorrebbero, i cui membri sono tutti leader che alternativamente guidano il gruppo a seconda delle capacità richieste in una particolare situazione. Raggiungere un risultato del genere richiede fatica e impegno, ma quello che si ottiene è così straordinario che vale la pena di mettersi all’opera. Nel libro si parla anche della gestione dei conflitti: come prevenirli, gestirli ed evitarli: anche in questo caso, gran parte del risultato dipende dalla comunicazione utilizzata. Infine, le ultime nozioni trattate riguardano la gestione del tempo e delle relazioni a casa. La gestione del tempo si basa sui concetti di efficienza, semplificazione e lavoro di squadra, mentre la gestione delle relazioni ci suggerisce di compilare il nostro “diario di bordo delle relazioni”, che ci aiuta a identificare i punti di forza e i punti di debolezza, con l’obiettivo di trasformare in vantaggio la lontananza da casa.

Per concludere: questo manuale pratico è davvero ricco di idee, suggerimenti e spunti per riflettere, a cui l’autrice consiglia di approcciarsi gradualmente, una alla volta, per poterle assimilare in maniera più efficace possibile. Cambiare in meglio si può, basta volerlo davvero, studiare le strategie giuste e applicarsi in maniera precisa e costante.

advertising
PREVIOS POST
Ultima tappa Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport 2018
NEXT POST
Al via il 27 ottobre il I Campionato Invernale di Marina di Loano