Lennart Neubauer durante la finale di Tow-in: foto E.Cauli

Svizzera in luce a Silvaplana, tappa europea Windsurf Freestyle

Sport

26/08/2021 - 19:36
slam
slam

Sole, brezza leggera e una grande folla, c'erano tutti gli ingredienti per una perfetta finale Tow-in Airstyle alla Vanora Engadinwind by Dakine 2021, sul lago di Silvaplana in Svizzera. I sei rider che si sono qualificati venerdì 20 Agosto 2021, hanno partecipato alla prima finale a eliminazione diretta, dove dopo ogni manche l’atleta ultimo viene eliminato.

Sono state completate un totale di quattro manche per tre diverse categorie: Air, Combo e Send. Il vincitore finale è stato il giovane sedicenne Lennart Neubauer (Starboard/Severne), impressionando per la pulizia della tecnica e la potenza atletica.

La prima ad andare in acqua è stata la categoria Air: Amado Vri,eswijk (FutureFly/Severne) ha aperto con un tentativo di “Skopu”, ma non ha chiuso bene l'atterraggio. Una simile manovra è stata fatta da Max Matissek (Fanatic/Duotone) ma anche lui non ha ottenuto un punteggio troppo alto. In seguito, allo scopo di aggiudicarsi un punteggio più alto, tra i restanti rider c'è stato un chiaro orientamento a svolgere la doppia rotazione in aria.

Balz Müller (Severne) ha provato ad aggiungere un “Rail grab”, ma non gli è bastato perché è stato ancora una volta Yentel Caers (JP/NeilPryde) ad affermare il suo dominio, ottenendo un punteggio perfetto di 10 nella sua prova. Sfortunatamente, Max Matissek, a seguito di una prova meno brillante del solito, ha ottenuto il punteggio più basso ed è stato quindi eliminato dalla finale.

La categoria Combo non è stata invece così favorevole a Yentel, che per la prima volta in questa competizione è caduto durante una manovra. La finale, quindi, è ancor aperta e permetterà a Lennart Neubauer e Sam Esteve (JP/NeilPryde) di incassare l'errore del belga. Sarà quindi Amado Vrieswijk ad essere eliminato dopo non aver completato la sua corsa.

La più difficile di tutte le “run” si è rivelata la categoria Regular, con solo quattro atleti rimasti nel girone.

Sam Esteve, partito per primo, ha mostrato al pubblico quanto sia difficile eseguire le manovre in una competizione di Tow-in, dove il surfista, collegato a un cavo che tiene saldamente in mano e che libera solo qualche istante prima della manovra, viene trainato da una barca. Sam, infatti, rischia di schiantarsi contro la barca al primo tentativo, non riuscendo a eseguire il salto. Per questo gli è concessa una seconda possibilità e questa volta impressiona con un bellissimo “Double Culo”. Lennart, dopo il suo tentativo fallito di “Kabikuchi”,per rimanere in corsa scarta il punteggio più basso, portando all’eliminazione di Balz Müller, il peggiore della “session”.

Si è così arrivati agli ultimi tre sfidanti: Neubauer, Caers ed Esteve per l’ultima categoria, la “Send”.

Prima Yentel presenta una doppia rotazione in aria, poi Sam uno spettacolare “Air Skopu in Burner”, capace di mandare la folla in visibilio, ma che non è bastato per battere il giovane Lennart che ha eseguito l’”Air Skopu” più alto mai visto nella storia delle competizioni di Tow-in, e che gli ha fatto meritare il primo posto.

La gara però non è ancora terminata lasciando spazio per l’ultimo giorno, all’evento più atteso dal pubblico il ”Tricks for cash”, format molto apprezzato dagli spettatori, che svincola i giudici dal loro classico sistema di punteggio e li porta a bordo di una barca, dove trovano un montepremi di 1.000 euro in banconote da distribuire ai rider che effettueranno il salto più spettacolare. Dunque, l'unica cosa che gli atleti devono fare è impressionare così tanto i giudici, da potersi garantire il premio in denaro, che in base al risultato viene dato su ogni singola manovra.

Alla fine, si vedranno una miriade di rare acrobazie, al solo scopo di impressionare i commissari e far divertire il numeroso pubblico presente.

Appuntamento alla prossima tappa dell’European Freestyle Pro Tour a Theologos, in Grecia!

Marco Cristofari

PREVIOS POST
Manca solo un mese alla celebrazione dei 50 anni del Passatore
NEXT POST
Suzuki sarà presente al Salone Nautico Internazionale di Genova